Logo del sito Scienze Noetiche

Home Percorso ‘HOLOS’ Percorso ‘SYNTHESIS’ "Synthesis Online" "Arte del Manifesting" Mailing-list Chi sono Disclaimer

Progetto Raphael

Conferenze Online del Progetto Raphael

INCONTRO n° 62

"L'essenza della meditazione"

La meditazione è una disciplina interiore che ha la funzione di collegarci con aspetti della realtà che sfuggono allo stato di coscienza ordinario; il fine ultimo è certamente quello di ricongiunzione con il Sé (la propria monade o scintilla divina), superando le illusioni della realtà apparente dei sensi, fino ad arrivare ad uno stato di completa immanenza-trascendenza definito nella tradizione come illuminazione.
Al di là delle finalità più spirituali la pratica meditativa aiuta - in ogni caso - a sviluppare maggiore equilibrio interiore, calma e rilassatezza.
Gli stessi aspetti pratici della meditazione possono presentare grandi differenze tra loro (seconda la cultura da cui essa trae origine), ma è possibile affermare che non esista popolo che non conosca o non abbia conosciuto una qualche forma di meditazione.

La meditazione ha diverse caratteristiche possibili, vediamole alcune assieme:

  • statica o dinamica; la prima definizione è quella della meditazione più tradizionale, dove vige l'assoluta immobilità, mentre la seconda è propria, ad esempio, delle meditazioni insegnate dal maestro indiano Osho (anche se è vero che le meditazioni dinamiche - per lo più catartiche - con scuotimenti, urla, danza spontanea, ed altro, spesso sono solo la preparazione alla meditazione finale vera e propria, realizzata nell'immobilità e in completo vuoto mentale).
  • con oggetto o senza oggetto; nel primo caso si mantiene la concentrazione su qualcosa di specifico (ad es. un punto, o la fiamma di una candela), mentre nel secondo l'attenzione è assente, non focalizzata.
  • occidentale o orientale; la prima è quella praticata, ad es., dai monaci cristiani oppure dagli adepti di società iniziatiche occidentali (in questo caso si effettua a sedere su di una sedia con le mani sulle ginocchia, posizione detta "del faraone") mentre la seconda è quella per lo più di matrice indiana (accompagnata sovente da mantra e yantra) o estremo orientale (la più famosa è quella in posizione seizan - sulle ginocchia - tipica dello zen ed adottata anche nelle arti marziali giapponesi). Probabilmente la differenza fondamentale sta nella diversa concezione dell'anatomia energetica umana e del movimento dell'energia lungo i canali.

Al di là di qualsiasi apparente differenza vi è sempre comunque un aspetto che accomuna le varie pratiche: la necessità di imparare ad essere pienamente nel momento presente, il cosiddetto "qui ed ora" (hic et nunc dei latini), che non a caso è un fondamentale presupposto per vivere pienamente la propria Vita ed evitare di "essere vissuti".
La meditazione è sì un'eccellente disciplina interiore lungo il sentiero della crescita personale (non a caso Osho l'ha definita "la prima e l'ultima libertà "), ma al tempo stesso può essere una valida forma di terapia.

Ricerche cliniche hanno dimostrato che, in termini fisiologici, la meditazione ha un effetto calmante sul sistema nervoso umano, rallenta il ritmo cardiaco e respiratorio, abbassa la pressione del sangue e rallenta il metabolismo, gli studi sperimentali condotti dal dott. Federico Nitamo Montecucco (creatore del modello Cyber7) hanno dimostrato un'incredibile sincronizzazione dei due emisferi cerebrali durante la pratica.
Utilizzata da sola o insieme ad altre terapie si è rivelata efficace nella prevenzione e nel trattamento dei disturbi da stress, nelle fobie, nella tensione nervosa, nel trattamento della pressione alta e negli stati ansiosi. Rispondono molto bene anche mal di testa, dolori cronici e disturbi del sonno; talvolta viene impiegata persino nella cura dell'alcolismo e delle tossicodipendenze.
Praticata in gruppo, sotto la guida di un conduttore esperto, acquista una ulteriore potenzialità terapeutica poiché le energie di più persone assieme risultano incrementate in modo esponenziale (effetto detto di sinergia, in cui l'energia di un sistema risulta molto maggiore della semplice somma delle energie individuali).

Per approfondire www.marcostefanelli.com/subliminale/medita.htm


"Meditazione - Teoria e pratica"
di Douglas Baker
(Crisalide Edizioni)



"Meditazione la prima e
ultima libertà"

di Osho
(Mediterranee Edizioni)



"Meditazione Zen. La Via del Bodhisattva"
di Reb Anderson
(Ed. La Parola)


 

Clicca qui o sull'icona per scaricare il file PDF della conferenza