Logo del sito Scienze Noetiche

Home Percorso ‘HOLOS’ Percorso ‘SYNTHESIS’ "Synthesis Online" "Arte del Manifesting" Mailing-list Chi sono Disclaimer

Progetto Raphael

Conferenze Online del Progetto Raphael

INCONTRO n° 220

"Autostima"

Pur continuando ad affermare che la dimensione dell'Ego andrà superata e trascesa (ved. la differenza tra l'Io e il Sé esposta nell'incontro n° 2), oggi ci soffermiamo comunque a considerare il tema dell'autostima poiché potrà essere di aiuto a condurre una vita più serena e distaccata in cui operare con efficacia verso la nostra ascensione spirituale.
Autostima significa fiducia e rispetto di se stessi, ed il primo passo verso la fiducia in sé è rendersi conto che siamo profondamente influenzati da idee e convinzioni esterne che ci condizionano al fine di manipolarci. Questa manipolazione il più delle volte non è palese, e spesso è attuata da persone che neppure sono coscienti di farlo, tanto sono immerse nel sistema di credenze che la società e la famiglia hanno "imposto" loro (dal film Matrix "Sono talmente immersi nel sistema che morirebbero per difenderlo").

La soluzione è tenere bene a mente che ciascuno di noi è unico e originale e che dunque andiamo bene così come siamo poiché apportiamo al mondo e all'universo una sfaccettatura della Verità universale (e tale sfaccettatura si manifesta proprio grazie anche a ciò che gli altri possono considerare difetti). Vediamo qualche suggerimento generale in merito all'autostima:

  • E' indispensabile riconoscere e dare spazio alla propria unicità e alle proprie qualità individuali ritrovando la dimensione creativa che ci avvicina a Dio (conoscere Dio significa infatti assomigliare a Lui, e il primo degli attributi dell'aspetto esperenziale di Dio è proprio quello di essere un Creatore!).
  • Il nostro valore è indipendente da ciò che gli altri pensano di noi e non abbiamo bisogno di dover dimostrare qualcosa a qualcuno. Chi vale veramente non ha bisogno di dimostrare il proprio valore, chi ha bisogno di farlo è solo perché non se lo riconosce!
  • Impariamo a sostenere le nostre scelte e i nostri punti di vista in modo responsabile, dandoci la possibilità di sbagliare, ma coltivando la certezza di fare sempre ciò che riteniamo meglio momento per momento (spesso scelte sbagliate derivano da valutazioni sbagliate, eppure ritornando indietro nel tempo e possedendo le medesime nozioni... rifaremmo comunque gli stessi errori).
  • Spesso l'autostima è carente nelle donne per la grande aspettativa che esiste nella società attuale riguardo alla dimensione estetica, proviamo allora ad imparare a prenderci cura dell'aspetto fisico in modo completamente nuovo. Possiamo considerare la bellezza fisica come una sorta di riflesso della bellezza dell'anima e dunque occuparcene non tanto per mostrare qualcosa agli altri, quanto piuttosto per alimentare la nostra dimensione interiore (attraverso la cosiddetta "brillance"). In quest'ottica è sano prendersi cura di sé anche se non si ha in programma di uscire e di mostrarsi in società. Prendersi cura di sé, infatti, fa molto bene all'autostima: entrando in risonanza energetica con le dimensioni di Luce superiore possiamo essere supportati da nuova energia.
  • Cerchiamo di non considerarci sempre al centro dell'universo degli altri, soprattutto delle persone a noi più vicine e care: se una persona ci fa uno sgarbo è possibile che esistano mille ed uno motivi per cui quella persona poteva essere nervosa, la maggior parte dei quali completamente indipendenti da noi (consideriamo una persona innocente fino a che non ci dimostra il contrario!). Provare a vedere le cose da una prospettiva diversa, ci lascia la possibilità e la libertà di agire invece di reagire.
  • Cerchiamo di scoprire e di rendere esplicito lo scopo e il programma di questa vita, grazie ad una attenta valutazione dei propri talenti (manifesti e potenziali) possiamo renderci conto in che modo esprimere la nostra unicità, che è anche il dono che apportiamo al pianeta.
  • Proviamo ad aiutare coloro che si trovano in difficoltà che noi abbiamo già superato o che comunque stiamo trattando da più tempo, questo aiuta a gestire i nostri sistemi di potenza poiché possiamo osservarli dall'alto.
  • Proviamo a fare una lista di tutte le cose, piccole o grandi, in cui siamo riusciti nella vita (ad esempio: "Il tal giorno aver superato l'imbarazzo di rivelare i propri sentimenti, aver conseguito il tal titolo di studio, essere riusciti ad arrampicarsi su di un albero, aver resistito alla tentazione di quella tal cosa, aver superato quella tal sofferenza, ecc...").
    Una volta stilata la lista potremmo renderci conto di aver avuto molto più successo di quanto non avremmo pensato.
  • Ogni tanto proviamo a confrontarci con situazioni nuove, poiché questo permette di scoprire nuove sfaccettature della personalità ed evita il ristagno nei vecchi schemi di pensiero, d'altronde "E' meglio rimpiangere di aver fatto una cosa che rimpiangere di non averla fatta".

Per concludere possiamo affermare che l'autostima (che non è affatto esaltazione personale, quanto piuttosto equilibrio con tutti i molteplici aspetti della propria personalità) nasce fondamentalmente dalla consapevolezza che siamo tutti esseri divini e che la vita sulla Terra è solo il frutto di un gioco cosmico (Lila) a cui abbiamo accettato di partecipare. Talenti e difetti sono le opzioni con cui giochiamo e con cui ci "inventiamo" un personaggio, se poi con qualcuna di queste opzioni non vogliamo più giocare... ebbene possiamo sempre modificarla! E' vero o no che "il pensiero crea la realtà"?

Nella Guida di superEva dedicata all'Autostima (http://guide.supereva.it/autostima/autostima/) si legge:

"La confidenza e la fiducia si costruiscono dall'interno. Così ogni volta che vuoi realizzare qualcosa, immagina te stessa/o come se l'avessi già realizzato. Visualizza te stessa/o come una persona riuscita, rendi l'immagine vivida e reale nella tua mente. Chiudi gli occhi e immagina tutti i dettagli, come ti senti, come ti comporti, come si comportano gli altri in risposta alla tua nuova attitudine. Infine trasforma tutto questo in azione. Come pensi di essere così sei."


"Autostima"
Giuliana Ghiandelli
(Eifis Edizioni)



"Le Chiavi dell'Autostima"
A. Boldorini, P. Spagnulo
(Ed. Ecomind)



"Scatena l'Autostima"
Marilyn J. Sorensen
(Sangiovanni's Strategies Edizioni)


 

Clicca qui o sull'icona per scaricare il file PDF della conferenza