Logo del sito Scienze Noetiche

Home Percorso ‘HOLOS’ Percorso ‘SYNTHESIS’ "Synthesis Online" "Arte del Manifesting" Mailing-list Chi sono Disclaimer

Progetto Raphael

Conferenze Online del Progetto Raphael

INCONTRO n° 214

"Aforismi"

Nella "Nuova Enciclopedia Universale Garzanti" (della simpatica serie formato "tascabile" detta familiarmente le Garzatine) leggiamo alla voce Aforisma: "aforisma o aforismo, massima che esprime concisamente il risultato di studi e osservazioni precedenti. La prima raccolta è quella attribuita ad Ippocrate (460 a.C. - 380 a.C. ca)". In questa definizione balza subito agli occhi il concetto di sintesi di un'esperienza che è quello che a noi interessa particolarmente (lasciando da parte gli aforismi di natura umoristica o le citazioni di personaggi pubblici in linea più con il gossip che con una dimensione culturale - cultura è lett. Culto di Ur, cioè culto della luce).
Sintetizzare un'esperienza - o una vita - in una o più frasi ad effetto, che colpiscano il lettore, che rimandino ad una meditazione più profonda e che siano in grado di far percepire immediatamente un senso di verità (...se la persona vi è in risonanza) è un'operazione che può acquisire un vero e proprio carattere iniziatico.
Tutto il percorso di Ritorno all'Unità (ved. incontro n° 21) non è altro che una grande opera di sintesi delle proprie vite e di tutto il proprio essere in direzione dell'Immortale; tale sintesi avviene su molti piani differenti (materiale, vitale, emotivo, ecc...), per ciò che riguarda il piano mentale una serie di aforismi che riassumano le nostre esperienze, e che tramandino dei precisi insegnamenti per gli altri, può essere uno strumento eccellente per progredire sulla via dell'elevazione iniziatica senza essere appesantiti dal proprio passato.

In questo contesto vogliamo anche citare e rendere omaggio ad una forma particolare di aforisma che è quella del proverbio, in cui l'autore è sempre anonimo e che raccoglie la saggezza popolare di un'intera comunità, la quale sovente utilizza i propri proverbi come traccia spirituale per affrontare gli eventi quotidiani; penso che quasi tutti noi abbiamo a mente dei proverbi che ci sono stati di ispirazione in questa incarnazione. Di seguito una selezione di aforismi ispiranti:

"Nihil inimicus quam sibi ipse" - Niente vi è di più nemico di se stessi - (Cicerone)

"La persona intelligente esita, pondera, dubita. Chi non è intelligente non dubita mai, non esita mai.
Quello che il saggio bisbiglia, lo sciocco lo proclama dai tetti." (Osho)

"Semina un pensiero e raccogli un'azione
semina un'azione, raccogli un'abitudine
semina un'abitudine, raccogli un carattere
semina un carattere, raccogli un destino". (Proverbio Cinese)

"Se il tuo scopo è grande e i tuoi mezzi piccoli, agisci comunque,
perchè solo con l'azione essi possono crescere in te". (Sri Aurobindo)

"Se hai ragione non hai bisogno di gridare". (Proverbio Zen)

"Verrà il tempo in cui gli uomini saranno soddisfatti di un'alimentazione vegetariana e giudicheranno l'uccisione di un animale come essi giudicano oggi quella di un uomo". (Leonardo Da Vinci)

"Un essere umano è parte di un tutto che chiamiamo 'universo', una parte limitata nel tempo e nello spazio. Sperimenta se stesso, i pensieri e le sensazioni come qualcosa di separato dal resto, in quella che è una specie di illusione ottica della coscienza".

"Questa illusione è una sorta di prigione che ci limita ai nostri desideri personali e all'affetto per le poche persone che ci sono più vicine. Il nostro compito è quello di liberarci da questa prigione, allargando in centri concentrici la nostra compassione per abbracciare tutte le creature viventi e tutta la natura nella sua bellezza." (Albert Einstein)

"Sappi che questa casa può essere utile soltanto a coloro che hanno già riconosciuto il loro non essere e credono sia possibile cambiare"
"Chi si è liberato dalla malattia del 'Domani' ha una probabilità di conseguire ciò per cui si trova qui"
"Aiuta soltanto chi si sforza di non essere un fannullone" - "Rispetta tutte le religioni". (G. I. Gurdjieff)

"L'inferno non è stato creato da nessuno, il fuoco di uno spirito che si abbandona alla collera
produce il fuoco dell'inferno che brucia il suo possessore.
Quando un uomo fa del male egli accende il fuoco dell'inferno nel quale sarà arso". (Malamuli)

"L'essere sempre attenti è la strada verso l'immortalità
la trascuratezza è la via che conduce alla morte.
Coloro che sono vigili non moriranno gli indifferenti sono già morti." (Dhammapada)

"La poca attenzione prepara la strada a nuove illusioni, nuovi errori e permette ai vecchi di crescere.
Con attenzione maggiore e costante non permettete la nascita di nuovi errori e distruggete i vecchi". (Majjhima Nikaya)

"Le rette opinioni sulle cose sono chiamate trascendentali, mentre quelle false sono chiamate 'mondane'.
Quando sia le Rette Opinioni, sia le false, vengono eliminate
allora si manifesta l'essenza della Conoscenza (Illuminazione)". (Wei Lang)

"Non si muore fisicamente fintantoché l'anima e lo spirito son capaci di condurre il corpo con sé nel viaggio immortale"
"L'ambiente felice è disseminato di angeli"
"Dobbiamo vegliare sull'angelo che abita in noi e smettere di fargli del male". (IJP Appel Guéry)

"Possiedi veramente solo ciò che sei,
per questo puoi perdere solo ciò che non hai". (Nicola)

"L'innocenza è buona, l'ingenuità è stolta". (Sara)


"Aforismi dello Yoga"
Patanjali
(Promolibri Edizioni)



"Aforismi "
Oscar Wilde
(Sri Aurobindo Ashram)



"Il segreto di vivere
per realizzare se stessi. Aforismi"

Raffaele Morelli
(Riza Edizioni)


 

Clicca qui o sull'icona per scaricare il file PDF della conferenza