Logo del sito Scienze Noetiche

Home Percorso ‘HOLOS’ Percorso ‘SYNTHESIS’ "Synthesis Online" "Arte del Manifesting" Mailing-list Chi sono Disclaimer

Progetto Raphael

Conferenze Online del Progetto Raphael

INCONTRO n° 74

"Educare alla Vita"


"Non ti lamentare mai della condotta di qualcuno
a meno che tu non abbia il potere di cambiare nella sua natura ciò che lo fa agire così;
e se tu hai questo potere, porta in atto il cambiamento al posto di lamentarti"

Mère

Nella società contemporanea vi è la tendenza a lasciare molto spazio all'educazione scolastica (gli stessi anni della "scuola dell'obbligo" sono andati in progressivo aumento) e sebbene tale educazione riesca a rendere gli individui più coscienti a livello civico e più preparati a livello culturale e lavorativo, nondimeno è completamente insufficiente e inadeguata per insegnare ad affrontare la Vita. Ogni insegnante sa bene come esistano 3 principali componenti educative e cioè il sapere, il saper fare e il saper essere; eppure l'educazione scolastica è tanto meno efficiente quanto più ci si sposta verso l'ultima di tali componenti, tra tutte la più importante dal nostro punto di vista.

Convenzionalmente l'educazione viene assimilata al concetto di istruzione, ma (come ben sosteneva Assagioli) istruire significa "immettere" qualche cosa che manca, mentre educare è esattamente il contrario (dal latino ex ducere: portare fuori) cioè portare alla luce ciò che è nascosto e recuperare il pieno potenziale di un essere; processo che include anche l'impartire delle nozioni, ma solo come tappa iniziale.
L'educazione convenzionale ed istituzionale è definibile "formale", utilizza la mente logica, analitica e razionale, mentre l'educazione alla Vita la si può definire "non formale", ci insegna a gestire gli aspetti intuitivi, emozionali, artistici, creativi e spirituali del nostro essere (ved. articolo di Lama Ganchen Rinpoche, su Alpha Dimensione Vita n°13), creando individui più sani, armonici ed equilibrati.
Un tale programma educativo dura certamente tutta la vita e può iniziare anche prima della nascita, leggiamo cosa ci dice in proposito quel personaggio straordinario che è stata Mère - La Madre (compagna di Sri Aurobindo):

" L'educazione di un essere umano deve cominciare dalla sua nascita e prolungarsi durante tutta la durata della sua vita. A dire il vero, se si vuole che questa educazione raggiunga il massimo effetto bisogna iniziarla prima della nascita: e in questo caso è la madre stessa che provvede a questa educazione per mezzo di una doppia azione: una su se stessa per il proprio perfezionamento (vigilare che i pensieri siano sempre belli e puri, i sentimenti nobili e buoni, l'ambiente materiale più armonioso possibile e di una grande semplicità) e una sul bambino che sta formando fisicamente (volontà cosciente e precisa di formare il bambino seguendo il più alto ideale che può concepire). Poiché è certo che la natura del bambino che nascerà dipenderà in modo considerevole dalla madre che lo forma, dalla sua aspirazione e dalla sua volontà come pure dall'ambiente materiale nel quale vive."

Un completo programma educativo "non formale" è, ad esempio, quello proposto dalla Global Open University di Padova di Jyoti Carlotta Brucco (che abbiamo conosciuto personalmente ed apprezzato), rivolto a giovani "Guerrieri della Luce" che vogliono concepire un nuovo modo di essere, imparando ad affrontare ogni situazione della Vita con una mente pacifica e serena (ved. Alpha Dimensione Vita n°13).
Il cammino di educazione alla pace interiore proposto include: scegliere ed imitare modelli positivi e non violenti e superficiali (come purtroppo sono la maggior parte dei personaggi tv), coltivare il pensiero positivo, imparare a sorridere, imparare a rilassarsi nella mente e nel fisico, imparare a contattare la creatività interiore, imparare a cogliere la bellezza nascosta in ogni cosa, imparare ad avere fiducia in se stessi, imparare che il vero potere viene dall'amore e della gentilezza e non dalla violenza e dall'aggressività, imparare ad essere consapevoli dei propri movimenti, parole e pensieri, imparare a vivere in verità, semplicità e amore, imparare a coltivare mete positive ed altruistiche, imparare a riconciliarsi con la natura ed i suoi elementi, imparare a cogliere l'attimo, imparare a svolgere le attività quotidiane con gioia ed entusiasmo, imparare a voler bene a tutti ("come una sorgente di acqua non ha bisogno di acqua, una sorgente di amore non ha bisogno di amore").

Molteplici sono dunque i campi dell'educazione non formale, ne specifichiamo di seguito solo alcuni a titolo paradigmatico o per la loro rilevanza o in quanto oggetto di studio e sviluppo di associazioni specifiche:

Educazione alla pace: coltivare una cultura universale dedita alla pace e all'armonia (ved. Alpha Dimensione Vita n°17 - Associazione ICPC Italia - International Children's Peace Council - via Sarfatti, 2674 Milano).
Educazione all'emozione: in noi coabitano molte emozioni bloccate o sospese che danneggiano corpo e mente; la capacità di esprimere e liberare emozioni e sentimenti offre nuove possibilità di relazione con se stessi e con gli altri (ved. Alpha Dimensione Vita n°13 - Raffaele Ponticelli "Emozionarsi fa bene" Ed. Xenia).
Educazione alla morte: tra le esperienze più importanti, profonde ed evolutive dell'esistenza, la morte viene solitamente trascurata e taciuta in una vita ordinaria, ma per poter comprendere il vero senso della vita è indispensabile comprendere la morte (ved. Alpha Dimensione Vita n°14).
Educazione al futuro: concepire un mondo futuro vivibile e sostenibile attingendo alle menti, ai cuori, ai talenti e alla creatività di giovani che potranno diventare esempio vivente di una leadership innovativa e spirituale (ved. Alpha Dimensione Vita n°14 - Associazione Wyse - World Youth Service Enterprise - http://www.cesevobo.bo.it/wyse/).
Educazione alla nascita: una nascita dolce e indolore, con il minimo trauma di nascita per la madre e per il bimbo, è possibile; Leboyer ha insegnato a considerare le doglie del parto come semplici contrazioni, cioè onde ritmiche con cui la donna può entrare in rapporto in una sorta di danza a cui legare respiro, posizioni del corpo e canto (ved. Alpha Dimensione Vita n°21).
Educazione al quotidiano: esplorare il significato più intimo e sacro di ogni semplice azione quotidiana, quale l'addormentarsi, lo svegliarsi, il vestirsi, il mangiare, la cura del corpo, la cura del proprio ambiente, ecc...(ved. Alpha Dimensione Vita n°22).


"Vita Spirituale del Presente
ed Educazione"

di Rudolf Steiner
(Antroposofica Editrice)



"Competenza Emotiva tra Psicologia
ed Educazione"

Autori Vari
(Franco Angeli Edizioni)



"L'Educazione come Arte"
di Rudolf Steiner
(Antroposofica Editrice)


 

Clicca qui o sull'icona per scaricare il file PDF della conferenza