Logo del sito Scienze Noetiche

Home Percorso ‘HOLOS’ Percorso ‘SYNTHESIS’ "Synthesis Online" "Arte del Manifesting" Mailing-list Chi sono Disclaimer

Progetto Raphael

Conferenze Online del Progetto Raphael

INCONTRO n° 58

"Le costellazioni familiari"


Dagli studi e dalle esperienze del psicoterapeuta tedesco Bert Hellinger (filosofo, teologo, missionario cattolico tra gli Zulù del Sudafrica per 16 anni, psicanalista con profonde competenze di dinamica di gruppo) è nata la terapia sistemica delle "costellazioni familiari", un potente strumento di consapevolezza e guarigione capace di portare alla luce le dinamiche nascoste all'interno delle relazioni familiari ma anche di un qualsiasi altro gruppo di persone (amicizie, lavoro, studio, ecc...).
Ogni sistema ha un punto di non equilibrio da cui sono originati moltissimi altri disagi, è possibile identificarlo solo se si riesce ad avere una visione globale della situazione, sistemica appunto. La vita e l'universo sono un unico grande macrosistema, suddiviso in moltissimi altri sottosistemi originatisi in modo frattalico, ripetitivo, in cui i principi e le leggi che reggono l'insieme non variano, variano solo i fatti.
Hellinger, a contatto con gli Zulù, ha potuto identificare quelli che lui chiama gli "Ordini dell'Amore", principi ordinatori di base di una famiglia che non possono essere infranti... neanche per amore!

La terapia basata sulle costellazioni familiari prevede che un membro della famiglia rappresenti la sua percezione interiore del sistema attribuendo a dei "rappresentanti" il ruolo di ciascun membro familiare e che li collochi nello spazio secondo il proprio sentire. Questa prima rappresentazione corrisponde all'immagine soffocante della famiglia, che ha "irretito" ciascun componente in ruoli disagevoli.
Spetta adesso al terapeuta fare interagire i "rappresentanti", spostandoli e facendoli parlare, per ricreare un nuovo ordine, una nuova immagine della famiglia in cui ciascun membro possa trovare il posto che gli conviene e si senta bene. E' straordinario come ciascun partecipante possa percepire con estrema chiarezza sensazioni, emozioni e pulsioni di persone che non ha mai visto né conosciuto, e come in questo modo si possa far luce su situazioni altrimenti insolubili.
Molti paragonano il campo d'influenza della famiglia al concetto del "campo morfogenetico" elaborato dal biologo inglese Sheldrake, ma Hellinger preferisce rifarsi alla coscienza collettiva inconscia della tradizione induista, la cosiddetta memoria akashica. Gli effetti di una singola costellazione possono agire per anni anche su coloro che non vi hanno partecipato direttamente.

Da un articolo pubblicato in questa pagina:

"Un giorno", ha raccontato Hellinger a Norbert Linz, "mi resi conto che i sentimenti descrittimi da una donna e che io non riuscivo a spiegarmi non erano effettivamente i suoi. Erano invece sentimenti 'acquisiti': questa persona assumeva cioè su di sé i sentimenti di un altro membro della famiglia." Fu questo il primo passo verso l'elaborazione di una visione sistemica della famiglia. A poco a poco Hellinger si rese conto che la famiglia è un sistema retto da alcuni importanti principi, l'amore innanzitutto. A suo parere dietro ogni comportamento agisce sempre l'amore e alla soluzione del problema psicologico si giunge solo tramite l'amore. E' per amore e per cercare di ripagare a un'ingiustizia (Hellinger parla di compensazione) che spesso i bambini assumono il ruolo di un altro membro familiare non rispettato (fenomeno dell'irretimento) anche se magari non l'hanno mai conosciuto. Secondo lo psicoterapeuta tedesco ci sono tendenzialmente tre dinamiche: 1) "Ti seguo nella morte o nella malattia o nel destino"; 2) "Preferisco morire io al posto tuo"; 3) "Voglio espiare la tua colpa".

Effettivamente i bambini sono i più colpiti dalle violazioni degli Ordini dell'Amore, essi amano di più e pur di mantenere la coesione del nucleo sono addirittura disposti a sacrificare la propria vita. Vediamo adesso, succintamente, quali sono le leggi che regolano l'amore:

  • Rispetto al diritto di partecipazione
    Chiunque continui ad influenzare qualche membro del gruppo, coscientemente o no, appartiene ancora alla famiglia (ad es. un ex partner); nessuno può negare ad un altro il diritto di partecipazione (generalmente parenti criminali, impazziti o degenerati tendono ad essere esclusi)
  • Mantenimento dell'integrità del nucleo
    I membri di una famiglia si vedono come un tutto, possono sentirsi completi solo quando tutti hanno un posto d'onore, reciprocamente, nei propri cuori. Quando qualcuno riesce a reintegrare nel proprio cuore un escluso (ad es. un figlio abortito) la differenza è prontamente sentita da tutti.
  • Sottomissione alla gerarchia all'interno di un sistema
    Il tempo attribuisce una gerarchia: chi entra prima nel sistema ha precedenza su chi entra in seguito (cfr. i diritti ereditari del primogenito), quando i più giovani cercano di soppiantare questa gerarchia o i più anziani non sono all'altezza del proprio compito la struttura cede (ad es. figlio che soffre per gli errori del padre e cerca di essere un marito migliore di lui per la propria madre).
    Inoltre secondo Hellinger è nella natura dei genitori donare ed è nella natura dei figli ricevere.
  • Accettazione dell'ordine di precedenza tra differenti sistemi
    A differenza dell'ordine di precedenza nello stesso sistema, l'ordine tra due sistemi in relazione vede il più recente predominare sul più antico (la nuova famiglia ha la precedenza su quella di origine), se ciò non viene rispettato è causa di grossi problemi.

Mantenimento dell'integrità attraverso l'identificazione: non è infrequente che un giovane assuma, senza averne coscienza, il ruolo e la funzione di un membro più vecchio escluso (considerato cattivo dagli altri) e dunque che ne ripeta il destino (malattia, pazzia, o altro). Donare un posto nel cuore a quest'anima scioglie l'identificazione e il sistema può tornare in equilibrio, si può percepire un senso di sollievo e di pace.

Per approfondire:
www.costellazionifamiliari.it/cosasono.html#CosaSono
www.costellazioni-familiari-sistemiche.it


"Ordini dell'amore"
Bert Hellinger
(Urra Edizioni)



"Senza Radici non si Vola"
Bertold Ulsamer
(Crisalide Edizioni)



"Felicità Condivisa nelle
Costellazioni Familiari"

Bert Hellinger
(Tecniche Nuove)


 

Clicca qui o sull'icona per scaricare il file PDF della conferenza