Logo del sito Scienze Noetiche

Home “HOLOS” “SYNTHESIS” Sito “Sviluppo Integrale” Youtube Apri una pagina a caso Disclaimer

Vai al Portale dello Sviluppo Integrale

HOLOS 5
«La Defusione Emozionale - Parte 2»

HEALING CODE
(Il Codice della Guarigione)

Il "Codice della Guarigione" è un efficacissimo strumento di pulizia delle memorie emozionali che agisce tramite la focalizzazione di energia guaritrice in quattro aree della testa, a loro volta connesse con zone specifiche del sistema nervoso e del sistema energetico. In effetti i Codici della Guarigione sono più d'uno, ma quello qui spiegato è quello definito "universale".

Il Dr. Alexander Loyd, psicologo e medico naturopata, è colui che ha ricevuto le procedure dei Codici della Guarigione in un momento particolarmente difficile della sua vita, dopo 12 anni di una grave depressione della moglie, per la quale nessun trattamento era risultato davvero efficace (ed avendo sostenuto spese per decine di migliaia di dollari). Durante un'ennesima grave crisi, la moglie telefona a Loyd mentre lui sta per salire in un aereo; subito si rende conto della gravità della situazione, ma il suo aereo sta per decollare ed una hostess lo costringe a spegnere il cellulare. Sull'aereo, in un momento di grande tensione e di profondissima preghiera, gli appare nella mente un intero sistema di guarigione, qualcosa di totalmente nuovo e complesso che non poteva assolutamente originare dalla sua testa, ma solo da un livello di coscienza superiore. Non appena rientrato a casa applica subito i Codici alla moglie e dopo 45 minuti la depressione era sparita, dopo tre settimane di assidua applicazione quotidiana la depressione scompare per sempre, tanto che la moglie cambia all'anagrafe il suo nome da Tracy a Hope (in inglese Speranza)!

Dr. Alexander Loyd

Il Dr. Alexander Loyd, divulgatore dei Codici della Guarigione

La procedura originaria prevede di: focalizzare il problema, dando al dolore o disagio un punteggio da 0 a 10, ripensare ad un momento del passato, il più indietro possibile, in cui ci si è sentiti allo stesso modo (magari in circostanze completamente diverse, ma con le medesime emozioni) ed assegnare anche a quell'episodio un punteggio da 0 a 10. A questo punto si applica il Codice di Guarigione per almeno 6 minuti, mantenendo ciascuna posizione per circa 30 secondi, ripetendo una "Affermazione Incentrata sulla Verità", cioè un'affermazione effettivamente positiva per il nostro sentito interiore. Volendo ci si può soffermare anche a lungo nelle posizione e alla fine rifacciamo una valutazione da 0 a 10 dell'intensità del problema.

Questa pratica non solo ha potuto guarire stati depressivi, stati d'ansia, fobie, disturbi ossessivi e molti altri problemi psichici, ma - completamente al di là della migliore aspettativa che Loyd si era fatto - si è dimostrata capace di guarire completamente anche casi di Sclerosi Multipla, Sclerosi laterale Amiotrofica (SLA), diabete, tumori di ogni tipo e moltissime altre patologie fisiche. Alla verifica dell'efficacia del metodo tramite il test HRV (Heart Rate Variability - Variabilità della Frequenza Cardiaca, un test ufficiale estremamente affidabile per testare il livello di stress disfunzionale del sistema nervoso autonomo) Loyd si è reso conto che la pratica non è in alcun modo un placebo, ma che ha degli effetti reali e ben misurabili sull'organismo.

Di seguito vado ad illustrare la procedura che utilizzo personalmente. La procedura originaria è nel libro: "Il Codice della Guarigione - The Healing Code" di Alexander Loyd e Ben Johnson (Ed. Macro).

1. Pensa al problema che vuoi trattare, soffermandoti un poco sulle emozioni che lo caratterizzano.

2. Leggi la Preghiera di Guarigione originale oppure quella che riporto qua sotto, che personalmente sento più risuonante (vi ho inserito delle frasi dalle invocazioni originali di Mornnah Simeona, fondatrice del moderno Ho'oponopono).

"Prego affinché vengano trovate, perdonate e guarite
tutte le credenze negative, conosciute e sconosciute, e
le memorie cellulari distruttive presenti in me qui ed ora;
che tutti i comportamenti ed i problemi fisici collegati ad esse
possano essere purificati, risanati e guariti!

Che l'Amore e la Luce Divina possano colmare
gli spazi che queste energie occupavano.

Prego affinché ogni livello ed aspetto del mio Essere
torni alle origini, nella Verità di Dio.

Prego, infine, affinché l'efficacia di questa guarigione
si moltiplichi per cento e più volte."

3. Assumi le quattro posizioni, una dopo l'altra, restando su ciascuna almeno 30 secondi. Dove senti di voler restare di più fallo. Fai almeno 3 passaggi completi, per un minimo di sei minuti di trattamento.

Posizioni del Codice di Guarigione Universale

I disegni sono tratti dal libro "Il Codice della Guarigione", © di Alexander Loyd

4. Durante il trattamento puoi usare un'affermazione positiva che senti che ti dona forza, puoi ripetere il mantra dell'Ho'oponopono oppure semplicemente visualizzate dei raggi o pennellate di luce che entrano nel corpo e guariscono. Non è necessario soffermarsi più sul problema.

Cnalizzazione di energia spirituale

Immagine tratta dal sito www.spiritualresearchfoundation.org

Tieni presente che l'invocazione apre un canale tra i piani terreni e quelli spirituali e quindi, quando metti le dita in posizione, la luce che canalizzi non è la tua personale, ma una Luce sottile superiore. Accade qualcosa di simile a quanto illustrato nell'immagine soprastante (anche se la posizione delle mani è differente è comunque una postura di preghiera e di canalizzazione di energie sottili).

Le quattro posizioni inviano energia e guarigione, rispettivamente, a: 1) ipofisi, epifisi e tutto l'asse neuroendocrino; 2) midollo spinale, midollo allungato, vie senso-motorie; 3) sistema limbico, che gestisce molte funzioni nervose autonome e coordina il sistema emozionale; 4) corteccia cerebrale, dove sono elaborate le funzioni cognitive superiori. Il suggerimento è di tenere le posizioni un minimo di 6 minuti per ogni ciclo e di applicarle almeno tre volte al giorno quando si sta trattando un problema specifico. I trattamenti vanno portati avanti fino alla dissoluzione del problema, che può richiedere giorni come settimane o mesi.


HO'OPONOPONO
(Identità del Sé attraverso l'Ho'oponopono)

L'Ho'oponopono è un'antica pratica hawaiana di riconciliazione, perdono e risoluzione dei conflitti. La pratica tradizionale prevedeva un Kahuna Lapa'au (uno sciamano guaritore) alla guida di una riunione cerimoniale di guarigione con tutti i membri coinvolti, nella consapevolezza che il problema di una o più persone riguarda e danneggia l'insieme di una famiglia o di un'intera comunità. L'Ho'oponopono tradizionale prevedeva delle fasi guidate di preghiera, discussione, silenzio, confessione, pentimento, mutua restituzione, perdono e festeggiamento finale.

Nel 1976 Morrnah Nalamaku Simeona (1913-1992), una Kahuna Lapa'au insignita nel 1983 del titolo di "Tesoro vivente delle Hawaii", modernizza l'intera proceduta e la rende praticabile singolarmente. Nel procedimento elaborato da Simeona la risoluzione di un problema, essenzialmente, viene affidata a Dio tramite una specifica invocazione (di cui esistono più versioni). Spesso ricorre la frase finale: "Ed è fatto!" che stabilisce che l'arbitrio dell'essere umano lasci completamente il posto a Dio.

Morrnah Simeona, fondatrice del moderno Ho'oponopono

Come l'Hoʻoponopono tradizionale aiutava a correggere e ripristinare le migliori relazioni tra i membri della famiglia e con il Divino, così l'Ho'oponopono moderno armonizza e ristabilisce la corretta relazione tra le tre parti interiori di sé: il Sovraconscio (Aumakua - il Padre), il Conscio (Uhane, la Madre) e il Subconscio (Unihipili, il Figlio) che, una volta in equilibrio, possono tornare a risuonare perfettamente con Dio.

Nel dicembre 1982 lo psicologo Dr. Ihaleakala Hew Len apprende da Simeona, sebbene con grandi reticenze iniziali, la pratica dell'Ho'oponopono e, alla morte della maestra nel 1992, ne diventa il successore. Tramite la pratica dell'Ho'oponopono, il Dr. Hew Len (si promuncia "iù len") è stato capace di curare un intero reparto di psichiatria criminale all'Hawaii State Hospital dove ha prestato servizio dal 1984 al 1987. Questo senza mai nemmeno vedere i pazienti, solo attraverso la consapevolezza che ciò che vedeva fuori era semplicemente lo specchio di ciò che albergava dentro di lui e che la "spazzatura interiore" può essere pulita tramite la ripetizione della frase: "Ti amo. Mi dispiace. Ti prego, perdonami. Grazie!" o anche solo con "Ti amo. Grazie!". La storia è stata confermata da operatori che lavoravano nell'ospedale in quegli anni ed è stata diffusa in tutto il mondo da Joe Vitale, un esperto motivazionale famoso per essere apparso nel film "The Secret". Il suo primo articolo nel 2006 ("Il terapeuta più strano del mondo" - "The World's Most Unusual Therapist") ha avuto un successo enorme sul web.

Un estratto dell'articolo di Joe Vitale. Vedi qui: www.studisciamanici.it/guariscitestesso.htm

"Due anni fa, sentii parlare di un terapeuta che, alle Hawaii, curò un intero reparto di pazzi criminali, senza mai vederne nemmeno uno. Lo psicologo studiava la cartella di uno dei pazienti e guardava dentro di sé per vedere come aveva creato la malattia di quella persona. Migliorando se stesso, il paziente migliorava! Quando sentii questa storia per la prima volta, pensai fosse una leggenda urbana. Come potrebbe qualcuno guarire qualcun altro, guarendo sé stesso? Come potrebbe, anche il più grande maestro di auto-miglioramento curare un pazzo criminale? Non aveva alcun senso. Non era logico, quindi accantonai la storia. Ad ogni modo, la sentii nuovamente un anno dopo. Seppi che il terapeuta aveva usato un processo di guarigione hawaiano chiamato Ho'oponopono. Non ne avevo mai sentito parlare, tuttavia non riuscivo a togliermelo dalla mente. Se la storia fosse stata vera, avrei dovuto saperne di più."

Il nome corretto della pratica moderna è: "Identità del Sé attraverso l'Ho'oponopono", che significa che la pulizia emozionale offerta dall'Ho'oponopono permette di ritrovare la nostra vera Essenza. La nostra identità più autentica è, appunto, il Sé Divino e secondo l'Ho'oponopono lo scopo dell'esistenza è quello di tornare ad essere il proprio Sé. Ciò che ci impedisce di contattare il nostro Sé sono quelle che, in Ho'oponopono, vengono definite memorie e cioè tutti gli schemi negativi di credenze che derivano non solo dalla nostra esperienza ma anche dall'inconscio collettivo dell'umanità. Le memorie sono collocate nell'Inconscio (Unihipili, il Sé Bambino) e costantemente condizionano i nostri pensieri e le nostre azioni. Attraverso l'invocazione, reiterata e costante, di una pulizia psichica che solo Dio può fare con efficacia, la nostra psiche torna alle Origini, al Punto Zero, alla sua dimensione Divina originaria (secondo l'Ho'oponopono lo stato di Vuoto). A quel punto il Conscio può mantenere una costante connessione con il Superconscio, a sua volta direttamente connesso all'Intelligenza Divina, e può ricevere, momento per momento, le ispirazioni più corrette su ciò che fare. L'Ho'oponopono è, in pratica, una metodica di libertà dal passato, che permette di liberare l'Anima dalle memorie erronee per sperimentare la dolcezza e la purezza della connessione con la Divinità. Con questa pratica non è necessario programmare il futuro o sintonizzarci su ciò che desideriamo: il nostro compito è solo pulire, pulire, pulire (cleaning in inglese) e a quel punto vivremo la miglior vita possibile guidati dalle ispirazioni.

"Voi non dite 'ti prego, perdonami' al Divino
perché il Divino abbia bisogno di sentirlo;
lo dite perché voi ne avete bisogno."
Dr. Ihaleakala Hew Len

Alla base dell'Identità del Sé attraverso l'Ho'oponopono c'è l'assunzione di responsabilità al 100% su tutto ciò che ci accade, direttamente o indirettamente. Se una cosa si presenta nella nostra vita (Zeland direbbe: "Se si manifesta nel nostro strato di realtà"), allora ne siamo responsabili al 100%. L'abbiamo letteralmente creata noi e, come l'abbiamo creata, possiamo anche lasciarla andare. Questo perché l'esteriorità non è altro che lo specchio dell'interiorità. Saperlo dona una grande libertà!

Ricapitolando, le scelte che portano in essere la realtà che sperimentiamo possono avere due origini: A) sorgere dalle memorie condivise dell'umanità, dalla sua creazione ad oggi; B) nascere direttamente dall'Ispirazione Divina nel Qui ed Ora.

In effetti, secondo l'Ho'oponopono noi non abbiamo il controllo della nostra vita, però possiamo scegliere se essere guidati dalle memorie o dall'ispirazione! Quindi chi decide per noi? O le memorie del passato (le spine) o l'Ispirazione Divina (la rosa). Secondo l'Ho'oponopono noi abbiamo il potere di scegliere ma nessun controllo. Ognuno è perfetto, ciò che non sono perfette sono le memorie subconscie, che distorcono la perfezione della nostra Natura Divina e quasi sempre prendono le decisioni per noi. Con un'adeguata pulizia siamo in grado di ricevere dal Divino i giusti suggerimenti (le ispirazioni) e così finalmente possiamo vivere la perfezione che ci è stata destinata!

La rosa e le spine nell'Ho'oponopono

La rosa è l'Ispirazione e le spine sono le memorie

Lo scopo dell'Ho'oponopono in sintesi è: 1) Connettersi con la Divinità istante per istante. 2) Chiedere che quell'istante, con tutto ciò che contiene, sia pulito e purificato dalle memorie (e questo solo la Divinità può farlo!). In tal modo ritroviamo la nostra Identità. Di seguito trovate la struttura del Sé fornitaci dal Dr. Lee, espressa come se ogni aspetto si autopresentasse.

STRUTTURA DEL SE' NELL'HO'OPONOPONO

  1. Identità del Sé: "Io sono l'Identità del Sé. Sono composto di quattro elementi: la Divina Intelligenza, la Mente Super-Conscia, la Mente Conscia e la Mente Subconscia. Le mie fondamenta, Vuoto ed Infinito sono l'esatta replica della Divina Intelligenza."

  2. Divina Intelligenza: "Sono la Divina Intelligenza. Sono l'Infinito. Creo le Identità del Sé e le Ispirazioni. Trasmuto le memorie nel vuoto."

  3. Mente Superconscia: "Io sono la Mente Superconscia. Supervisiono la Mente Conscia e Subconscia. Rivedo e faccio gli appropriati cambiamenti per la Mente Conscia, nelle invocazioni Ho'oponopono alla Divina Intelligenza Sono insensibile alle memorie ricorrenti della Mente Subconscia. Sono sempre uno con il Divino Creatore."

  4. Mente Conscia: "Sono la Mente Conscia. Ho il dono della scelta. Posso permettere alle memorie incessanti di imporre la loro esperienza alla Mente Subconscia e me, oppure posso iniziare a liberarmi di loro attraverso un incessante Ho'oponopono. Posso formulare le invocazioni verso la Divina Intelligenza."

  5. Mente Subconscia: "Io sono la Mente Subconscia. Sono il magazzino di tutte le memorie accumulate dall'inizio della creazione. Sono il luogo dove le esperienze vengono vissute come memorie ricorrenti o come Ispirazioni. Sono il luogo dove i problemi vivono come conseguenze delle memorie."

  6. Vuoto: "Sono il vuoto. Sono il fondamento dell'Identità del Sé e del Cosmo, sono da dove sorgono le Ispirazioni dalla Divina Intelligenza, l'Infinito. Le Memorie ricorrenti della Mente Subconscia mi spostano ma non mi distruggono, precludendo l'arrivo delle Ispirazioni dalla Divina Intelligenza."

"Il Vuoto è il terreno comune, il livellatore, delle Identità del Sé, sia 'animate' che 'inanimate'.
È il fondamento indistruttibile ed eterno dell'intero cosmo visibile ed invisibile."

La Strutura del Sé secondo l'Ho'oponopono

"Le memorie sono compagne costanti della Mente Subconscia.
Non lasciano mai la Mente Subconscia per andare in vacanza.
Non lasciano mai la Mente Subconscia per andare in pensione.
Le Memorie non si fermano mai nelle loro incessanti ripetizioni!

Come le memorie, l'incessante Ho'oponopono non deve mai andare in vacanza.
L'incessante Ho'oponopono non deve mai andare in pensione.
L' incessante Ho'oponopono non deve mai dormire.
L'incessante Ho'oponopono non si deve mai fermare!"

Dr. Hew Len

Secondo questa concezione ogni dolore che sperimentiamo non è altro che una memoria! Gli eventi dolorosi che viviamo non sono la causa del nostro dolore, ma solo la conseguenza delle memorie di sofferenza che erano già dentro di noi. Sono loro che hanno creato il dolore e che lo continueranno a creare e a ricreare ancora. Il Dr. Len fa notare che Shakespeare chiamava queste sofferenze "pianti già pianti" ("Io sono l'auto-consumatore dei miei dolori" affermava il poeta inglese John Clare). Forse è proprio l'ora di smetterla di piangerli! Con l'Ho'oponopono siamo in grado di far cessare questo auto-martirio.

La pratica fondamentale dell'Identità del Sé attraverso l'Ho'oponopono, trasmessa dal Dr. Len, è la ripetizione di quattro frasi:

"Ti amo. Mi dispiace. Ti prego, perdonami. Grazie!"

La frase completa va ripetuta incessantemente e permette di purificare tutto ciò che cade sotto la nostra attenzione. La possiamo ripetere tenendo a mente un tema che vogliamo trattare oppure la utilizzamo a mo' di mantra in ogni momento del giorno in cui ce ne ricordiamo. Essa contiene le vibrazioni energetiche di Forze Spirituali molto potenti: l'Amore, l'Assunzione di Responsabilità insieme al Pentimento, il Perdono, la Gratitudine.
Nel pronunciare le frasi possiamo entrare in sintonia, consapevolmente, con queste Forze, ma anche il solo ripetere un po' meccanicamente le frasi offre dei notevoli risultati, le Forze Divine agiranno comunque! Il Dr. Hew Len ha specificato anche che la frase: "Ti Amo" sovrasta di importanza le altre tre e se qualcuno si sentisse a disagio nei passaggi successivi può anche saltarli. In questo contesto - rivolto a Dio - "perdonami" significa "purificami" non "assolvimi perché ho peccato". L'intera frase può essere letta così: "Attraverso la vibrazione dell'Amore sono in Connessione con Te (Dio). Mi dispiace di non essere stato consapevole delle memorie subconscie che hanno generato questo evento che adesso mi si presenta davanti. Ti prego purificami da tali memorie e quindi dalle mie percezioni erronee. Grazie!"

Ti dono tuttta la mia pace

“La Pace sia con te, Tutta la mia Pace!”
“O ka Maluhia no me oe, Ku'u Maluhia a pau loa!”

Per approfondire: "Zero Limits" di Joe Vitale con Ihaleakala Hew Len (Ed. Il Punto d'Incontro) "Scopri Ho'Oponopono - La via più semplice" di Mabel Katz (Bis Edizioni)



RESPIRAZIONE CIRCOLARE
(Rebirthing - Vivation® - Respiro Olotropico)

La respirazione circolare è una formidabile tecnica terapeutica che si avvale di un respiro consapevole, in cui si tolgono completamente gli spazi di apnea tra le due fasi respiratorie, di inspirazione ed espirazione. Il mantenere la respirazione continua e senza pause genera una profonda risposta in tutto l'organismo, il livello di energia si alza notevolmente e tutti i blocchi emozionali registrati dal corpo tornano a galla per poter essere puliti in profondità; avviene così una defusione emozionale profonda.

La tecnica più nota di respirazione circolare è il REBIRTHING, introdotto agli inizi degli anni '70 dal ricercatore statunitense Leonard Orr, che sperimentando su di sé la respirazione con un boccaglio in totale immersione in acqua calda, raggiunse stati di forte rilassamento e di retrocessione della memoria fino ai ricordi del parto. In seguito, alle pendici dell'Himalaya, Orr ricevette conferma del grande potere del respiro dallo yoghi indiano Shri Babaji di Herakhandi, che lo spinse a diffonderne la conoscenza in tutto l'Occidente.

Secondo Leonard Orr alla base di tutti i nostri dolori e sofferenze ci sono degli schemi di pensiero negativi, che certamente trovano origine nei condizionamenti familiari così come nel vissuto delle passate incarnazioni (per chi crede nella possibilità della reincarnazione), ma che di fatto possono essere risolti pulendo a fondo il nostro trauma di nascita. Tale trauma condiziona la nostra percezione della realtà e la vita di tutti i giorni, in quanto noi continuiamo a conformarci alle paure e alle impressioni impresse negli istanti vissute prima, durante e dopo il parto. Letteralmente "Rebirthing" significa rinascita, sia perché tale pratica permette di accedere alle memorie della nascita fisica (per pulirle e quindi rinascere una seconda volta) sia perché ci fa ricontattare la nostra intima natura spirituale e ci permette di sperimentare una profonda rinascita interiore.

Il Rebirthing permette una profonda rinascita interiore

Sciogliendo le impressioni emozionali negative che ci portiamo dietro otteniamo dei benefici su più livelli:

Dopo molti anni di sperimentazione e ricerca Leonard Orr ed i suoi collaboratori si resero conto che non tutte le persone che si avvicinavano al Rebirthing rivivevano sensazioni collegate alla nascita, ma che ciò non inficiava minimamente l'enorme potenziale curativo di questo approccio terapeutico. Ci sono persone che hanno reazioni fisiche importanti (spasmi, contrazioni muscolari, tremori, ecc.) ed altre che rimangono perfettamente rilassate, quasi fino ad addormentarsi, ma in ogni caso avviene sempre un qualche cambiamento interiore, che può essere percepito subito oppure essere notato a distanza di tempo.

Il Rebirthing è una tecnica che necessità di essere seguita da un facilitatore professionista, per cui ti invito a cercare degli operatori qualificati nella tua zona qualora volessi sottoporti a delle sedute (un ciclo base è generalmente costituito da 10 sedute).
Ciò che invece tutti possono fare è eseguire per qualche minuto dei cicli di respirazione continuativa, senza pause tra ispirazione ed espirazione, effettuati solo con la bocca (Respirazione Circolare semplice). Il maggior afflusso di energia veicolato dal respiro può già sciogliere alcuni blocchi nei meridiani e allentare dei fastidiosi stati emozionali (ad es. un leggero stato d'ansia).

Altre due importanti metodologie basate sulla respirazione circolare sono:

A) VIVATION®, una pratica molto simile al Rebirthing codificata dall'americano Jim Leonard. I punti chiave di una seduta di Vivation sono i seguenti 1. esplorare tutti i cambiamenti sottili che si avvertono 2. guidare l'inspirazione attraverso la sensazione più forte presente al momento 3. imparare a godere il più possibile del momento stesso, che equivale all'essere ben presenti a sé stessi e a trarre da ogni cosa il massimo piacere.

B) Il RESPIRO OLOTROPICO, messo a punto dal Dr. Stanislav Grof, psichiatra e scienziato di fama internazionale. Grof ha condotto studi sugli stati alterati di coscienza e pratica un tipo di respirazione circolare molto intenso ed evocativo, grazie anche all'uso di musiche particolari ad alto volume e a specifici esercizi corporei di liberazione energetica ed emozionale. Secondo Grof esistono quattro possibilità di blocco durante la fase di gestazione e nascita, (dette matrici ) e su queste fasi bloccate gli individui strutturano tutta la propria esistenza. La prima matrice è quella intrauterina, la seconda quella del momento in cui nell'utero si avvertono le variazioni chimiche e fisiche in preparazione al parto, la terza è quella del passaggio nel canale del parto e la quarta è la venuta alla luce. Il Respiro Olotropico permette di prendere coscienza della matrice perinatale "bloccata" e di superarne l'influenza.

 

 

Elenco lezioni del percorso Holos - Scienze Noetiche


Il Codice della Guarigione - The Healing Code
Un metodo rivoluzionario che permette di cambiare le convinzioni sbagliate che ti impediscono di essere in buona salute e di vivere la vita che più desideri.
Alexander Loyd, Ben Johnson
Macro Edizioni

 

 

Il Codice dell'Amore - The Love Code
L’autore in questo libro presenta un metodo che dà la possibilità di realizzare in soli 40 giorni qualsiasi obiettivo, senza alimentare stress e paure.
Alexander Loyd
Macro Edizioni

 

 

Il Codice della Luce - Nutrirsi e guarire con il sole
Le frequenze della luce solare contengono le informazioni per la nostra salute, il nostro benessere e la nostra evoluzione. Il Sole è una porta, un nucleo di connessione attraverso cui l'Universo comunica queste informazioni all'essere umano.
Daniel Lumera
Anima Edizioni

 

 

Anatomia della Guarigione
Alla luce delle più recenti ricerche di neurofisiologia, scienze della psiche e fisica quantistica, questo libro esplica i sette principi della potente interazione tra psiche e corpo nei processi di guarigione.
Erica Francesca Poli
Anima Edizioni

 

 

La Scienza Perduta della Preghiera
In questo libro scopriremo che la preghiera non riguarda tanto il chiedere, quanto la capacità di superare il dubbio che spesso accompagna i nostri desideri, sviluppando le tecniche e gli atteggiamenti che nel libro vengono spiegati accuratamente.
Gregg Braden
Macro Edizioni

 

 

Ho'Oponopono - I segreti dei guaritori hawaiani
Riconoscendo e ripulendo i tuoi vecchi schemi, Ho’oponopono ti permette di trasformare problemi e difficoltà in opportunità e ti rende più facile ritrovarti libero e in pace con te stesso e con gli altri.
Luc Bodin, Maria Elisa Hurtado-Graciet
Il Punto d'Incontro Edizioni

 

 

Zero Limits
Lo straordinario sistema hawaiano per gioire di una vita meravigliosa in cui tutto è davvero possibile
Joe Vitale con Ihaleakala Hew Len
Il Punto d'Incontro Edizioni

 

 

Punto Zero
Dopo il best-seller Zero Limits, Joe Vitale ora ti conduce alla scoperta delle nuove incredibili potenzialità di Ho’oponopono, per raggiungere un livello ancora più profondo di conoscenza e di potere, per vivere in prima persona indescrivibili esperienze di salute, prosperità e felicità.
Joe Vitale
Il Punto d'Incontro Edizioni

 

 

Scopri Ho'Oponopono - La via più semplice
La via più semplice suggerita dall'autrice Mabel Katz ci permette di cancellare i ricordi negativi che ci condizionano, di scegliere a quali pensieri affidarci, di essere padroni di immaginare davvero la vita che vogliamo.
Mabel Katz
Essere Felici Edizioni

 

 

Scopri Ho'Oponopono - Il Film in DVD
In questo seminario esclusivo, per la prima volta in DVD, imparerai facilmente a lasciarti trasportare nel flusso di pace e felicità che è innato in ognuno di noi.
Mabel Katz, Ihaleakala Hew Len
Macro Video

 

 

Scegli la Felicità con Ho'oponopono
Questo libro è un’esortazione, una scarica di energia, un invito a risvegliarsi. Vivere senza difficoltà, in piena indipendenza è una scelta. perché rimandare? Quando siamo felici diventiamo fortunati!
Mabel Katz
Macro Edizioni

 

 

Ho'Oponopono - Cambia la Tua Vita Ora
Praticare l’Ho’Oponopono ci rende più pazienti, meno paurosi e più felici. Ci fa diventare più consapevoli di chi siamo e del perché siamo qui, e soprattutto ci insegna che le persone e gli eventi compaiono nella nostra vita per offrirci un’altra opportunità.
Mabel Katz
Macro Edizioni

 

 

Il libro del Rebirthing - L'Arte del Respiro Consapevole
Il Rebirthing è un metodo dolce per I'autoguarigione, uno strumento efficace quanto semplice per sciogliere vecchi condizionamenti dell'ambito fisico e dell'anima.
Leonard Orr - Konrad Halbig
Mediterranee Edizioni

 

 

Rebirthing - Il Respiro Consapevole
Un manuale pratico e completo, con test, esercizi e testimonianze, in cui vengono esaminate anche tecniche complementari tra cui l’energia tachionica, la chiropratica, il reiki, i fiori di Bach e il massaggio.
Sergio Salati
Il Punto d'Incontro Edizioni

 

 

Il Rebirthing
Questo libro fornisce un approccio conoscitivo al rebirthing. Illustra gli aspetti teorici e le diverse modalità applicative per sviluppare la consapevolezza di se stessi, a livello fisico, mentale, emozionale, spirituale.
Pino Libonati, Loredana Volante
Xenia Edizioni

 

 

Rebirthing
Il Rebirthing è una delle pratiche più interessanti nel panorama della medicina olistica.
Silvia Canevaro
KeyBook Edizioni

 

 

Guarire le Ferite Più Profonde
Quest’opera affascinante ci introduce alla psicologia transpersonale e ai rivoluzionari cambiamenti ai quali stiamo assistendo negli ultimi decenni nell’ambito della comprensione della psiche umana e della natura della realtà.
Stanislav Grof
Macro Edizioni