Logo del sito Scienze Noetiche

Home “HOLOS” “SYNTHESIS” 240 Conferenze Raphael Percorso Online di Sviluppo Integrale Mailing-list Chi sono Disclaimer

HOLOS 10
«Alimentazione ed Energia Vitale - Parte 1»

Il nostro organismo ha un enorme potenziale di risanamento e guarigione, sia a livello fisico che psichico. Sebbene la medicina accademica e la psicologia clinica non abbiano ancora integrato il paradigma energetico-olistico e le Leggi Biologiche della Nuova Medicina (integrazione che offrirebbe una prospettiva molto più ampia sulla guarigione), nondimeno è risaputo che anche le patologie classificate come incurabili possono guarire spontaneamente. Per la scienza medica è un mistero e si parla di remissioni spontanee. Il libro "Guarigioni straordinarie" di Caryle Hirshberg e Marc Ian Barash dimostra, attraverso moltissime testimonianze e ricerche mediche, come non vi sia malattia classificata come "incurabile" che non sia guarita almeno una volta e come il segreto di tale guarigione risieda dentro di noi. Anche noi potremmo adottare il gioco di parole di John Demartini (uno dei personaggi di spicco del film "The Secret") che associa la parola: "incurable" (incurabile) ad "in(nner) curable" (curabile dall'interno).

Prendendo in esame il sistema Corpo-Emozioni-Mente-Spirito, nella sua globalità, possiamo chiederci: "Che cosa permette ad un individuo di godere di un'ottima salute fisica, di un sano flusso emozionale, di una mente chiara e di una buona connessione spirituale?"

La risposta è molto semplice: un libero flusso dell'energia vitale!

Flusso dell'energia

Il flusso libero dell'energia vitale . all'interno dei meridiani energetici
e nel campo energetico umano - dona il pieno potenziale dell'essere umano

La formula della Vitalità forse è stata scoperta agli inizi del '900 da Arnold Ehret (1866-1922), il quale ha ipotizzato che V = F - O (V è la Vitalità, F la Forza o l'Energia Vitale che mantiene in vita l'essere umano ed O sono le Ostruzioni). L'organismo gode del massimo del suo potenziale vitale solo quando il flusso dell'energia non è bloccato dai fattori di ostruzione (tossine fisiche, emotive e mentali). Personalmente ritengo che Ehret si sia avvicinato al vero, solo che gli è mancato di concepire questo meccanismo non in termini strettamente fisico-meccanici ma più energetici: di fatto noi siamo primariamente una struttura di energia, in cui il benessere è, appunto, proporzionale alla libera circolazione della nostra energia vitale. Il corpo fisico è solo la dimensione più materiale e concreta di quella struttura multidimensionale che è l’essere umano nella sua totalità; la fisiologia energetica o "sottile" regola sia la dimensione fisica e materiale che il piano emozionale e mentale.

Arnold Ehret

Secondo Ehret F, la Forza (che nella visione più meccanicistica ehretiana è correlata alla pressione dell'aria e a fattori quali la luce, l'elettricità, l'ozono, ecc.) è virtualmente infinita ed essendo lui stesso stato testimone dell'incredibile energia che può produrre un digiuno prolungato, è stato in grado di comprendere che "la vitalità non dipende immediatamente, direttamente e in modo primario dal cibo" (pag 54; "Il Sistema di Guarigione della Dieta senza Muco" Ed. Juppiter Consulting). Al di là della correttezza o meno della sua cosiddetta "Nuova Fisiologia" e delle sue teorie sul sangue (ad oggi può essere effettivamente difficile interpretare i globuli bianchi come "materiale di scarto"), credo che siano indiscutibili e comprovabili da tutti i risultati che derivano dall'adottare la Dieta senza Muco che Ehret propone: cioè una dieta basta sostanzialmente su frutta fresca e verdure cruda a foglie verdi, in pratica un regime crudista-fruttariano (Nota: in questo contesto si intende per "muco", genericamente, tutto il materiale intossicante ed occludente che deriva da un'alimentazione non fisiologica).

L'idea geniale di Ehret è stata quella di comprendere che togliendo le ostruzioni più materiali al corretto fluire della vitalità organica si possono ottenere delle guarigioni straordinarie, in quanto l'organismo può godere appieno del suo potenziale di risanamento ed autoguarigione. Lui stesso, per primo, è riuscito a guarire con digiuni e una dieta senza muco, da una forma di nefrite cronica data per incurabile da tutti i medici dell'epoca da lui consultati ["Soffrii molto a causa di tanti medici (24 in tutto) e parte di questa sofferenza fu pagare i circa 6.000 dollari di parcelle, con il risultato di venire dichiarato 'incurabile'"].

Ho voluto citare Ehret solo perché è uno dei precursori, assieme agli Igienisti, nel campo dell'alimentazione che si potrebbe definire "fisiologica" (cioè perfettamente rispondente alla fisiologia dell'organismo umano), ma non intendo proporre alcun regime alimentare troppo restrittivo, in quanto la buona notizia è che non è indispensabile avere un'alimentazione sana al 100% per godere di un elevato benessere. Vedremo con accuratezza in che modo sia possibile passare da un'alimentazione completamente insana, ostruente e che limita fortemente il nostro potenziale vitale ad una sempre più salutare. Vedremo anche degli accorgimenti fisici ed energetici che ci possono venire in aiuto quotidianamente per liberare al massimo F (la Forza vitale).


L'ALIMENTAZIONE FISIOLOGICA PER L'ESSERE UMANO

Indipendentemente dal voler iniziare subito o meno un lavoro sulla propria alimentazione, è bene sapere cosa è salutare e cosa no per l'organismo. C'è una differenza importante tra mangiare della carne, della pizza o un panettone pensando che siano un valido cibo per il nostro organismo e mangiarli sapendo invece che lo intossicano e che sostanzialmente sono un nutrimento emozionale (tralascio adesso un attimo il discorso etico del nutrirsi a spese della sofferenza degli animali e quello ecologico dei danni apportati al pianeta dagli allevamenti e dalle colture estensive). Con la giusta consapevolezza, anche se al momento continuiamo a nutrirci come sempre, prima o dopo avverranno dei cambiamenti spontanei nell'alimentazione.

La domanda fondamentale da porsi è:
quale alimento è veramente FISIOLOGICO per l'essere umano?

Per un leone l'alimento fisiologico è la carne delle proprie prede, per una mucca è l'erba, mentre per un koala l'alimento fisiologico sono solo alcune specie di eucalipto. Tutti gli animali rispettano la propria dieta fisiologica, tranne quando c'è un periodo di carestia o se sono nutriti erroneamente dall'essere umano (ved. animali domestici). L'essere umano non è affatto onnivoro, come si pensa abitualmente, e se andiamo a studiare l'anatomia e la fisiologia comparata ci rendiamo conto che noi non siamo né carnivori, né erbivori… siamo frugivori (siamo nati per cibarci di frutti). E' una verità molto semplice, basta solo osservare le immagini sottostanti e chiedersi da quale alimenti siamo attratti di più e quali cercheremmo in Natura.

"I veri onnivori e i veri carnivori, quando sono affamati, sono attratti istintivamente da animali e carogne che vedono e che interpretano come cibo immediato. Questo non accade mai all'uomo. Il ribrezzo che ogni uomo normale e sano prova alla vista del sangue e di un cadavere è la prova della sua natura non carnivora." (Girolamo Savonarola)

"Prova a mettere un bambino in una culla con una mela e un coniglio. Se mangia il coniglio e gioca con la mela ti regalo un'auto nuova." (Harvey Diamond)

La carne non è un alimento fisiologico per l'essere umano
L'erba non è un alimento fisiologico per l'essere umano
La frutta è un alimento fisiologico per l'essere umano

Tabella comparativa carnivori, erbivori, frugivori, essere umano

(*) Secondo il biologo Thomas H. Huxley la placenta è il miglior criterio di classificazione delle specie ("Man's Place in Nature" di T.H. Huxley).

"Esiste un rapporto definito tra la costituzione fisica di un animale ed il suo alimento normale. L'alimento al quale un organismo è normalmente e costituzionalmente adatto, è l'alimento che servirà nel modo migliore i più elevati interessi biologici, fisiologici, psicologici dell'animale o dell'uomo." Sylvester Graham

L'essere umano non è un predatore (chi sarebbe in grado di cacciare con i denti e a mani nude il proprio cibo??), non ha artigli affilati per cacciare, non ha una dentatura adatta ad azzannare e strappare la carne da un cadavere, non ha un apparato intestinale in grado di liberarsi velocemente dalle tossine prodotte dal metabolismo delle proteine animali e non possiede neppure l'uricasi (enzima che neutralizza l'eccesso di acido urico derivato dalla degradazione proteica). L'essere umano ha un pollice opponibile semplicemente perché è un raccoglitore, per nutrirsi sostanzialmente di frutta ed eventualmente di semi, germogli, verdure. Non dimentichiamo che l'habitat originario umano è, non a caso, la fascia intertropicale, ricchissima di frutta.

Come mai l'essere umano, se nasce fruttariano, ha iniziato a nutrirsi anche di carne e cereali? La risposta sembra risiedere nell'adattamento ai cambiamenti climatici planetari. La vita sulla Terra è comparsa circa 4,5 miliardi di anni fa; i primi ominidi sono apparsi 2-2,5 milioni di anni fa in Africa, mentre l'Homo sapiens (da cui noi deriviamo direttamente) è apparso circa 200.000 anni fa, sempre in Africa, e, successivamente, ha iniziato a migrare in Europa ed in Asia. Gli sconvolgimenti climatici avvenuti tra i 200.000 e i 120.000 anni fa (nell'era detta Pleistocene) comportarono un'avanzata dei ghiacci sulle regioni euroasiatiche ed intensissime precipitazioni in Africa, seguite da un periodo di forte inaridimento che diede origine alla Savana. L'essere umano, per sopravvivere, dovette adattarsi a mangiare la carne dei cadaveri lasciati dai predatori e progressivamente imparare a cacciare. L'introduzione di cereali coltivati e latte nella dieta avvenne circa 10-15.000 anni fa, quando l'essere umano iniziò a dedicarsi all'agricoltura e all'allevamento.

L'evoluzione dell'essere umano

E' solo grazie all'uso del fuoco che l'essere umano è potuto diventare prima un carnivoro e poi un cerealivoro, poiché le sue caratteristiche anatomiche naturali, da sole, non lo avrebbero consentito. Eppure, nonostante le centinaia di migliaia di anni di nutrizione carnea, ancora oggi la dentatura dell'essere umano non è adatta ad uccidere a morsi un animale e a strapparne a brandelli la carne, l'intestino non si è accorciato, lo stomaco non ha sviluppato la forte acidità tipica dei carnivori, ecc… insomma, la carne non è affatto diventata un cibo per noi fisiologico. Oltre a nutrirci di cibi non fisiologici che, a lungo andare, sono dannosi per la salute dell'organismo, esiste un altro importante problema nell'alimentazione umana, che è quello relativo alla cottura del cibo.

CIBO COTTO VS CIBO CRUDO

"L'uomo non ha alcun bisogno di cuocere i propri cibi.
La cottura distrugge gli elementi più vitali e gli alimenti che non si possono mangiare crudi
non erano evidentemente destinati dalla natura a nutrirci. Noi sciupiamo una enorme quantità del nostro tempo prezioso per cuocere i nostri cibi, senza alcun bisogno.
Vivendo solo di vegetali non cotti, quanti soldi, quanto tempo, quanta energia si potrebbero risparmiare, devolvendo queste varie forze a scopi infinitamente più utili e migliori!"

Mahatma Gandhi

Nessun animale in Natura mangia cibo cotto. Solo l'essere umano, l'animale più ammalato del pianeta, utilizza la cottura per poter ingerire dei cibi che altrimenti non potrebbero essere assunti (perché non digeribili o tossici o a rischio di contaminazione microbiologica), oltre che per rendere le pietanze più saporite. Purtroppo l'essere umano ha coinvolto anche gli animali a lui più vicini in questa abitudine deleteria.
Il problema della cottura è che non solo denatura molte sostanze nutritive contenute nel cibo ma soprattutto distrugge la vitalità degli alimenti; un seme cotto, infatti, non germoglierà mai più. E' facilmente verificabile con l'esperienza personale, per chi avesse voglia di sperimentarlo, come il nutrirsi di morte danneggi e spenga lentamente la vitalità, mentre il nutrirsi di cibo vivo (in inglese living food) aumenti la vitalità, la salute e il benessere su tutti i piani del nostro essere.

Il Dr. Paul Kouchakoff, medico svizzero di Losanna, dopo anni di studi su migliaia di persone, in un suo saggio del 1937 ha dimostrato che ogni volta che consumiamo del cibo cotto si produce nell'organismo una leucocitosi, cioè un aumento dei globuli bianchi, caratteristico, ad esempio, delle infezioni. I leucociti aumentano per circa mezz'ora e solo dopo 90 minuti tornano ai valori normali; un tale aumento non si verifica assumendo i cibi crudi e viene ridotto ingerendo cibi crudi prima ed assieme ai cibi cotti. E' come se l'alimento cotto venisse visto come un aggressore, per cui le difese immunitarie si attivano. La leucocitosi digestiva era in parte già conosciuta, ma veniva considerato un fenomeno fisiologico, quando - evidentemente - tanto fisiologico non è.

Leucocitosi digestiva

L'ingestione di alimenti cotti causa un aumento dei globuli bianchi come nelle infezioni

Il Crudismo o Raw Food (lett. Alimentazione cruda, intatta, grezza) prevede l'utilizzo di cibi non cotti o cotti comunque non oltre i 40°, temperatura che permette di non disperdere gli enzimi, le vitamine, l'ossigeno, i minerali e le sostanze nutritive e vitali presenti nei cibi crudi. Sebbene ci siano varie forme di crudismo, quello per eccellenza ed il più salutare è il Crudismo Vegano. Mangiare crudo non significa però non "cucinare" il proprio cibo, esiste una specifica arte culinaria crudista che utilizza la marinatura, l'essicazione sotto i 40°, l'insaporimento con vari tipi di olio, spezie ed erbe, la frullatura, la centrifugazione, lo sminuzzamento ed alcuni tagli speciali (ad es. la riduzione degli zucchini a spaghetti). Per approfondire e scoprire moltissime ricette puoi leggere: "Solo Crudo" di Stefano Momentè e Sara Cargnello (Macro Edizioni) e "Il Crudo è Servito" di Lucia Giovannini e Giuseppe Cocca (My Life Edizioni).

Libri sul crudismo

In America il crudismo ha avuto una tale diffusione che esistono molti ristoranti in cui si servono solo pietanze crude; moltissimi personaggi dello spettacolo lo hanno adottato, ad esempio: Demi Moore, Cher, Uma Thurman, Mel Gibson, Robin Williams, Pierce Brosnan, Barbara Streisand, Beyonce, David Bowie.

preparazioni crudiste

A sinistra piatti del ristorante raw (crudo) Quintessence di New York
A destra una fetta di dolce crudista

Il problema principale della cottura dei cibi è che ne altera la struttura, coagula le proteine e ne distrugge il contenuto enzimatico. Un eccessivo calore di cottura ed abbondanti dosi d'acqua possono distruggere circa il 50% delle vitamine termolabili e idrosolubili presenti nelle verdure (vitamina C, B1, B2, PP, B5, B9, E, A), inoltre si può avere la dispersione in acqua dei sali minerali. Dalla rottura delle molecole di trigliceridi si formano acidi grassi liberi e glicerina, che in parte si trasforma in una sostanza tossica chiamata acroleina. I grassi cotti ritardano l'assorbimento di calcio, magnesio, ferro e rallentano lo sviluppo delle ossa. E' vero che i cibi cotti risultano più appetitosi, allo stesso tempo il cibo cotto inibisce il naturale senso di sazietà e induce a magiare più del necessario.

In sintesi il crudismo afferma che il cibo cotto è cibo morto e come tale danneggia l'organismo umano.

"Gli alimenti cotti sono alimenti morti. Il cibo cotto è la più grande maledizione umana!"
prof. Byron Tyler

La scienza ufficiale non prende ancora in considerazione il flusso e la qualità dell'energia vitale (biomagnetica) come fattore di benessere, ma iniziano ad essere presenti apparecchi elettromedicali utilizzati da medici non convenzionali che misurano il bioelettromagnetismo (Vega Test,Test secondo Morell e Rasche - MORA, Organometria Funzionale o EAV, ecc.).

L'ingegnere francese Andrè Simoneton - dopo essere guarito grazie al vegetarianesimo da un quadro clinico dato per incurabile - ha scoperto che le radiazioni emesse da un organismo sano si aggirano intorno a 6500 Angstrom e scendono in condizioni di malattia o cattiva alimentazione. Simoneton ebbe così modo di dividere gli alimenti in tre categorie principali a seconda della loro radiazione energetica:

1) Alimenti morti (cibi cotti o conservati, margarina, pasticceria industriale, alcool, liquori, zucchero bianco): questi prodotti hanno radiazioni nulle o quasi nulle.

2) Alimenti inferiori (carne, salumi, uova non fresche, latte bollito, caffè, tè, cioccolato non crudista, marmellate, formaggi, pane bianco, formaggi fermentati): questi cibi hanno radiazioni inferiori a 5000 Angstrom.

3) Alimenti superiori: frutta cruda e matura e verdura cruda e fresca, germogli, cereali in chicco, frutta oleosa: questi cibi hanno radiazioni molto elevate tra 8000 e 10000 Angstrom. Minore il tempo passato dalla raccolta e maggiori sono le radiazioni.

VANTAGGI DEL CRUDISMO VEGANO

(questi vantaggi dipendono molto da come viene condotta la dieta crudista
e dalla sua maggiore o minore integralità
)

La salute nella frutta

PROBLEMI CONNESSI AL CRUDISMO

CONSIGLI IMPORTANTI PER CHI VOLESSE AVVICINARSI AL CRUDISMO

E' naturale in una fase di transizione avere fame, percepire un senso di vuoto ed anche avere dei disturbi fisici (dati sia dal processo di disintossicazione, sia dall'apparato digerente che deve tornare alla sua efficienza originaria). In seguito la fame si attenua moltissimo e viene apprezzato molto il senso di leggerezza e pulizia che il corpo raggiunge.
E' importante, soprattutto nella fase di transizione, mangiare sempre con soddisfazione e non vivere in regime di privazione e punizione. Arrivare a mangiare sola frutta e verdura e sentirsi perfettamente appagati richiede spesso dei passi intermedi ed è essenziale accettare questa necessità di mediazione senza voler strafare. Sebbene qualcuno sia in grado di passare al crudismo senza alcuna transizione, per la maggior parte delle persone sono necessari mesi o anni per arrivare al crudismo completo ed è bene ricordare che già una dieta crudista al 70% è straordinariamente salutare. Ascolta sempre il tuo corpo e non cercare di forzarlo.

SITI DI APPROFONDIMENTO
SUL VEGANESIMO E SUL CRUDISMO VEGANO

Vegan Online
www.scienzavegetariana.it
www.promiseland.it
www.vegetariani.it
www.vegan3000.info
www.valdovaccaro.blogspot.it
www.veganitalia.com
www.viverevegan.org

www.saltonelcrudo.it
www.crudismo.com
www.cibocrudo.com
www.cacaopuro.com
http://tuttocrudo.blogspot.it
http://afuocospento.blogspot.it

Gruppo Facebook: "Crudismo Facile - La Via Armoniosa del Crudismo Salutare"
www.facebook.com/groups/164356560274290


:: RINGRAZIAMENTO ::

Un sentito ringraziamento a Rosanna Gosamo
(Counselor ed Esperta in Alimentazione Naturale e Crudismo)
per la revisione della dispensa.

Sito web: www.megliocrudo.it

 


Clicca qui per leggere o scaricare il PDF
con la dispensa gratuita su "Alimentazione ed Energia Vitale"

Scarica la dispensa gratuita


 

Elenco lezioni del percorso Holos - Scienze Noetiche

Alimentazione Naturale
Manuale pratico di igienismo-naturale - La rivoluzione vegetariana: mangiare bene per vivere meglio.
Valdo Vaccaro
Anima Edizioni

 

 

Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco
La Dieta Senza Muco è una dieta per chi è sano e vuole restare tale e per chi vuole guarire da qualche disturbo. I principi che si apprendono se applicati ci permettono di avere una vita attiva ed energica..
Prof. Arnold Ehret
Ed. Juppiter Consulting

 

 

Solo Crudo
Una guida completa, rivolta a quanti vogliono conoscere e sperimentare l’affascinante mondo dell’alimentazione veramente naturale. Ad ogni pagina tante risposte sul cibo crudo (Raw Food).
Stefano Momentè, Sara Cargnello
Macro Edizioni

 

 

Il Crudo è Servito
Se pensi che il crudismo sia mangiare una foglia di lattuga e una carota, stando seduti nella posizione del loto, ti sbagli. Non è niente di tutto ciò. I piatti sono davvero deliziosi e saporiti e si possono integrare facilmente nella propria alimentazione.
Lucia Giovannini, Giuseppe Cocca
My Life Edizioni

 

 

Il rapporto mente-cibo
Il testo spiega come nascono gli schemi mentali che si sostituiscono alla coscienza nel gestire le scelte alimentari e comportamentali e rivela come queste siano quasi sempre determinate dal fisiologico funzionamento della mente e non da particolari patologie.
Michele Riefoli
Armando Editore

 

 

Il digiuno può salvarvi la vita
Un classico sul potere terapeutico del digiuno. Il testo più conosciuto e approfondito sul valore del digiuno quale strumento per purificare e rigenerare gli organi e i tessuti del corpo e guarire anche malattie dege-nerative.
Herbert Shelton
Igiene Naturale Edizioni

 

 

Meglio Crudo
La guida più completa sul crudismo e sui suoi benefici per la salute, suddivisa in tre sezioni, con oltre 70 buone ricette per affrontare la fase di transizione e quella crudista vera e propria con facilità e gusto.
Rosanna Gosamo
Sonda Edizioni

 

 

The Detox Miracle - Guida Completa

The Detox Miracle - Guida Completa
Questo libro è una vera guida di riferimento e un dizionario per la salute e la vitalità del corpo. Alimenti Crudi ed Erbe per una completa Rigenerazione Cellulare Rivitalizzare Ogni sistema dell’organismo Potenziare la Forza Curativa della Natura Depurare dalle tossine - Curare le Cause della Malattia
Robert S. Morse
Taita Press Edizioni

 

 

Frullato e Mangiato

Frullato e Mangiato
Succhi e frullati rappresentano la maniera più facile e veloce (e gustosa!) di nutrirsi in modo sano e aumentare la percentuale di frutta e verdura cruda (piene di sostanze nutritive) nella nostra alimentazione.
Lucia Giovannini, Giuseppe Cocca, Laura Cuccato
My Life Edizioni

 

 

The Detox Miracle - Guida Completa

Fermare e Guarire il Diabete Senza Farmaci e Insulina (Crudo & Semplice) - DVD
Un esperimento unico al mondo per guarire il diabete: una malattia sempre più diffusa, anche tra i bambini, a causa di scorrette abitudini alimentari. con una dieta naturale basata su cibo biologico, frutta e verdure crude, è possibile prevenire e ridurre il diabete.
Alex Ortner
Macro Video

 

 

La Cucina Crudista Alcalina

La Cucina Crudista Alcalina
Sperimenta anche tu la possibilità di autoguarigione, di digestione silenziosa e di benessere totale con la cucina crudista e alcalina. Da una famosa Raw Vegan Chef uno splendido libro per seguire uno stile di vita alcalino.
Elena Dal Forno
Macro Edizioni

 

 

Mangiar Crudo per Vivere Sani - Raw Food

Mangiar Crudo per Vivere Sani - Raw Food
Una dieta crudista - o Raw Food - per essere salutistica deve seguire determinate regole e non essere approssimativa. Renè Andreani, esperto da decenni di alimentazione naturale e vegetariana, ci illustra come seguire questa dieta e quali vantaggi se ne possono trarre.
René Andreani
Macro Edizioni

 

 

The Detox Miracle - Guida Completa

L'Essenza del Crudo - Oltre 180 ricette crudiste, vegan e biologiche
Tutte le ricette sono suddivise in pratiche sezioni di facile e immediata consultazione: per generi (bevande, zuppe, insalate, pàté); per metodo di preparazione (fermentazione e disidratazione); per tipologie (antipasti, piatti unici, dolci e dessert).
David Côtè, Mathieu Gallant
Sonda Edizioni

 

 

Crudismo in Pratica - DVD

Crudismo in Pratica - DVD
Il Crudismo è il vero modello alimentare anti-age ed è il più adatto alle nostre esigenze metaboliche, energetiche, fìsiche, emotive e mentali perché mantiene inalterati i principi nutritivi dei cibi.
Giuseppe Cocca
My Life Edizioni

 

 

La Rivoluzione Crudista

La Rivoluzione Crudista
Vuoi perdere peso guadagnandoci in salute? Sei stanco di contare le calorie o di sottostare a mini porzioni che ti lasciano ancora più affamato? La rivoluzione crudista dimostra che è possibile tornare in forma e fare il pieno di energia mangiando con gusto e soddisfazione.
Cherie Soria, Brenda Davis, Vesanto Melina
Il Punto d'Incontro Edizioni