Logo del sito Scienze Noetiche

Home “HOLOS” “SYNTHESIS” Sito “Sviluppo Integrale” Youtube Apri una pagina a caso Disclaimer

Vai al Portale dello Sviluppo Integrale

HOLOS 3
«Il Perdono Assoluto - Parte 2»

Il Perdono Assoluto di Colin Tipping

Prendiamo adesso in considerazione il concetto di Perdono secondo la visione radicale che propone Colin Tipping. Alla base del Perdono Assoluto sta la completa assunzione di responsabilità su ciò che manifestiamo nella nostra vita e l'uscita dalla condizione di vittime. Quando accade qualcosa di negativo nella nostra vita, infatti, in modo particolare quando siamo in grado di additare precise responsabilità ad una o più persone, cadiamo subito nell'Archetipo della Vittima. La tendenza ad incolpare gli altri della nostra infelicità (genitori, figli, partner, colleghi di lavoro, ecc…) è un impulso pressoché irresistibile! Questo perché nel momento in cui ci collochiamo nel ruolo di vittime siamo noi ad essere dalla parte della ragione e gli altri sono nel torto; è una modalità di “sopravvivenza psichica” a cui il nostro io cerca di appoggiarsi.

Uno stile di vita basato sul Perdono, sull'Amore e sulla Pace - anziché sul controllo, sulla paura e sul conflitto - richiede un radicale cambiamento nella propria visione del mondo e l'abbandono del ruolo della Vittima.
Questo ribaltamento della visione è possibile solo prendendo in considerazione la seguente ottica spirituale: proviamo a concepire la realtà come composta da due dimensioni contrapposte, una immanifesta e Divina ed una manifesta ed umana. Mentre la dimensione Divina è perfetta e vibrante di un'infinita abbondanza, nella dimensione umana sperimentiamo l'imperfezione, la separazione, il dolore e la colpa. In effetti le due realtà non sono propriamente contrapposte, rappresentano solo gli estremi di una scala continua di vibrazioni. La meditazione, la preghiera, il Perdono Assoluto permettono di elevare le proprie vibrazioni e di accedere alla consapevolezza della dimensione Divina superiore. L'Anima umana fa da ponte tra i Regni Immortali (propri dello Spirito o Sé Superiore) e i regni temporali (propri della personalità incarnativa).

Lo scopo dell'incarnazione stessa è comprendere, poco a poco,
la natura illusoria dei regni "inferiori" per elevarsi in modo compiuto
in perfetta Unità con Dio.

Mondo della Verità Divina contrapposto a quello della visione umana

L'Anima conosce bene il mondo della realtà materiale, ma la sua vera risonanza interiore è con i mondi dello Spirito, dove non esiste la dualità che caratterizza invece il piano materiale. Il Perdono Assoluto (Radical Forgiveness in inglese) è una rivoluzionaria tecnica di Guarigione e Pacificazione, codificata dal terapeuta Colin C. Tipping, che prende spunto dall'idea che non ci sia niente di giusto o sbagliato; è solo la nostra mente razionale che giudica e divide le cose in buone o cattive. Mentre il concetto tradizionale di perdono prende origine dall'idea che c'è stato fatto un torto ma che possiamo andare oltre alle emozioni negative originate da quel torto, il Perdono Assoluto afferma che non ci sia nulla di sbagliato in qualunque evento possiamo aver vissuto e che non esistono vittime, quale che sia la situazione problematica (è una logica del tutto o nulla: se con il Perdono assoluto non siamo in grado di perdonare Hitler allora non possiamo perdonare nessun altro).

Nella visione convenzionale esiste un carnefice ed una vittima poiché crediamo nella separazione tra noi stessi e gli altri, come se "là fuori" esistessero realmente delle persone o delle cose separate da noi. Questa è la visione dualistica dell'ego (che genera la sofferenza, la mancanza, la malattia e la credenza nella morte), ma da un'ottica spirituale esiste solo una perfetta Unità e quindi non c'è nessuno "là fuori"! Il Perdono Assoluto afferma che la dualità è un'illusione, che la morte stessa è un'illusione; riconosce l'imperfezione della nostra realtà materiale ma anche la perfezione insita in questa imperfezione.

Ciò che ci separa dalla Beatitudine (Ananda in sanscrito) e dal senso di Completezza presente nell'Unità con Dio è proprio la credenza separatista egoica, che rimuove e proietta all'esterno parti della totalità del Sé. Ecco che le esperienze umane - in particolare proprio quelle più dolorose e traumatiche - hanno il solo scopo di risvegliarci e di renderci coscienti di ciò che dobbiamo reintegrare e curare "in noi stessi" (gli altri ci fanno solo da specchio). Ogni situazione è perfetta così com'è ed è stata, in qualche modo, programmata a livello animico affinché la personalità egoica si potesse confrontare con i suoi propri limiti.

Come dice "Un Corso in Miracoli": "La proiezione fa la percezione", cioè PRIMA noi scegliamo la concezione che abbiamo del mondo, POI la proiettiamo, la manifestiamo e la percepiamo come se fosse esterna a noi e da noi indipendente, perpetuando il Grande Inganno di Maya (l'Illusione data dai sensi). Ecco il concetto come viene espresso dal Corso in Miracoli:

"Il mondo che noi vediamo riflette la nostra propria struttura di riferimento interna - le idee dominanti, i desideri e le emozioni che si trovano nella nostra mente. ‘La proiezione fa la percezione'. Prima guardiamo dentro, decidiamo il tipo di mondo che vogliamo vedere e poi proiettiamo questo mondo all'esterno, facendolo diventare la verità come noi la vediamo. Ciò che la percezione vede e sente sembra essere reale perché permette di portare alla consapevolezza solo ciò che è conforme ai desideri di chi percepisce. Ciò porta ad un mondo di illusioni, un mondo che ha bisogno di costanti difese proprio perché non è reale."

Tramite il Perdono Assoluto ci rendiamo conto che noi abbiamo invitato quella determinata persona, con cui siamo in conflitto, a manifestarsi nella nostra vita (e viceversa, la persona con cui abbiamo dei problemi ha invitato noi nella sua esistenza) e il senso reale di ciò che stiamo sperimentando non è che stiamo subendo un'ingiustizia, ma che stiamo guarendo dall'Ignoranza (Avidya in sanscrito), quell'Ignoranza fondamentale che ci porta a credere di essere individui limitati e separati dal Tutto.

Il Foglio di Lavoro, presentato nel libro di Tipping, è una sorta di questionario che ci accompagna nella pratica del perdono, va compilato uno o più volte, fino a quando sentiamo che ogni emozione negativa è stata rilasciata e che il nostro punto di vista è radicalmente cambiato.

Foglio di Lavoro del Perdono Assoluto

Il Foglio di Lavoro del perdono Assoluto è © di Colin Tipping
e di Essere Felici Edizioni nella versione italiana - Qui l'originale in inglese

Per comprendere meglio il rivoluzionario punto di vista del Perdono Assoluto sull'intera realtà ecco alcune frasi significative presenti nel foglio:

"Riconosco amorevolmente ed accetto le mie emozioni e non le giudico più."

"Sono responsabile delle mie emozioni, nessuno può farmi provare alcunché. Le mie emozioni sono un riflesso di come io percepisco il problema."

"Anche se non so come o perché, ora sono cosciente che la mia anima mi ha messo in questa situazione per farmi imparare e crescere."

"Mi rendo ora conto che mi arrabbio solo quando qualcuno risuona con quelle parti del mio essere che ho ripudiato, negato, represso e proiettato sugli altri."

"(La persona con cui sono arrabbiato) sta riflettendo ciò che devo amare e accettare di me stesso." "Ora capisco che non c'è nulla che l'altro abbia fatto che possa essere giudicato giusto o sbagliato. Rinuncio ad ogni giudizio."

"Rilascio il bisogno di incolpare gli altri e di mettermi dalla parte del giusto e VOGLIO cogliere la perfezione di questa situazione così com'è!"

"Sebbene io possa non sapere cosa, perché o come, ora comprendo che tu ed io abbiamo ricevuto esattamente ciò che avevamo scelto inconsciamente e che stiamo realizzando una danza di guarigione reciproca!"

"Apprezzo la disponibilità (della persona con cui ho un problema) a rispecchiare le mie percezioni errate e lo benedico per avermi offerto un'opportunità di praticare il Perdono Assoluto e l'Auto-Accettazione."

"Finalmente capisco che quanto stavo sperimentando (la mia storia di vittima) era il risultato del mio modo di inquadrare (interpretare) il problema. Ora so che posso cambiare tale ‘realtà' semplicemente riformulandola in termini spirituali e accettando di coglierne la perfezione."

"Perdono completamente me stesso e accetto di riconoscermi come persona amorevole, generosa e creativa. Rilascio qualsiasi bisogno di afferrarmi a emozioni e idee correlate al passato che mi dipingono come incapace e limitato. Recupero l'energia che disperdevo nel passato e rilascio ogni barriera che si frapponga tra me e l'abbondanza di cui so di disporre in questo preciso istante. Sono io che creo la mia vita e ho di nuovo tutta l'energia necessaria per essere pienamente me stesso, per amarmi e sostenermi incondizionatamente, così come sono in possesso di tutto il mio potere e la mia magnificenza!"

"Mi ARRENDO, ora, al Potere Superiore che penso prenda la forma di (Dio) e ho piena fiducia nel riconoscere che questa situazione continuerà a dispiegarsi perfettamente e in accordo con la Guida divina e le leggi spirituali. Riconosco la mia appartenenza all'Uno e mi sento perfettamente riconnesso con la mia Fonte. Sono restituito alla mia vera natura che è AMORE e ora rinnovo l'amore per (la persona con cui avevo un problema)." "Caro (X) ti perdono completamente perché ho finalmente compreso che non hai fatto nulla di sbagliato e che tutto rientra nell'Ordine Divino!"

A questo punto, se abbiamo ben compreso i concetti appena espressi, possiamo intuire che: il senso più autentico del Perdono Assoluto è che non c'è niente da perdonare! Ogni situazione è perfetta così com'è e ciascuno riceve esattamente ciò di cui la propria Anima ha bisogno.
Come dice Tipping: "Fino a che rimaniamo nel ruolo della vittima abbiamo in mente una sola cosa; far fuori il messaggero. E così ci perdiamo il messaggio!"

Le domande da porci di fronte ad una situazione a cui vogliamo applicare il Perdono Assoluto (ma più in generale a qualunque situazione) sono:

1) Che cosa c'è di perfetto in ciò che mi sta accadendo?
2) Come si rivela tale perfezione?
3) Come posso cambiare la mia prospettiva in modo tale da riconoscere la perfezione insita in essa?

La cosa bella è che anche se non riusciamo a comprendere le motivazioni profonde di una data esperienza possiamo comunque applicare il Perdono Assoluto aprendoci all'idea della perfezione di ciò che è stato e di ciò che è; questo è più che sufficiente per avviare un profondo processo di guarigione e di risanamento. Trovandoci nella dimensione umana le vere cause spesso ci sfuggono, perché appartengono alla dimensione Divina; la sola cosa che possiamo fare è, dunque, arrenderci alla situazione! Quando ci abbandoniamo veramente non è raro che poi appaiano delle intuizioni in grado di mettere in luce le radici della sofferenza presente ed il senso dell'esperienza in corso.
Uno studio sul perdono condotto dall'Università di Seattle ha evidenziato che più i soggetti si "sforzavano" di perdonare e più gli risultava difficile, mentre la serenità d'animo (descritta come "assoluta scomparsa di ogni forma di risentimento") era conseguente alla scoperta di aver perdonato. L'atto di lasciar andare permetteva di raggiungere l'obiettivo prefissato!

Secondo lo schema presentato da Colin Tipping il processo del Perdono Assoluto avviene in cinque fasi:

1. Raccontare la propria storia | In questa fase abbiamo una o più persona che accolgono il nostro problema.
2. Entrare in contatto con le emozioni | Permettersi di contattare il dolore è il primo passo verso la guarigione.
3. Far collassare la storia | La nostra interpretazione degli eventi deve crollare su sé (rinunciare alla vittima).
4. Rielaborare la storia | Una nuova visione, spirituale, si affaccia per passare dal risentimento alla gratitudine.
5. Integrazione | Dopo la reinterpretazione degli eventi la nuova consapevolezza deve arrivare fino alle cellule.

Nel libro Tipping, oltre a molte tecniche pratiche per aiutare a perdonare, presenta anche una rielaborazione del processo in tre passi insegnato da Arnold Patent (www.arnoldpatent.com - sito in inglese), il cui scopo è insegnare ad uscire velocemente dal ruolo di vittima, che all'inizio riemerge inesorabile non appena qualcosa ci va storto. Non appena percepiamo di stare per arrabbiarci o siamo innervositi da qualcosa che va storto, i passi da seguire sono i seguenti:

Il primo passo sta nell'affermare a noi stessi, come semplice constatazione:
"Guarda un po' cosa ho combinato!"
Questo per ricordarci che siamo noi a creare ciò che percepiamo nella nostra vita, anche quando sembriamo essere le vittime.

Il secondo passo prevede la frase:
"Riconosco i miei giudizi e amo me stessa/o per averli espressi!"
Questo perché tra i nostri compiti nell'incarnazione c'è anche quello di accettare l'imperfezione come esseri umani.

Il terzo passo ci suggerisce:
"Eccomi pronto ad accogliere la perfezione della situazione che sto vivendo!"
Questo per allenarci ad arrenderci al Divino! Anche se non ci è chiaro il senso dell'accadimento, è sicuro che un senso esiste.

Il quarto passo, ed ultimo, risiede nell'affermazione:
"Scelgo l'energia della pace!"
Questa è la naturale conseguenza dei passi precedenti: accettando che la nostra interpretazione della situazione ha una realtà illusoria, e che la realtà sottostante è, invece, perfetta e sensata, possiamo accogliere l'energia della Pace!

 

 

Elenco lezioni del percorso Holos - Scienze Noetiche


Il Perdono Assoluto di Colin Tipping
Il Perdono Assoluto
Una lettura che ha cambiato la vita a un'infinità di persone. Un autentico bestseller negli Stati Uniti e in molti altri paesi. Il suo messaggio è chiaro e il metodo descritto è alla portata di tutti. Accogli anche TU il miracolo del Perdono Assoluto.
Colin Tipping
Edizioni Essere Felici

 

 

La forza del perdono
La forza del perdono
Questo piccolo e prezioso libro con il suo messaggio semplice e la sua ottica positiva arriva direttamente al cuore del lettore il quale ne fa suoi gli insegnamenti e la saggezza, imparando a perdonare se stesso, il prossimo e la vita anche quando questa gli ha inflitto dolore, sofferenza, delusioni o sconfitte.
Gerald Jampolsky
Armenia Edizioni

 

 

Un corso in Miracoli
"Nulla di ciò che è reale può essere minacciato. Nulla di irreale esiste. In questo si trova la pace di Dio"... Uscire dal mondo della percezione per riconoscere l'unica verità
Foundation for Inner Peace
Ed. Armenia

 

 

EFT DVD l'arte della trasformazione
Per riportare in equilibrio il flusso di energia
Andrea Fredi
My life Edizioni

 

 

La Cura del Perdono
Imparare a perdonare, se stessi e gli altri, è la via per trovare il benessere psicofisico. L'autore parla nelle università, nelle scuole, nelle carceri, nelle aziende, e insegna un percorso di consapevolezza che propone un’idea di perdono diversa da quella a cui siamo abituati, capace di donarci forza e serenità.
Daniel Lumera
My life Edizioni


 

Il Perdono è una Scelta
Attraverso un graduale e agevole cammino ricco di esempi pratici e di frammenti di vita di molti suoi assistiti, l’Autore prende per mano il Lettore e lo porta alla consapevolezza che il perdono è veramente “il solo modo per dissolvere l’ira e ristabilire la speranza” e quindi che è urgentemente utile sia per lui che per coloro che gli vivono accanto.
Robert D. Enright
Salus Infirmorum Edizioni

 

 

La Legge del Perdono
Perdonare è un atto fondamentale per diventare persone libere e felici. A chi non sa perdonarsi e perdonare, lasciar andare rabbia e rancore, e continua a vivere tenendosi stretto il peso dei ricordi negativi, questo libro insegna a liberarsi da tali pericolose emozioni e a vivere una vita serena attirando solo esperienze positive.
Connie Domino
Armenia Edizioni

 

 

Ho'Oponopono - I segreti dei guaritori hawaiani
Riconoscendo e ripulendo i tuoi vecchi schemi, Ho’oponopono ti permette di trasformare problemi e difficoltà in opportunità e ti rende più facile ritrovarti libero e in pace con te stesso e con gli altri. Ho’oponopono ti rende consapevole che l’amore rende accessibile un nuovo modo di essere, basato sulla tua vera identità.
Luc Bodin, Maria Elisa Hurtado-Graciet
Ed. Il Punto d'Incontro

 

 

Il Potere Terapeutico del Perdono
Il perdono è oggi una delle forze più rivoluzionarie, controcorrente e costruttive che si possano mettere in campo per migliorare l’esistenza di ognuno di noi.
Alberto D'Auria
Sugarco Edizioni