Logo del sito Scienze Noetiche

Home Percorso ‘HOLOS’ Percorso ‘SYNTHESIS’ "Synthesis Online" "Arte del Manifesting" Mailing-list Chi sono Disclaimer

Progetto Raphael

Conferenze Online del Progetto Raphael

INCONTRO n° 127

"Il Divino Triangolo"

Il simbolismo del triangolo (la prima di tutte le figure piane regolari) è coincidente a quello del numero 3, primo dei numero dispari e direttamente ricollegabile all'Unità. Il ternario rappresenta la sintesi della monade e della diade (3=1+2) richiama quindi la perfezione divina.

Il triangolo (equilatero) simboleggia l'armonia e la proporzione ed esprime un senso di equilibrio dinamico tra le parti (mentre il quadrato esprime un equilibrio statico); la dimensione di dinamicità gli deriva dalla forma appuntita che richiama un "tendere verso", una sorta di freccia direzionale che se è rivolta in alto esprime l'aspirazione spirituale (fuoco - yang) e se rivolta in basso la caduta verso la gravitazione (acqua - yin); il triangolo rivolto verso il basso è comunque il riflesso di quello rivolto in alto e sta a significare anche la natura umana e terrena in contrapposizione a quella divina e celeste. In Massoneria le qualità connesse al triangolo vengono rappresentate con il simbolo del Delta Sacro all'interno del quale viene racchiuso l'occhio divino - onniveggente e onnisapiente - del Grande Architetto dell'Universo.

Possiamo utilizzare la simbologia del triangolo per chiarire il processo di caduta e di ascensione (ved. immagine nell'incontro n° 20) ed identificare il vertice posto in alto come l'Origine, la Fonte del creato (il Piano dell'Unità) e la linea inferiore - con i suoi due punti estremi - come la rappresentazione del Piano della Dualità e dei 2 poli di questa dualità, il polo yin e il polo yang. Finché rimaniamo "irretiti" e identificati nella dualità possiamo solo sperimentare separazione, mancanza e conflitto (la caduta), mentre quando decidiamo di operare iniziaticamente verso la "reinserzione sintetica unitaria" (il processo di Ascensione) iniziamo a sperimentare unione e totale completezza.

I tre lati del triangolo hanno svariate interpretazioni: in Medicina Olistica rappresentano Corpo, Mente e Spirito, in kinesiologia struttura, biochimica e psiche, in Alchimia Sale, Mercurio e Zolfo, in Massoneria Apprendista, Compagno d'Arte e Maestro, nel Cristianesimo Padre, Figlio e Spirito Santo (che per gli gnostici ha valenza femminile ed è chiamato "Nostra Signora"), nell'Induismo Brahma, Visnu e Shiva, nella Cabala Kether, Binah e Hokmah, nell'Antico Egitto Osiride, Iside, Horus, ecc..

Tutti i principi sopraenunciati sono apparentemente distinti tra loro ma in effetti esprimono un'unità detta trinità dei principi, come ben sa la religione cristiana in cui la Santissima Trinità esprime il concetto di un solo Dio in tre persone (consustanziazione = fatte della stessa sostanza), alle quali sono attribuite rispettivamente le operazioni di Potenza, Il Padre, d'Intelligenza, il Verbo (Il Logos, cioè Cristo) e d'Amore, lo Spirito Santo. Dalla pagina http://evangelici.altervista.org/trinit.html:
"Ognuno di loro è necessario, ognuno è distinto, eppure tutti e tre sono Uno solo. Il Padre è la Sorgente invisibile e onnipresente di ogni essere, rivelato in e per mezzo del Figlio (cfr. Matteo 11:27, Giovanni 14:6) e sperimentato in e per mezzo dello Spirito Santo. Il Figlio procede dal Padre, e lo Spirito dal Figlio. Con riferimento alla creazione divina, il Padre è il Pensiero che le sta dietro, il Figlio è la Parola che genera e che la fa sussistere, e lo Spirito è l'Atto che la traduce in realtà."

Se si uniscono tre punti nello spazio si ottiene la prima figura piana, che simbolicamente corrisponde al primo stadio della realizzazione di qualsiasi progetto (il primo vero stadio è il punto, ma in tal caso il progetto è ancora "imploso" in se stesso e dunque non manifestato); non a caso la triangolazione è alla base di tutte le misurazioni, perfino in astrofisica e geodesia (la scienza deputata alla misurazione e alla rappresentazione della superficie terrestre). Se si continua ad aumentare i punti e ad unire le linee (aumentando la complessità del progetto) otteniamo tutte gli altri poligoni (quadrato, pentagono, esagono, eptagono, ottagono, ennagono, decagono, undecagono, dodecagono, ecc...) fino ad arrivare al cerchio - la totalità dell'Universo creato - che li comprende tutti e corrisponde alla realizzazione finale del progetto (si noti il modo di dire "chiudere il cerchio" quando si compie un'azione che termina tutto ciò che avevamo iniziato).

Da una combinazione del triangolo con il cerchio nasce il simbolo dell'enneagramma, la cui precisa origine è sconosciuta ma che si pensa risalga al 2500 a.C. Questo simbolo è stato fatto conoscere da Georges Ivanovitch Gurdjieff (1877-1949) nel secolo scorso, ed ha una particolare ciclologia su base 9 (3 x 3 = triplice aspetto della trinità). L'enneagramma, oltre ad essere una sorta di regolo geometrico-numerologico per decifrare le armoniche cosmiche è anche un potente strumento di conoscenza di sé in quanto i suoi 9 punti cardinali corrispondono a 9 tipologie archetipali di personalità.

Ecco i nove tipi in sintesi, tratti dalla pagina www.cervolento.it/EN/9tipi.htm

TIPO 1 - IL RIFORMATORE
Tipo pieno di principi ed idealistico. Gli 1 sono etici e coscienziosi, con un forte senso del giusto e dello sbagliato. Sono insegnanti, "crociati", sempre a combattere per migliorare le cose, ma paurosi di sbagliare. Bene organizzati, ordinati e fastidiosi, tentano di mantenere alti standard, ma possono scivolare nella critica e nel perfezionismo. Tipicamente hanno problemi con la rabbia repressa e con l'impazienza. Al loro meglio essi sono saggi, pieni di discernimento, realisti e nobili, così come moralmente eroici.

TIPO 2 - IL DONATORE
Tipo pieno di attenzioni ed interpersonale. Essi sono empatici, sinceri e dal cuore pieno di calore. Amichevoli, generosi e pronti al sacrificio di sé, ma anche sentimentali, adulatori e alla ricerca di piacere agli altri. Sono portati ad essere vicini agli altri, e spesso fanno le cose per gli altri per essere necessari. Hanno tipicamente problemi nell'aver cura di sé stessi e nel riconoscere i propri bisogni. Al loro meglio sono altruisti e donativi e hanno amore incondizionato per sé e per gli altri.

TIPO 3 - LA PERSONA DI SUCCESSO
Tipo adattabile, orientato al successo. Essi sono sicuri di sé, attraenti e affascinanti. Ambiziosi, competenti ed energici, essi possono essere consapevoli del loro stato e portati all'auto promozione. Sono molto preoccupati della loro immagine e di cosa gli altri pensano di loro. Hanno problemi con il superlavoro e la competitività. Al loro meglio i 3 sani si accettano, sono autentici, e credono di essere modelli per gli altri e ispiratori.

TIPO 4 - L'INDIVIDUALISTA
Tipo romantico, individualista. I 4 sono consapevoli di sé, sensitivi, riservati e quieti. Essi sono autoconsapevoli, emozionalmente onesti e personali, ma spesso possono essere lunatici e pieni di sé. Si allontanano dagli altri a causa dei loro sentimenti di vulnerabilità e di difettosità, spesso possono essere disdegnosi e rifiutare i modi ordinari di vita. Spesso hanno problemi con l'autoindulgenza, e l'autocompassione. Al loro meglio i 4 sani sono ispirati e altamente creativi, abili nel rinnovare se stessi e trasformare le proprie esperienze.

TIPO 5 - L'INVESTIGATORE
Tipo intenso, cerebrale. I 5 sono attenti, intuitivi, curiosi. Sono in grado di concentrarsi e focalizzarsi sullo sviluppo di idee complesse. Indipendenti ed innovativi, essi possono diventare preoccupati dei loro pensieri e costruzioni immaginarie, diventano distaccati, ma ancora tesi ed intensi. Tipicamente hanno problemi con l'isolamento, l'eccentricità e il nichilismo. Al loro meglio i 5 sani sono pionieri ispirati, spesso più avanti dei loro tempi e capaci di vedere il mondo in modo innovativo.

TIPO 6 - IL LEALISTA
Tipo impegnato, orientato alla sicurezza. I 6 sono affidabili, forti lavoratori e responsabili, ma possono essere anche difensivi, evasivi e molto ansiosi, portati allo stress e anche a lamentarsene. Sono spesso cauti ed indecisi, ma possono anche essere reattivi, portati alle sfide e ribelli. Tipicamente hanno problemi con il dubbio ed il sospetto. Al loro meglio i 6 sani sono interiormente stabili, autoconfidenti ed affidabili, coraggiosamente di supporto ai deboli e ai poveri.

TIPO 7 - L'ENTUSIASTA
Tipo indaffarato e produttivo. Essi sono versatili, ottimisti e spontanei. Giocosi, spiritosi e pratici, possono anche essere invadenti, nervosi ed indisciplinati. Costantemente cercano nuove ed allettanti esperienze, ma possono diventare distratti ed esauriti dallo stare sul chi va là. Tipicamente hanno problemi con l'impulsività e la superficialità. Al loro meglio, i 7 sani focalizzano i loro talenti su obiettivi valevoli, diventando gioiosi, altamente realizzati e pieni di gratitudine. 

TIPO 8 - LO SFIDANTE
Tipo potente e dominante. Sono pieni di autoconfidenza, forti ed assertivi. Protettivi, pieni di risorse e decisi, essi possono essere anche orgogliosi e dominanti. Essi sentono di dover proteggere il loro territorio, spesso cercando il confronto e l'intimidazione. Tipicamente hanno problemi nel permettere a se stessi di essere vicini agli altri. Al loro meglio gli 8 sani sono di autoinsegnamento, usano la loro forza per migliorare la loro vita, diventando eroici, magnanimi e talvolta storicamente grandi.

TIPO 9 - IL PACIFICATORE
Tipo tollerante, che si tiene in disparte. Sono pieni di accettazione, affidabili e stabili. Naturalmente buoni, di cuore gentile, tolleranti e di supporto, possono anche essere portati a seguire gli altri per amore di tranquillità. Vogliono che tutto sia senza conflitti e possono tendere ad essere compiacenti e minimizzare le difficoltà. Tipicamente hanno problemi con la passività e la noia. Al loro meglio sono in grado di riappacificare le persone e sanare i conflitti.

 


"L'Antico Segreto del Fiore
della Vita Vol. 2"

di Drunvalo Melchizedek
(Macro Edizioni)



"La Triplice Cinta"
Roberto Mosca, Alfonso Rubino
(Terra Nuova Edizioni)



"L'Enneagramma"
di Helen Palmer
(Astrolabio Edizioni)


 

Clicca qui o sull'icona per scaricare il file PDF della conferenza