Logo del sito Scienze Noetiche

Home Percorso ‘HOLOS’ Percorso ‘SYNTHESIS’ "Synthesis Online" "Arte del Manifesting" Mailing-list Chi sono Disclaimer

Progetto Raphael

Conferenze Online del Progetto Raphael

INCONTRO n° 69

"Proprietà del massaggio"

Il massaggio è probabilmente la più antica forma di terapia esistente, per tutti risulta istintivo massaggiarsi al fine di alleviare un dolore o un qualunque disagio corporeo. Esistono moltissime scuole di massaggio, sia olistiche che non (massaggio ayurvedico, tailandese, hawaiano, cinese - Tui-na - , giapponese - Shiatsu, Do In -, reflessologico, armonico, bioenergetico, californiano, svedese, connettivale, viscerale, linfodrenaggio, rebalancing, ecc...) ma esistono dei principi generali comuni a molte di queste scuole, sebbene applicati diversamente a seconda della teoria terapeutica di base. Vediamo innanzitutto gli effetti del massaggio, che si possono distinguere in

meccanici: si hanno direttamente sulla cute, sui muscoli, sul tessuto connettivale e sui vasi venosi e linfatici, favoriscono il ricambio delle cellule superficiali dello strato corneo, drenano le tossine linfatiche e migliorano la circolazione locale e generale;
riflessi: vengono stimolate le fibre sensitive che si trovano nel tessuto sottocutaneo e si ha un miglioramento del trofismo muscolare, liberazione di endorfine a livello centrale, stimolazione parasimpatica, drenaggio tossinico negli organi connessi in via reflessologica (l'effetto riflesso può essere modulato sia nel verso dell'incremento del tono energetico, sia nel verso della dispersione di una congestione di energia);
psicologici: il rapporto di fiducia ed empatia che si instaura fra un buon terapeuta e paziente infonde una sensazione di pace e benessere, in cui il paziente può rilassarsi e ad abbandonare gradualmente gli schemi di pensiero "ancorati" alle tensioni corporee, inoltre il massaggio aiuta ad acquisire consapevolezza di sé e della propria corporeità;
energetici: la liberazione delle tensioni connettivali e muscolari favorisce il corretto flusso dell'energia vitale nei meridiani e nelle nadi, flusso aiutato anche dalla stimolazione di punti specifici del corpo disegnati sulla mappa cutanea.

Le principali manovre di massaggio sono:

sfioramento: pressione leggerissima esercitata sul tessuto cutaneo che si vuole trattare. Generalmente viene eseguita come manovra di apertura e/o chiusura di un massaggio, è molto rilassante e se esercitata a lungo induce un effetto anestetizzante.
Frizione: la pressione è più profonda rispetto alla manovra sopra descritta, i piani superficiali devono scivolare su quelli profondi al fine di fare riassorbire gli essudati e scollare le aderenze fribrotiche, attraverso di essa viene riattivata la microcircolazione venosa e linfatica (molto indicata in presenza di acido lattico nei tessuti).
Impastamento: tecnica che osservandola ricorda il "fornaio che impasta il pane", può essere superficiale e/o profonda, ed ha lo scopo di ridurre il liquido interstiziale stagnante, favorendo il ritorno veno-linfatico; inoltre crea uno scollamento dei piani muscolari su quelli scheletrici.
Vibrazione: manovra in cui l'operatore lavora su un distretto corporeo facendo vibrare le proprie dita o tutta la mano determinando un effetto anestetizzante della zona trattata - se dolente in modo sia diretto che riflesso - e una stimolazione del flusso energetico.
Percussione: serie di percussioni effettuate sulla cute, fondamentale una buona scioltezza di polso e coordinazione fra le mani. Questa tecnica favorisce la vasodilatazione e stimola le terminazioni neuromuscolari, molto indicata per gli atleti prima di una prestazione sportiva.
Rotolamento: si usa in modo particolare per i muscoli delle gambe, con le due mani si spostano i muscoli lungo l'asse della gamba.
Scuotimento: con una sola mano si fa oscillare il muscolo per creare un rilassamento e distensione.
Battitura: le mani sono a coppa e battono a ritmo costante, stimolando il flusso circolatorio ed energetico della zona.
Pizzicamento: pollice ed indice pizzicano e tirano un lembo di pelle dopo l'altro, stimolando la cute, il sottocute e il muscolo.
Digitopressione: caratteristica delle tecniche orientali (Shiatsu - Tui Na), si effettua con una pressione, anche notevole e talvolta dolorosa, su aree ristrette corrispondenti ai punti di agopuntura; la pressione è applicata con un dito, con due, con le nocche delle dita o anche con il gomito.

Alcune controindicazioni convenzionali al massaggio sono: presenza di stati febbrili/ stati infiammatori acuti (artrite, nevrite, osteite)/ affezioni cerebrali/ micosi cutanee/ varici e flebiti/ fratture/ presenza di pace-maker.

I benefici del massaggio possono essere notevolmente migliorati mediante l'uso di musica appropriata e dell'aromaterapia, i cui olii essenziali hanno un vasto raggio di azione sia sul corpo che sulla psiche.

  1. Arancio Calmante sistema nervoso, induce serenità, buonumore e sentimenti positivi.
  2. Calendula Lenitivo, antisettico, calma le irritazioni della pelle.
  3. Camomilla Ottima per calmare i nervi e adatta per pelli sensibili.
  4. Cedro Riduce i liquidi nei tessuti, è diuretico e nei bagni ha un effetto riscaldante.
  5. Citronella Stimola la digestione, antisettico, efficace nella disintossicazione linfatica.
  6. Eucalipto E' un buon disinfettante e cicatrizzante per la pelle, stimola la circolazione locale del sangue, antipiretico.
  7. Geranio Astringente, diuretico, antidepressivo, tonifica la pelle e agisce come repellente per gli insetti, aiuta a legare le fragranze.
  8. Gelsomino Antidepressivo, afrodisiaco, rinvigorente, ottimo nelle depressioni post-partum.
  9. Ginepro Eccellente calmante e purificante, antireumatico.
  10. Lavanda Antisettico, antinfiammatorio, analgesico, calmante e riequilibrante per il sistema nervoso.
  11. Limone Attiva e potenzia le difese organiche, battericida, disinfettante, deodorante naturale, riequilibra la pelle.
  12. Malva Antinfiammatoria, emolliente, lenitiva, purifica la pelle.
  13. Menta piperita Stimola l'attenzione, rinfrescante, efficace nel mal di testa, nella nausea, inappetenza e per il raffreddore.
  14. Neroli (Fiore d'arancio) Sedativo, calmante, afrodisiaco, allevia l'ansia e l'insonnia.
  15. Albero del tè (Tea Tree) Antisettico, germicida, fungicida, calmante, analgesico locale, utile per ferite, infezioni, foruncoli e punture.
  16. Pino Balsamico, antinfiammatorio, eccellente antidolorifico.
  17. Rosa E' un eccellente antisettico, sedativo e antidepressivo.
  18. Rosmarino Stimolante, aiuta la memoria e chiarisce i pensieri, cura dolori reumatici e aiuta nelle convalescenze.
  19. Salvia Equilibra gli ormoni femminili, contrasta l'eccessiva produzione di sudore, efficace per i problemi al cuoio capelluto.
  20. Sandalo Antisettico, utile in caso di acne, rilassante, afrodisiaco, è adatto per pelli secche e disidratante.
  21. Ylang-Ylang Calmante del sistema nervoso centrale, antidepressivo, antisettico, afrodisiaco, migliora lo stato delle pelli grasse.

Per approfondire: www.scuolamassaggio.it/bene1.htm

 


"Il grande libro del massaggio
con gli oli essenziali"

di Francesco Padrini
(De Vecchi Edizioni)



"Grande Manuale Illustrato di Massaggio"
Marisa Consolo, Maurizio Morelli
(Red Edizioni)



"Il Massaggio Connettivale"
di Moreno Barbi
(Elika Edizioni)


 

Clicca qui o sull'icona per scaricare il file PDF della conferenza