Logo del sito Scienze Noetiche

Home Percorso ‘HOLOS’ Percorso ‘SYNTHESIS’ "Synthesis Online" "Arte del Manifesting" Mailing-list Chi sono Disclaimer

Progetto Raphael

Conferenze Online del Progetto Raphael

INCONTRO n° 66

"Le tradizioni tantriche"

Molto si parla oggi delle pratiche tantriche di dominio dell'energia sessuale (anche se il tantra è per lo più un modello di pensiero e non fa necessariamente riferimento al sesso), ma non tutti sanno che esistono due tradizioni tantriche principali, la prima è quella indiana (propriamente detta) e la seconda è quella taoista. In questa breve esposizione analizzeremo gli aspetti essenziali di ambedue le correnti e faremo preciso riferimento al dominio dell'energia sessuale ed orgasmica, che è l'aspetto che ci interessa nell'ambito del presente corso.
La sessualità è ciò che permette ad un'anima spirituale di giungere nelle dimensioni della forma e della gravitazione, ma poiché la porta di ingresso può essere anche la porta di uscita, se utilizzata appropriatamente dona la facoltà all'essere umano di staccarsi dal peso della gravitazione e di avvicinarsi alle dimensioni sottili superiori.

--- LA TRADIZIONE INDIANA ---

Il termine tantra viene dal sanscrito e significa "trama e ordito" (ed anche "metodo"), sta ad indicare una serie di antichi testi sacri di natura esoterica e magica e per esteso la disciplina che deriva da quegli insegnamenti (sviluppatasi in India intorno al IV-V sec. d.C.).

La dottrina tantrica prevede l'identità tra materia e spirito, anima individuale (jivatman) ed anima universale (paramatman), quest'ultima fondamento di tutte le cose, indivisibile, trascendente ed eterna. La manifestazione prende vita dall'interazione dinamica del principio creativo maschile (purusha) e l'energia-materia primordiale (prakriti), identificati con le divinità di Shiva e Shakti e simboleggiati dal lingam (fallo) e dalla yoni (vagina). Il ricongiungimento dei due sessi elimina la polarità degli opposti e riconduce all'Unità indivisibile originaria, attraverso il superamento del dualismo esistenziale.

I riti tantrici hanno forti connotazioni magico-simboliche e prevedono l'utilizzo di mudra (posizioni particolari delle mani e delle dita), bija e mantra (recitazioni verbali composte - rispettivamente - da una o più sillabe), mandala (diagrammi circolari che rappresentano simbolicamente l'universo creato) e yantra (diagrammi geometrici composti da linee, triangoli e cerchi concentrici che rappresentano la convergenza del molteplice nell'unità).
Mediante l'atto di ricongiunzione sessuale si celebra l'unione di Shiva con Shakti, e l'iniziato raggiunge il completo dominio delle energie cosmiche.
A differenza delle vie puramente contemplative, che predicavano l'estraniamento dal mondo, il tantrismo introdusse il concetto di partecipare al gioco dell'esistenza (tra cui il gioco sessuale) senza identificarvisi, anzi utilizzando il veleno (la passione e l'appetito dei sensi che offuscano la vera comprensione della Realtà) come rimedio, ed è vero che in periodo di oscurità come quello attuale (kali yuga) il tantra è forse uno dei pochi metodi in grado di ricondurci all'Unità. Ad ogni modo anche nel tantrismo esistono correnti contemplative puriste, in cui non è prevista l'unione sessuale (sono le Vie della mano destra) e in cui l'iniziato raggiunge l'unione tra Shiva e Shakti solo all'interiore di sé stesso, nei riti - invece - in cui è prevista la partecipazione della donna si parla di "Via della mano sinistra".
Nella pratica tantrica indiana è fondamentale la devozione, la preghiera verso la Madre divina, l'idealizzazione spirituale del partner, che per la donna diventa una rappresentazione del Signore Shiva (il cui simbolo negli yantra è un triangolo a vertice superiore) e per l'uomo della Divina Shakti (triangolo con vertice inferiore). Gli stessi partecipanti all'atto di unione sacra devono potersi visualizzare come divinità: l'uomo deve meditare su sé stesso nel ruolo di Shiva, Signore della Trascendenza, mantenendo l'equilibrio delle energie con il controllo del respiro, del pensiero e del seme, e la donna deve visualizzare se stessa come pura espressione della Shakti primordiale, incarnazione della potenza dell'eros.

 

--- LA TRADIZIONE TAOISTA ---

Nel taoismo l'universo viene rappresentato come opposizione naturale e gioco dinamico dell'energia yin (fredda, discendente, femminile) e l'energia yang (calda, ascendente, maschile), si parla - anche se un pò impropriamente - di tradizione tantrica taoista in riferimento agli insegnamenti sessuali derivanti dalla dottrina del Tao (in cinese Dao = via).

Nel taoismo le pratiche sessuali esoteriche costituiscono la chiave tenuta segreta per millenni per ottenere prosperità, lunga vita ed immortalità. Il punto focale della pratica è la ritenzione del seme maschile (presente anche nel tantra indiano) per portare l'uomo su di un piano paritetico alla donna in ambito sessuale, e per realizzare assieme la "risalita del Nettare (essenza seminale) nel Fiore d'Oro (centro spirituale sulla sommità del cranio)". La sublimazione delle energie sessuali, che "evaporano" nel corpo per portarsi fino al pai-hui (vertice del capo) ed attivano un circolo energetico lungo i meridiani assiali, è un paziente e metodico lavoro di disciplina accompagnato ad esercizi respiratori precisi, rafforzamento dei muscoli pelvici, miglioramento della capacità di visualizzazione creativa e di focalizzazione dell'attenzione spirituale.
La via del Tao è sempre una via alla ricerca dell'equilibrio, in questo caso si ha l'armonizzazione dello yin e dello yang esterni (la donna e l'uomo) e dello yin e dello yang interni (in ciascun amante), il risultato che si ottiene è definito "Doppia Elevazione". Mantak Chia (maestro di Tai Chi, Qi Gong e Kung Fu sessuale) ha rivelato all'Occidente molte di queste antiche e segrete pratiche, la cui diffusione potrebbe rallentare quel cammino di autodistruzione intrapreso dall'umanità attuale ed elevare lo spirito mediante la salvaguardia delle risorse energetiche. Chia definisce il suo metodo Tao Yoga dell'Amore, la lettura dei suoi libri è caldamente consigliata a chi volesse saperne di più riguardo alla gestione delle energie sessuali, essendo testi chiari, precisi ed estremamente dettagliati.

Le sette fasi descritte dal maestro Chia nel progredire lungo la via taoista della pratica sessuale esoterica sono

  1. Dominio fisico (meccanico) dell'eiaculazione
  2. Dominio fisico e mentale dell'eiaculazione
  3. Dominio mentale dell'impulso sessuale e dell'orgasmo
  4. Scambio di energie senza atto sessuale
  5. Elevazione mentale del Jing Chi senza partner e senza autostimolazione
  6. Padronanza nell'attingere alle energie yin e yang dell'universo (dimensione extracorporea dell'energia cosmica del Tao)
  7. Raggiungimento dell'immortalità, unione finale e completa dell'essere umano con il Tao.


"Tantra In Tibet"
Tsong-ka-pa
(Astrolabio Edizioni)



"Il Tao del Sesso"
Stephen Chang
(Mediterranee Edizioni)



"Manuale del Sesso Illuminato"
David Deida
(Il Punto d'Incontro Edizioni)


 

Clicca qui o sull'icona per scaricare il file PDF della conferenza