Logo del sito Scienze Noetiche

Home Percorso ‘HOLOS’ Percorso ‘SYNTHESIS’ "Synthesis Online" "Arte del Manifesting" Mailing-list Chi sono Disclaimer

Progetto Raphael

Conferenze Online del Progetto Raphael

INCONTRO n° 84

"Il messaggio dei Cerchi nel Grano"


I Cerchi nel Grano (in inglese «Crop Circles») o agroglifi, sono formazioni per lo più circolari che compaiono in estate sui campi di grano di tutto il mondo, descrivendo simbologie più o meno complesse. All'interno del cerchio nel grano le spighe sono piegate a spirale e non spezzate, e inoltre questi disegni dalle forme estremamente evocative sono collegati ad altri fenomeni peculiari: la presenza nell'area di una leggera traccia radioattiva, l'esistenza di alcune anomalie genetiche nelle piante all'interno dei crop, concentrazioni inusitate di metalli rari nell'area coinvolta, la rilevazione di un anomalo rigonfiamento dei nodi degli steli delle piante all'interno dei cerchi, la percezione di un suono sottile nell'ambiente durante la manifestazione del fenomeno, la presenza di luci nel luogo dove il cerchio andrà ad apparire, ed infine ci sono anche testimonianze straordinarie di piloti ed elicotteristi: "In alcuni casi, sorvolando i crop la bussola del velivolo va fuori fase, segno di anomalie nel campo magnetico. I crop compaiono anche di giorno: voli su un campo e non vedi nulla. Torni dopo cinque minuti e trovi un nuovo crop".

Il fenomeno è particolarmente presente nell'Inghilterra meridionale ed inizialmente si pensava fosse relegato unicamente a quest'area; in epoca moderna se ne è cominciato a parlare solo a partire dal 1980, grazie soprattutto agli studi effettuati dall'ingegnere inglese Pat Delgado, il quale lanciò anche una sfida agli scienziati di tutto il mondo per cercare di comprendere questo fenomeno enigmatico. A lui si unì ben presto un ingegnere elettrotecnico, Colin Andrews, e i loro sforzi congiunti permisero di catalogare tutti i crop circles misteriosamente apparsi nella campagna inglese. Quando Delgado fondò il Center for Crop Circles Study cominciarono ad arrivare immagini e testimonianze da tutto il mondo rendendo evidente la portata internazionale del fenomeno (ad oggi ne sono stati stimati più di 8.000 su scala mondiale) e sempre più avanzava l'ipotesi dell'origine extraterrestre.
Le ipotesi avanzate dagli scettici, che vorrebbero comprovare un' origine naturale del fenomeno, sono tra le più varie: da vortici creati dal vento a tracce lasciate da... ricci che fanno all'amore (!), fino alla più semplicistica di manufatti umani creati per scherzo. Tutte le teorie "scientifiche" però non reggono il confronto con l'osservazione diretta del fenomeno, in quanto negli anni i cerchi nel grano sono non solo diventati sempre più numerosi ma anche sempre più elaborati, fino a dei veri e propri "pittogrammi" capaci di suggestionare profondamente qualunque osservatore. Inoltre è stato appurato (e addirittura filmato) che la comparsa di un crop circe avviene in pochi istanti, mentre l'operato umano necessita di svariate ore di lavoro e non è mai in grado di riprodurre la perfezione e la precisione dei crop originali, senza dimenticare infine che la comparsa di questi "signs" (come sono stati definiti di recente al cinema) avviene in zone del campo di grano dove non si potrebbe accedere senza lasciare delle orme facilmente rilevabili.

Il fenomeno dei crop circles non è esclusivo appannaggio dei nostri tempi: in una tavoletta risalente al medioevo sarebbe riportata la formazione di crop circles avvenuta durante l'invocazione di un sacerdote celtico, ed è accertato che sul finire dell'agosto del 1678, nei pressi di Hertfordshire (Inghilterra), apparvero dei cerchi in un campo di avena che la popolazione del posto non ebbe dubbi a catalogare come opera del demonio "disdegnando di mietere in modo tradizionale, aveva falciato le piante in precisi cerchi sistemando ogni stelo con tale precisione che per un uomo ci sarebbe voluta tutta la vita per fare il lavoro che era stato portato a termine in una sola notte".

Vediamo adesso di comprendere questo fenomeno da un punto di vista esoterico e spirituale. I simboli che troviamo tracciati nella campagna inglese sono spesso vicini a siti di particolare rilevanza geobiologica (per lo più siti sacri fin dall'antichità come Stonehenge) e questo ci suggerisce l'ipotesi che i crop circles siano una sorta di attivatori di circuiti tellurico-cosmici, utili da una parte per la guarigione del pianeta e da un'altra in aiuto all'essere umano con il compito di riattivare antiche conoscenze sapienzali inerenti la propria dimensione sacra e spirituale, dimenticate a seguito della caduta in un epoca di tenebre (l'attuale Kali Yuga). Molti channelers concordano con questa ipotesi: i crop circles - nei cui disegni sono espressi sia disegni di geometria sacra sia codici frattali e teoremi matematici all'avanguardia - agirebbero come risuonatori per l'inconscio ed il superconscio umano; fenomeni di guarigioni e di risveglio di potenzialità psichiche latenti si sono verificate semplicemente attraverso la contemplazione e la meditazione sui simboli rappresentati nei crop.

Per approfondire www.cerchinelgrano.it


"La Storia Millenaria dei Cerchi
nel Grano"

di Michele Proclamato
(Melchisedek Edizioni)



"I nuovi cerchi nel grano"
di Michael Hesemann
(Mediterranee Edizioni)



"Persi nella Memoria"
Andrea Feliziani, Gabriella Giunta
(Macro Edizioni)


 

Clicca qui o sull'icona per scaricare il file PDF della conferenza