Logo del sito Scienze Noetiche

Home “HOLOS” “SYNTHESIS” 240 Conferenze Raphael Percorso Online di Sviluppo Integrale Mailing-list Chi sono Disclaimer

DEFUSIONE EMOZIONALE
«I principi della Identità del Sé attraverso l'Ho'oponopono»

[1]  [2]

STORIA, TEORIA E PRATICA DELL' HO'OPONOPONO [ Parte 1 ]



PUNTI CHIAVE DELL'HO'OPONOPONO

1. L'universo fisico è una manifestazione dei miei pensieri.
2. Se i miei pensieri sono negativi creano una realtà fisica negativa.
3. Se i miei pensieri sono perfetti creano una realtà fisica colma di Amore.
4. Io sono al 100% responsabile nel creare il mio universo fisico così com'è.
5. Io sono al 100% responsabile nel correggere i pensieri negativi
che creano una realtà indesiderata.

6. Non esiste nulla là fuori! Ogni cosa esiste come un pensiero nella mia mente.

L'Ho'oponopono - che in hawaiano significa "mettere le cose al giusto posto" - è una metodica di purificazione e guarigione che deriva dalla tradizione Kahuna, lo Sciamanesimo Hawaiano (kahuna letteralmente significa: "colui che detiene un segreto", per esteso indica chiunque sia esperto in qualcosa).
Secondo molte culture polinesiane i problemi di una persona (rabbia, recriminazioni, senso di colpa, ecc.) causano malattia per sé e per la famiglia o la comunità. La guarigione inizia con la confessione dell'errore. Nella pratica dell'Ho'oponopono tradizionale un kahuna lapa'au (uno sciamano guaritore) guida la riunione dei membri coinvolti nel problema in una preghiera iniziale e poi nella discussione e nella confessione. Il problema può essere risolto solo quando tutti hanno mostrato un sentimento di pentimento e di perdono. Ci si aspetta che tutti collaborino e non che rimangano fermi su posizioni di accusa. Uno o più momenti di silenzio possono essere intramezzati per aiutare la riflessione e, alla fine, ciascuno libera, rilascia gli altri. Il passato viene chiuso e con una festa cerimoniale si conclude l'evento.

Nel 1976 Morrnah Nalamaku Simeona (1913-1992), una Kahuna Lapa'au insignita nel 1983 del titolo di "Tesoro vivente delle Hawaii", iniziò a modernizzare la procedura facendola diventare da inter-personale a intra-personale. In questo cambiamento fu influenzata dalla sua educazione cristiana, dagli studi filosofici sull'Induismo e dalle letture di Edgar Cayce. La nuova procedura era basata sull'armonizzazione delle tre parti interiori di sé (Sovraconscio/ Aumakua/ Padre, Conscio/ Uhane/  Madre - Subconscio/ Unihipili/ Figlio) che, una volta in equilibrio, potevano tornare a risuonare perfettamente con Dio.



Morrnah Nalamaku Simeona, colei che ha codificato l'Ho'oponopono moderno


Simeona presentò il suo metodo alle Nazioni Unite, in molti stati Usa e in almeno altre quattordici nazioni, tra cui Germania, Francia, Svizzera, Russia e Giappone. Scrisse "Identità del Sé attraverso Ho'oponopono - Base 1", "Base 2" (da leggere dopo due anni di pratica) e "Base 3" (da leggere dopo cinque anni di pratica). I periodi di pratica erano considerati necessari per sviluppare un profondo rispetto per la Presenza Divina.

Nel metodo di Simeona la risoluzione di un problema, essenzialmente, viene affidata a Dio tramite una specifica invocazione (di cui esistono più versioni). Spesso ricorre la frase finale: "Ed è fatto!" che stabilisce che l'arbitrio dell'essere umano lascia completamente il posto a Dio! Di seguito due formulazioni utilizzate che ho rintracciato online da siti in lingua inglese.

Divino Creatore: Padre, Madre, Figlio in Uno.

Se io (noi) ____________________, la mia (la nostra) famiglia, I miei (nostri) parenti e I miei (nostri) avi abbiamo offeso te, ____________________ la tua famiglia, i tuoi parenti o i tuoi avi, con pensieri, parole ed azioni dall'inizio della creazione al presente.

Umilmente, umilmente, io (noi) ti chiediamo (chiediamo a tutti voi) perdono per tutti i miei (nostri) errori, risentimenti, colpe, acredini, cattiverie, traumi, dolori, offese, blocchi, ecc. , che io (noi) ho (abbiamo) accumulato dall'inizio fino al presente, per favore perdonami!

(Risposta) Si, _________________, io (noi) ti perdoniamo!

Lascia che quest'acqua pulisca, purifichi e mi (ci) liberi, chi ha offeso e chi è stato offeso, dai vincoli spirituali, mentali, materiali, finanziari e karmici. (Nota: oggi l'uso dell'acqua non è strettamente necessario, un gesto simbolico di spruzzare può essere sufficiente).

Espelli dai nostri banchi di memoria tutti i blocchi e le memorie non desiderate e negative che ci collegano, ci annodano, ci legano e ci vincolano assieme.

Spezza, libera, slega e rilascia queste memorie e blocchi non voluti.

Trasmuta queste energie indesiderate in "Pura Luce"!

Riempi gli spazi che queste energie occupavano con la Luce Divina!

Lascia che l'Ordine Divino, la Luce, l'Amore, la Pace, l'Equilibrio, la Comprensione, la Gioia , la Saggezza e l'Abbondanza si manifestino per noi attraverso il Potere Divino del Divino Padre, Creatore di tutta la vita, Madre, Figlio in Uno, nel quale noi troviamo supporto, riposo e ritroviamo il nostro essere . Ora e per sempre. Amen!


"The Script" è un'altra versione dell'invocazione di Simeona che potete trovare nella sua versione originale in inglese all'indirizzo: www.squidoo.com/the-script

Spirito/ Superconscio, per favore localizza l'origine dei miei sentimenti /pensieri di
(inserisci il sentimento negativo ciò che vuoi risolvere sotto)
 _______________________

Riporta ogni livello, strato, area ed aspetto del mio Essere alle origini.
Analizza e risolvi tutto perfettamente, con la Verità di Dio.

Attraversa tutte le generazioni del tempo e dell'eternità, guarendo ogni problema
e le sue ramificazioni a partire dall'origine.

Fallo in accordo con il volere di Dio affinché io sia, nel presente, colmo di Luce e Verità, dell'Amore e della Pace di Dio, di perdono per me stesso per le mie percezioni erronee,
di perdono per ogni persona, luogo, circostanza ed evento
che abbia contribuito a questo sentimento/pensiero.

Con il Perdono Totale e l'Amore Incondizionato io permetto ad ogni problema fisico, mentale, emozionale e spirituale e ai comportamenti inappropriati basati sulle origini negative registrate nel mio DNA, di trasformarsi.

Io scelgo di essere __________________

Io mi sento ______________________

Io sono _____________________

(inserisci il positivo di ciò che vuoi essere negli spazi bianchi)

Ed è fatto! E' guarito! Adesso è compiuto!

Grazie, Spirito, per essere venuto in mio aiuto ed avermi aiutato a realizzare
la pienezza della mia creazione. Grazie, grazie, grazie!
Ti amo e prego Dio, da cui provengono tutte le benedizioni.

Come l'Hoponopono è arrivato fino a noi


Nel dicembre 1982 lo psicologo dr. Ihaleakala Hew Len apprese da Simeona l'Ho'oponopono, con qualche resistenza iniziale, quella stessa resistenza che ciascuno di noi potrebbe incontrare di fronte ad una metodica tanto fuori dall'ordinario. Per ben due volte, infatti, dopo aver già pagato la retta di iscrizione, uscì dalla sala dove si teneva il seminario (un suo commento fu: "Parlava con gli spiriti e sembrava matta!"). Solo al terzo tentativo il dr. Len si impegnò a partecipare fino in fondo al seminario e, da quel momento, la sua vita cambiò per sempre! Da allora fino al momento della morte di Simeona (avvenuta nel1992), sarà a fianco della Maestra; dieci anni intensi in cui apprende il senso profondo dell'Identità del Sé e in cui si impegna a trasmetterlo all'umanità.

Le luci della ribalta internazionale sull'Ho'oponopono arrivano solo nel 2006 grazie ad un articolo apparso sul web ("Il terapeuta più strano del mondo" - "The World's Most Unusual Therapist") scritto da Joe Vitale, un esperto motivazionale già apparso in "The Secret". L'articolo inizia cosi:

"Due anni fa, sentii parlare di un terapeuta che, alle Hawaii, curò un intero reparto di pazzi criminali, senza mai vederne nemmeno uno. Lo psicologo studiava la cartella di uno dei pazienti e guardava dentro di sé per vedere come aveva creato la malattia di quella persona. Migliorando se stesso, il paziente migliorava!

Quando sentii questa storia per la prima volta, pensai fosse una leggenda urbana. Come potrebbe qualcuno guarire qualcun altro, guarendo sé stesso? Come potrebbe, anche il più grande maestro di auto-miglioramento curare un pazzo criminale? Non aveva alcun senso. Non era logico, quindi accantonai la storia. Ad ogni modo, la sentii nuovamente un anno dopo. Seppi che il terapeuta aveva usato un processo di guarigione hawaiano chiamato Ho'oponopono. Non ne avevo mai sentito parlare, tuttavia non riuscivo a togliermelo dalla mente. Se la storia fosse stata vera, avrei dovuto saperne di più."

Leggi l'intero articolo su: http://www.rosacroceoggi.org/ho-oponopono/storia.htm

L'articolo viene letto da milioni di persone e questo stimola Joe Vitale a scrivere, nel 2007, "Zero Limits", un libro in cui sviscera tutto ciò che è riuscito ad apprendere sull'Ho'oponopono. Ritengo che dobbiamo molto a Joe Vitale per aver avuto la lungimiranza di intuire l'enorme valore di questo metodo, ancora prima di aver compreso con esattezza di cosa si trattasse, e per averlo condiviso con tutti!



Joe Vitale e il dr. Len (il berretto da baseball, che non toglie mai,
dice che gli serve per ricordarsi di non essere intellettuale)


Tramite la pratica dell'Identità del Sé attraverso l'Ho'oponopono, il dr. Len è stato capace di curare un intero reparto di psichiatria criminale all'Hawaii State Hospital, dove ha prestato servizio dal 1984 al 1987. Il reparto era ad alta sicurezza, i pazienti venivano legati, gli episodi di violenza erano all'ordine del giorno, i congedi per malattia del personale erano frequenti, lo stato della struttura era pessimo e non esistevano programmi riabilitativi. Dopo i tre anni di lavoro su di sé, in cui il dr. Len non ha praticamente mai visitato i suoi pazienti ma ha solo fatto Ho'oponopono in modo costante, le celle di isolamento non erano più in uso, gli atti di violenza erano estremamente rari, i pazienti iniziavano responsabilmente ad occuparsi di sé e vari programmi di riabilitazione erano avviati. Il reparto stesso migliorò molto anche dal punto di vista materiale e logistico e la qualità della vita fu nettamente migliorata. Da lì a poco il reparto sarebbe stato chiuso definitivamente, tutti i pazienti vennero rilasciati tranne due (che non guarirono mai e che furono così trasferiti altrove).

L'intera storia è stata confermata a Joe Vitale da Omaka-A-Kala Hamaguchi, che nel periodo in cui il dr. Len ha lavorato in ospedale faceva l'assistente sociale. Hamaguchi osservò di persona gli incredibili cambiamenti avviati da questo strano psicologo che "sembrava non fare quasi nulla. Non faceva esami, accertamenti, diagnosi, non forniva terapie e non faceva nessun test psicologico. Arrivava spesso in ritardo e non partecipava alle riunioni sui casi clinici!"


Come funziona l'Ho'oponopono


Alla base dell'Identità del Sé attraverso l'Ho'oponopono c'è il concetto dell'assunzione di responsabilità al 100% su tutto ciò che ci accade, direttamente o indirettamente. Se una cosa si presenta nella nostra vita, allora ne siamo responsabili al 100%; l'abbiamo letteralmente creata noi e, come l'abbiamo creata, possiamo anche lasciarla andare.

Questo significa che se siamo dei terapeuti e si presenta a noi un paziente malato di cancro . noi abbiamo creato quel cancro. Se abbiamo un capo di governo che non ci piace . noi abbiamo messo quella persona al potere. Se vediamo un incidente avvenire davanti ai nostri occhi o anche se, semplicemente, vediamo la notizia al telegiornale . noi abbiamo creato quell'incidente! E così via, nel bene e nel male, per tutto ciò che arriva nella sfera della nostra percezione! Noi siamo i responsabili, al 100%, di ciò che percepiamo perché creiamo la realtà istante per istante: tutto ciò che sta intorno a te in questo preciso momento, lo hai creato tu!

Il concetto in sé è sconvolgente e non facile da accettare, dona però anche il 100% di libertà! Se noi non avessimo creato la realtà che sperimentiamo non potremmo neppure cambiarla. Ricordiamoci che è solo a partire da questo principio che il dr. Len ha potuto curare un reparto intero di criminali psichiatrici; solo assumendosi il 100% di responsabilità di tutto ciò che lo sconvolgeva nel leggere le schede dei suoi pazienti!

Secondo me possiamo concepire che la realtà è una nostra creazione al 100% in due modi:

1) considerando la realtà un sogno (concetto presente in varie visioni esoteriche e spirituali), per cui ogni aspetto che scorgiamo non è altro che una sfumatura del sogno che stiamo facendo;

2) considerando la realtà una mutuo accordo tra soggetti, anche se del tutto inconsapevole. Vengono giocati dei ruoli reciproci sulla base delle aspettative di chi sta interagendo con noi.

Da questo secondo punto di vista, ciascuno invita nella propria realtà le altre persone e questo avviene con una precisione totale, tramite un meccanismo "chiave-serratura" assolutamente perfetto: una donna che ha bisogno di un carnefice sul piano relazionale, che le faccia un certo tipo di violenza verbale e le dimostri con i fatti che, per lui, lei non vale nulla, troverà la persona esatta per soddisfare i propri bisogni inconsci e - allo stesso tempo - sarà la vittima ideale per quel determinato carnefice . lei cercava lui e lui cercava lei ed inevitabilmente si trovano!

In quest'ottica noi chiediamo agli altri non solo di condividere la nostra realtà, ma anche di comportarsi secondo le nostre aspettative. Gli altri fanno lo stesso con noi e ciascuno è perfetto nel proprio ruolo!
Chi abbiamo invitato nella nostra vita? Chiunque compaia nel nostro campo percettivo! Che sia una persona a noi vicina o un assassino di cui abbiamo letto di sfuggita nel giornale.

Se abbiamo un capo autoritario e dispotico, lui esiste nella nostra vita solo perché era ciò che inconsciamente volevamo e che, quindi, abbiamo attratto. Se modifichiamo interiormente la nostra concezione del rapporto con l'autorità, si modificherà anche l'atteggiamento del capo nei nostri confronti e questo potrà avvenire in due modi: a) il nostro capo sceglie di vivere una nuova realtà in cui progressivamente rispettare i propri sottoposti; b) il nostro capo non ha nessuna intenzione di modificare il suo atteggiamento e, in tal caso arriverà un altro capo (o perché l'azienda cambia i suoi dirigenti o perché noi cambiamo azienda, il tutto secondo le "linee di minor resistenza", quelle in cui il cambiamento è più semplice e fluido).
Ogni persona può scegliere di entrare o no nella nostra realtà; ma se vi entra si impegna anche a comportarsi come noi vogliamo che si comporti, di fatto perché è come lei stessa ha scelto di comportarsi. Anche noi ci impegniamo a comportarci come lei ci vuole, perché è esattamente il modo in cui noi stessi abbiamo scelto di agire.


Le scelte che portano in essere la realtà che sperimentiamo possono avere due origini: a) sorgere dalle memorie condivise dell'umanità, dalla sua creazione ad oggi (memorie che, né più né meno, sono completa spazzatura); b) nascere direttamente dall'ispirazione Divina del Qui ed Ora. In effetti, secondo l'Ho'oponopono noi non abbiamo il controllo della nostra vita, però possiamo solo scegliere se essere guidati dalle memorie o dall'ispirazione! Quindi chi decide per noi? O le memorie del passato (le spine) o l'ispirazione divina (la rosa). Secondo l'Ho'oponopono noi abbiamo il potere di scegliere ma nessun controllo!

La rosa è l'Ispirazione e le spine sono le memorie


Le memorie risiedono nel subconscio e sono sempre erronee, distorcono la perfezione del Divino che è in noi! Ognuno è perfetto, ciò che non sono perfette sono le memorie subconscie e tali memorie prendono le decisioni per noi. Con un'adeguata pulizia possiamo far sì che il Divino ci invii i giusti suggerimenti (le ispirazioni) e noi possiamo così seguire correttamente il flusso della Vita!

Lo scopo dell'Ho'oponopono in sintesi è:

1) Connettersi con la Divinità istante per istante.
2) Chiedere che quell'istante, con tutto ciò che contiene, sia pulito e purificato dalle memorie. Questa pulizia solo la Divinità è in grado di farla!

La pratica fondamentale dell'Identità del Sé attraverso l'Ho'oponopono,
così come ci è stata trasmessa dal dr. Len, è la ripetizione di quattro frasi:

"Ti amo. Mi dispiace. Ti prego, perdonami. Grazie!"


La frase completa va ripetuta incessantemente e permette di purificare tutto ciò che cade sotto la nostra attenzione. Contiene le vibrazioni energetiche di Forze Spirituali molto potenti: l'Amore, l'Assunzione di Responsabilità insieme al Pentimento, il Perdono, la Gratitudine. Nel pronunciare le frasi possiamo entrare in sintonia, consapevolmente, con queste Forze, ma anche il solo ripetere un po' meccanicamente le frasi offre dei notevoli risultati, le Forze Divine agiranno comunque!

Ho'oponopono è, quindi, una metodica di libertà dal passato, che permette di liberare l'Anima dalle memorie erronee per sperimentare la dolcezza e la purezza della Divinità! Di fatto, noi non siamo qua sulla Terra per salvare nessuno - gli altri sono già perfetti - ma solo per pulirci dalle memorie. Tale pulizia permette di percepire nuovamente l'unità con il Divino e di vivere nella perfezione che ci è destinata! Solo l'ispirazione, infatti, permette di agire in conformità a tale Perfezione.
L'Identità del Sé attraverso l'Ho'oponopono è in grado di portare i miracoli nella vita di ogni praticante, ma non è un metodo facile, richiede una pulizia costante, incessante. A titolo di esempio il dr. Hew Len beve acqua blu solarizzata (un cleaning tool, vedi più sotto) dal momento in cui si sveglia fino a quando va a letto ed applica in modo continuativo le frasi di purificazione.

Secondo questa concezione ogni dolore che sperimentiamo non è altro che una memoria! Gli eventi dolorosi che viviamo non sono la causa del nostro dolore, ma solo la conseguenza delle memorie di sofferenza che erano già dentro di noi. Sono loro che hanno creato il dolore e che lo continueranno a creare e a ricreare ancora. Il dr. Len fa notare che Shakespeare chiamava queste sofferenze "pianti già pianti". Non sarebbe ora di smettere di piangerli? "Io sono l'auto-consumatore dei miei dolori" affermava il poeta inglese John Clare, sintetizzando così la miseria che, in effetti, ciascuno di noi vive nel quotidiano.

Attraverso l'Ho'oponopono colleghiamo la nostra identità, la nostra mente con la Sorgente Originaria. A connessione avvenuta chiediamo all'Amore o Dio di correggere i pensieri erronei che sono diventati il problema su cui abbiamo portato l'attenzione. In pratica non facciamo altro che connetterci alla Fonte Divina e chiedere che ci aiuti a rilasciare tutti i pensieri erronei, le credenze limitanti consce o inconsce che hanno generato il problema con cui ci stiamo confrontando.
Quando un terapeuta opera tramite l'Ho'oponopono su un paziente in pratica chiede: "Mi dispiace per i miei pensieri erronei che hanno provocato il problema a me e al mio paziente, ti prego, perdonami!" La richiesta è un metodo che si basa su: 1) responsabilizzazione, 2) pentimento, 3) perdono. L'Amore inizia il processo mistico di trasmutazione dei pensieri erronei in modo da liberare la mente, facendola tornare allo stato di Vuoto, al Livello Zero, il livello della vera libertà.

Ciascuno di noi può, quindi, utilizzare tutte le persone che entrano nella propria vita per portare a compimento la propria completa guarigione. Questo è un aspetto sorprendente dell'Ho'oponopono! Durante un seminario in Irlanda il dr. Len ha affermato: "Io sono un consulente nelle Hawaii, guadagno $ 500 l'ora, quindi non ho bisogno di fare seminari. Io faccio seminari al solo scopo di guarirmi. E voi siete le persone che io ho invitato ad entrare nella mia realtà per poter guarire me stesso."

Le frasi possono essere ripetute nella loro formulazione standard, oppure possiamo assemblarle in modo creativo, ad esempio ripetendo: "Ti Amo, Ti Amo, Ti Amo, Ti amo, Ti Amo, Ti Amo, Ti Amo, ." e poi ogni tanto "Ti prego Perdonami!" o "Grazie!" oppure inserendo delle invocazioni personali: "Dio Padre, Madre e Figlio in Uno, ti prego di ripulirmi da tutti i pensieri erronei e da tutte le emozioni negative che stanno agendo in (questa situazione)". Personalmente a volte uso la ripetizione "Grazie Dio, Grazie Dio, Grazie Dio, ." che mi mette nella percezione che il cambiamento e la necessaria pulizia siano già avvenuti, o anche la formula "Nell'Amore e nel Perdono di Dio mi Purifico completamente e torno allo Zero!"

Il dr. Len ha specificato anche che la frase: "Ti Amo" sovrasta di importanza le altre tre e se qualcuno si sentisse a disagio nei passaggi successivi può anche saltarli. Il pentimento non va inteso, comunque, nella comune accezione religiosa, piuttosto come un chiedere scusa per il fatto di essere stato incosciente nell'aver fatto agire una memoria, che ha determinato il problema che stiamo trattando.

[1]  [2]

 



Il Grande Libro di Ho'Oponopono
Che cos’è e come si pratica Ho’oponopono; il perdono quale via di serenità e felicità interiore Ho’oponopono e la PNL: il potere delle parole Ho’oponopono come tecnica di guarigione della psiche: l’influenza dei ricordi Spiritualità quotidiana: la presenza di Ho’oponopono nelle grandi religioni
Luc Bodin, Nathalie Bodin, Jean Graciet
Ed. Il Punto d'Incontro

 

 

 

Ho'Oponopono
I segreti dei guaritori hawaiani
Luc Bodin, Maria Elisa Hurtado-Graciet
Ed. Il Punto d'Incontro

 

 

 

Zero Limits
Lo straordinario sistema hawaiano per gioire di una vita meravigliosa in cui tutto è davvero possibile
Joe Vitale con Ihaleakala Hew Len
Ed. Il Punto d'Incontro

 

 

 

Punto Zero
Il segreto finale di "Zero Limits" e la via dei miracoli di Ho'oponopono
Joe Vitale
Ed. Il Punto d'Incontro

 

 

 

Scopri Ho'Oponopono - Il Film in DVD
La via più semplice
Mabel Katz, Ihaleakala Hew Len
Ed. Urra

 

 

 

Ho-Oponopono - La Pace Comincia da Te
Metti le cose al posto giusto per liberarti da tutte le emozioni negative del passato
Josaya
Uno Editori


 

 

 

Scegli la Felicità con Ho'oponopono
Dimenticare il passato, godersi il presente e cambiar vita per sempre
Mabel Katz
Bis Edizioni


 

 

 

Ho-Oponopono - Il Mantra dell'Amore
Trova tutte le indicazioni e i segnali che ti serviranno per far ritorno a Casa, alla Divinità
Nicola Rachello
Editoriale Programma

 

 

Na'Auao Ola Hawaii
Gli antichi principi Hawaiani alla base dell'Ho'oponopono e del Lomi Lomi
Maka'ala Yates
Ed. Verdechiaro

 

 

 

Vivi la Vita che Vuoi Davvero con l'Ho'oponopono
Ognuno riflette l'universo e crea una propria realtà sulla base delle esperienze e dei ricordi. Il metodo Ho'oponopono, come una sorta di meditazione, agisce sulla parte più spirituale di noi stessi, riequilibra le energie, riuscendo gradualmente a cancellare i ricordi negativi che ci condizionano.
Laurence Luyé-Tanet
Edizioni Red

 

 

 

Grazie Ti Amo - Thank You I Love You (Cd Audio)
Il CD Audio contiene un sottofondo musicale molto rilassante su cui viene ripetuto piu' volte la frase "Grazie ti Amo" in 23 lingue diverse e con interpreti diversi. E il tutto dura un'ora... un'ora di pace e serenità
Ihaleakala Hew Len, Stefania Montagna, Nello Ceccon
Edizioni Anima