Logo del sito Scienze Noetiche

Home Percorso ‘HOLOS’ Percorso ‘SYNTHESIS’ "Synthesis Online" "Arte del Manifesting" Mailing-list Chi sono Disclaimer

Progetto Raphael

Conferenze Online del Progetto Raphael

INCONTRO n° 50

"La medicina energovibrazionale"

Se osserviamo l'evoluzione della nostra civiltà possiamo renderci conto di come, sempre di più, l'umanità riesca a captare l'invisibilee il "misterioso" che ci accompagnano nel viaggio della Vita; in ambito terapeutico stiamo passando da una medicina ponderale (fatta di molecole che esplicano un'azione biochimica e che si misurano in grammi o milligrammi) ad una medicina vibrazionale (fatta di onde di energia che esplicano un'azione biofisica e che si misurano in hertz, oppure che non sono affatto misurabili con gli strumenti di cui disponiamo al momento).

Questo processo di maturazione della conoscenza (e coscienza) medica è oggi in atto in tutto il mondo, i primi studi scientifici sulla "medicina energetica" sono stati fatti negli anni '50 in Germania (e tutt'ora la Germania è il paese dove queste ricerche sono più avanzate) e la disciplina che ne è derivata viene oggi definita "Medicina Quantica" o "Teoria Biofisica dell'Informazione" (BIT) oppure anche "Medicina Bioenergetica" (da non confondere con la Bioenergetica di A. Lowen). Interpretare la malattia e la guarigione in chiave biofisica, piuttosto che in chiave biochimica, permette di comprendere le interazione tra l'organismo e quei rimedi che sul piano chimico sono poco più che acqua distillata (rimedi omeopatici, floriterapici, cristalloterapici, ecc...), inoltre, sempre ragionando in chiave biofisica, diventa molto più semplice capire l'azione dei pensieri e delle emozioni sulla stato di salute di un individuo, e poco a poco ci avviciniamo alla scoperta di una dimensione non visibile e non palpabile, completamente ignorata dalla medicina accademica: la dimensione energetica, appunto.
Per un medico tradizionale passare da una concezione puramente materialistica della medicina, quale quella che viene insegnata all'università, ad una nuova concezione energetica può essere molto difficile perché si perdono svariati punti di riferimento (Bodo Köhler, un caposcuola nella BIT, afferma: "Non ci si può tenere saldi all'energia"). Chi ha sempre guidato un'automobile sulla terraferma e ha fatto l'esperienza, un giorno, di guidare una piccola barca a motore, magari in condizioni di mare e di vento non proprio ottimali, sa bene a cosa mi riferisco: le manovre sul volante sono apparentemente simili ma esistono dei fattori di instabilità totalmente sconosciuti in precedenza e che richiedono un certo tempo per poter essere compresi e padroneggiati.

Eppure sembra che questa "medicina del futuro" abbia raggiunto dei livelli di eccellenza in passato (ad es. nella civiltà atlantidea, la cui conoscenza è passata agli antichi iniziati egiziani) e che sia incredibilmente affinata in tutte le civiltà galattiche più evolute della nostra, come ad es. si legge nei resoconti dei viaggi astrali di Anne e Daniel Merouis-Givaudan (ved. "Viaggio a Shamballa").

In effetti è piuttosto logico considerare che la salute e la malattia siano modulate da fattori energetici e vibrazionali, basti pensare come tutti i processi biochimici nascano da interazioni molecolari più o meno complesse, come le molecole altro non siano che degli agglomerati atomici e come l'atomo, in ultima analisi, sia composto per un miliardesimo di materia e per il 99,99% di pura energia! Le molecole si formano attraverso uno scambio di elettroni tra gli atomi che le compongono, e uno scambio elettronico non è altro che uno scambio di energia.

Nel microcosmo dell'atomo esistono 4 variabili (massa, energia, tempo e velocità) e 3 di queste variabili cambiano continuamente, offrendo 43=64 fasi di cambiamento (tante quanti gli esagrammi dell'I Ching e le combinazioni possibili dei codoni del DNA), dunque esiste una mutazione infinitesimale ma continua nell'organismo, che può essere influenzata negativamente dai "campi di disturbo" (tossine, traumi, infezioni, ecc..) e positivamente, nel senso di un ritorno ad una maggiore armonia ed equilibrio, dai rimedi vibrazionali (frequenze cromatiche, note musicali, cristalli, essenze floreali, rimedi omeopatici, oligoelementi, pensieri ed emozioni positive).
Questi continui mutamenti di fase a livello atomico e molecolare (per le molecole si parla di "movimento di Brown") generano l'emissione di fononi (quanti di suono) e di fotoni (quanti di luce), la cui reciproca interazione determina ciò che è stata definita oscillazione di solitoni.
Le vibrazioni dei solitoni sono trasmesse in tutto l'organismo senza praticamente resistenza e veicolano l'informazione globale dello stato di salute del corpo, si tratta di segnali finissimi che risiedono all'interno del "fruscio elettronico" e che portano con sé tutto ciò che riguarda l'attività di ogni singola cellula: è il principale sistema di informazione e coordinazione per l'intero organismo.

Gli strumenti che attualmente sfruttano i principi vibrazionali a livello diagnostico e terapeutico sono moltissimi, a partire dai più conosciuti Vega, E.A.V. (Elettroagopuntura secondo Voll), Mora, Zapper di Clark, ai meno conosciuti QXCI (Quantum Xrroid Consciousness Interface), Syncrometer, Bionetics Phazx BodyScan, Rife (iniziato a sviluppare dal Dr. Royal R. Rife addirittura negli anni '30), ecc....

Le possibilità teoriche di uno sviluppo completo della medicina energo-vibrazionale sono letteralmente infinite, secondo il dott. Gaetano Conforto (ved http://www.edicolaweb.net/oltre10a.htm) stiamo entrando nella terza era della medicina che ci porterà a sfruttare l'illimitato potenziale di guarigione della mente: nella Prima Era (locale - in termini quantistici - e materiale) vige una medicina empirica e pratica, in cui la mente non è un fattore incidente, nella Seconda Era (locale e spazio/temporale) vige la Medicina del Corpo-Mente, in cui la mente è importante nella guarigione ed ha un potere causale sul corpo, nella Terza Era (non-locale e atemporale) vige la Medicina dell'Eternità, in cui la mente non ha limiti, e dove sono possibili guarigione a distanza e la completa trascendenza dello spazio-tempo.


Frequenze cromatiche
Meridiani ed apparati collegati secondo Köhler
giallo-verde
intestino tenue - cuore
arancione
vescica - reni - allergie- sistema linfatico
verde
sistema nervoso - stomaco - milza/ pancreas
violetto
fegato - tessuto adiposo - articolazioni
blu-indaco
polmone - pelle - tessuto connettivo
rosso
triplice riscaldatore - sistema endocrino - circolazione



"Medicina Quantistica"
Piergiorgio Spaggiari, Caterina Tribbia
(Tecniche Nuove)



"Naturopatia Vibrazionale"
Gloria Grazzini, Gianmichele Ferrero
(Urra Edizioni)



"Medicina vibrazionale"
di Richard Gerber
(Lampis Edizioni)


 

Clicca qui o sull'icona per scaricare il file PDF della conferenza