Logo del sito Scienze Noetiche

Home Mappa Chi sono Synthesis Online Arte del Manifesting Mailing-list Disclaimer

7. «UFOLOGIA»

Questo articolo articolo fa parte del percorso di crescita transpersonale e spirituale "Synthesis", creato dal dott. Nicola Saltarelli per conoscere sé stessi e andare oltre il velo della realtà ordinaria. Se volessi sostenere questo sito e cogliere un'opportunità straordinaria di trasformare la tua vita, iscriviti al percorso premium:"Synthesis Online".


Due UFO in aperta campagna

"Non si può più pensare... è vero, non è vero, sono veri o sono falsità, ci si crede o non ci si crede. No! Oramai ci sono varie considerazioni che fanno dire con certezza
che l'esistenza di questi esseri c'è. Non si può dubitare!"

"Anche la critica più severa oramai non può esaurire tutte le testimonianze che ci sono
circa sia gli avvistamenti e circa sia i cosiddetti fenomeni contattisti."
"Non rientra più nell'ambito della prudenza umana dubitare."

Mons. Corrado Balducci

L'Ufologia si occupa dello studio degli UFO (acronimo inglese per Unidentified Flying Object = Oggetti Volanti Non identificati) su più livelli: avvistamenti, atterraggi, ipotetici rapimenti (abduction) e anche della verifica delle testimonianze dei contatttisti. Esiste, in inglese, un sito interessante dedicato alle evidenze scientifico del fenomeno UFO: www.ufoevidence.org Secondo statistiche delle Nazioni Unite dal 1947 al 2011 sono stati notificati 150 milioni di avvistamenti di Oggetti Volanti Non Identificati (OVNI) e ci sono state almeno 20.000 testimonianze di atterraggi UFO. Tra i testimoni degli avvistamenti il 5% sono astronomi, il 20% ingegneri e scienziati, il 19% militari e ben il 20% sono piloti aeronautici. Sicuramente la maggior parte degli avvistamenti potrebbe essere riconducibile a fenomeni noti (velivoli, satelliti artificiali, palloni aerostatici, pianeti, stelle cadenti, fulmini globulari, ecc.), ma esiste una percentuale di casi che non trova alcuna spiegazione scientifica nota, soprattutto quando questi oggetti si muovo con velocità e direzioni che nessun oggetto aereo conosciuto potrebbe mai emulare. A meno che non si voglia essere scettici a priori, dobbiamo ammettere che qualcosa di strano si muove nei nostri cieli e che talvolta questo qualcosa si è pure posato sui nostri suoli.

Padre Corrado BalducciLa Chiesa stessa, storicamente molto prudente su tutto ciò che potrebbe sconvolgere i sistemi di riferimento intellettuali e spirituali nelle masse, ha affermato per bocca del teologo vaticano Mons. Corrado Balducci (1923-2008):
"Qualcosa di vero deve esserci, anche ad usare solo il buon senso e, ragionevolmente, il fenomeno è innegabile. La critica rigida va contro il buon senso, perché va contro il valore della testimonianza umana. Negli ultimi anni le testimonianze di eventi ufologici sono aumentate a dismisura, eppure c'è ancora troppa gente che tende a minimizzare tutto a fandonia. Certo, in molti casi si potrebbe trattare di false valutazioni di fenomeni naturali o altro, ma non è pensabile assolutamente poterle ridurre completamente a tali categorie. Una posizione di scetticismo integrale è del tutto ingiustificata."

Balducci precisa comunque che: "Fatti come l'esistenza dei dischi volanti indicano che gli alieni si sono evoluti più rapidamente degli esseri umani. Ma anche se si scoprisse che gli extraterrestri sono in qualche modo superiori agli umani, questo non metterebbe in dubbio gli insegnamenti del Cristianesimo".

Padre Pio di Pietralcina (1887-1968) alla domanda: "Padre, dicono che negli altri pianeti ci sono altre creature di Dio!" rispose serenamente: "E che vorresti che non ci fossero, che l'Onnipotenza di Dio si limitasse al piccolo pianeta Terra?"

Secondo Richard Dolan, forse il più eminente ricercatore e storico degli UFO, a livello internazionale, afferma: "Ci sono stati incontri continui con gli Alieni a partire dal 1947. Sono probabilmente civiltà molto diverse dalla nostra. Hanno l'abilità di entrare ed uscire da questa realtà in qualche modo, di cambiare dimensione. La Nasa, la Cia e le forze governative tentano di insabbiare la verità e controllano non solo i media, ma anche la comunità scientifica ed accademica".

Un classico modello di UFO

E' possibile che il pianeta terra sia stato visitato da millenni da esseri provenienti da altre regioni dello spazio e del tempo, ma il fenomeno UFO è diventato di dominio pubblico in epoca moderna solo dal 1947, quando Kenneth Arnold (foto a sinistra in basso), un uomo di affari americano che, a bordo del suo aereo privato, vide "nove dischi che volavano in formazione" (da cui la definizione di dischi volanti, flying saucers, letteralmente "sottopiatti volanti").

Kenneth Arnold

Kenneth Arnold e la forma degli UFO da lui avvistati

In realtà misteriose apparizioni nei cieli sono avvenute in ogni epoca e ne abbiamo la documentazione in testi e raffigurazioni pittoriche: la Bibbia stessa presenta molti richiami ad oggetti celesti volanti, variamente definiti come: nuvole luminose, carri volanti, turbinii e sfere di fuoco. In Ezechiele (1, 4) si legge ad esempio:

"Io guardavo ed ecco un uragano avanzare dal settentrione, una grande nube e un turbinio di fuoco, che splendeva tutto intorno, e in mezzo si scorgeva come un balenare di elettro incandescente."

I poemi sacri indiani descrivono con dovizia di particolari tecnici i Vimana, carri su cui i loro dei si muovevano nel cielo; nel Ramayana di Valmiki si legge testualmente:

"La splendente astronave irradiava un bagliore fiammeggiante. Fiammeggiando come un fuoco rosso vivo, volava il carro alato di Ravana. Era come una cometa nel cielo".

Anche gli antichi romani avevano una loro definizione di oggetti avvistati nei cieli: "clypeus" (scudo - da cui clipeologia, lo studio degli avvistamenti UFO del passato), e analogamente gli antichi egizi, i Sumeri, i popoli accadici, i Maya, gli indiani Hopi, alcune tribù africane, gli aborigeni australiani, e varie altre popolazioni del pianeta descrivono incontri con esseri venuti dallo spazio che hanno dato vita o nuovo impulso alle loro civiltà.


Schema di un vimana indiano e possibili UFO raffigurati nel Papiro Reale di Torino


Possibile UFO nel "Le Livre Des Bonnes Moeurs" di Jacques Legrand (1490 ca).

Particolarmente impressionante è la conoscenza che i Dogon, popolo africano insediato nell'altopiano del Bandjagara, hanno della stella Sirio: ben prima che i nostri astronomi fossero in grado di verificarlo, questo popolo conosceva con esattezza l'esistenza, la pesantezza, il periodo di rivoluzione, l'orbita ellittica ed la localizzazione anche di un secondo astro vicino a Sirio (una nana bianca oggi chiamata Sirio B), addirittura nelle loro tradizioni descrivevano l'esistenza di un'altra stella che solo negli ultimi anni è stata effettivamente scoperta. La cosa straordinaria è che queste stelle sono invisibili a occhio nudo e che per identificarle si è dovuto utilizzare strumenti matematici e formule molto complesse. Secondo i Dogon, in epoca immemorabile, da Sirio giunsero i "Nommo" degli strani esseri anfibi che donarono loro tutte queste conoscenze e che promisero, un giorno, di tornare.

Dogon e Sirio B

I dogon e Sirio B

A livello scientifico, esistono delle concrete possibilità riguardo all'esistenza di civiltà extraterrestri? Molti scienziati sono oggi portati a rispondere in maniera possibilistica sull'esistenza di vita in altri pianeti; supponendo che soltanto una stella su dieci miliardi abbia in orbita un pianeta abitabile (ed e' una stima molto pessimistica) raggiungiamo comunque cento miliardi di mondi abitabili nell'universo conosciuto. Come detto in apertura l'enorme numero di avvistamenti UFO documentati in tutto il mondo (compresi quelli effettuati da astronauti, militari, poliziotti e da personaggi celebri quali l'ex presidente americano Carter, Gorbaciov, il principe Carlo d'Inghilterra) non lascia spazio al dubbio sull'esistenza della possibilità di vita extraterrestre; soltanto sul territorio italiano sono state documentate negli ultimi cinquant'anni oltre 8.600 segnalazioni ufficiali di UFO (la catalogazione e' stata effettuata dal Centro Italiano Studi Ufologici, in un lavoro durato dieci anni di ricerche e pubblicato nel 1991).
In un documento pubblicato dallo Stato Maggiore dell'Aeronautica Italiana relativo alla rilevazione di OVNI (Oggetti Volanti Non Identificati) avvenute in Italia tra il 1979 e il 1990, figuravano ben 87 segnalazioni avvenute tramite Forze dell'Ordine, Enti della Difesa Aerea ed equipaggi in servizio, sia civili che militari.

Secondo una classificazione fatta dall'americano J. Allen Hyneck si possono suddividere gli avvistamenti in:

  • Tipo 1 - semplice osservazione di un oggetto non identificato nel cielo;
  • Tipo 2 - atterraggio con tracce al suolo rilevabili o con effetti che permangono sugli osservatori o sulle strumentazioni meccaniche o elettriche;
  • Tipo 3 - (reso famoso dal film di Steven Spielberg del 1977 "Incontri ravvicinati del terzo tipo") quando è presente un contatto tra l'osservatore e degli esseri alieni;
  • Tipo 4 - quando l'osservatore è portato a bordo delle astronavi (come nei casi celebri di George Adamski, Carlos Diaz, Billy Meier oppure come in caso di abductions - rapimenti alieni);
  • Tipo 5 incontri resi possibili dall'osservatore stesso utilizzando particolari tecniche di concentrazione;
  • Tipo 6 gruppi di persone oggetto di abduzioni collettive, più volte (avrebbero la facoltà di riconoscersi "istintivamente", in occasione di loro eventuali incontri nella vita quotidiana).

Alieni con umano al centro

Molte persone affermano di essere in contatto con realtà non terrestri tramite una particolare connessione telepatica con esseri di altri mondi, i quali donerebbero loro informazioni dirette sulle leggi che regolano l'universo e sulla vita in sistemi stellari diversi dal nostro. Spesso in tali trasmissioni viene trattata l'interazione delle civilizzazioni stellari con l'evoluzione (passata, presente e futura) di Gaia - il nostro pianeta Terra - che sembrerebbe giocare un ruolo importante nella grande scacchiera cosmica.
In queste trasmissioni grande importanza viene data anche alla dimensione spirituale dell'esistenza, vista come unica salvaguardia possibile all'autodistruzione che gli esseri umani stanno perpetuando sulla Terra. E' probabile che la maggior parte di questi presunti contatti siano, anche volendo ipotizzare la buona fede, o trasmissioni da entità di bassi livelli di coscienza (basso-medio astrale) o dialoghi intrapsichici, non si può escludere però che alcune trasmissioni telepatiche possano essere autentiche, soprattutto se suffragate da prove empiriche (avvistamenti, contatti fisici).

Ashtar Sheran
Immagine di Ashtar Sheran
(presunto comandante della Flotta spaziale interplanetaria)

In effetti, studiando il fenomeno UFO da un punto di vista più spirituale, esso assume una precisa connotazione interiore, e non sarà più oggetto di studio l'apparizione dei dischi volanti in sé per sé, quanto piuttosto il cambiamento di coscienza interiore che questo avrà determinato nell'osservatore. Da questo punto di vista risultano all'avanguardia le esperienze di contatto realizzate dall'equipe dei Viaggiatori Atemporali di IJP Appel Guéry, che nell'arco di quaran'anni di ricerca hanno prodotto centinaia di testimonianze in merito, tracciando un'avventura nel campo della Coscienza che ha lo scopo di riavvicinare l'essere umano alla sua perduta divinità interiore (ved. "Contatti con altre dimensioni" edito dalle Mediterranee).

Oltre agli avvistamenti celesti, numerosi sono anche i casi di contatti diretti con esseri non terrestri ed esistono varie classificazioni ufologiche a riguardo:

Classificazione dell'IUFOB (International UFO Bureau - 1970)

  • Gruppo A: sono i cosiddetti "Grigi", umanoidi alti circa 90-140 cm, dotati di un cranio molto grande ed una corporatura esile (infatti talvolta sono definiti "Macrocefali").
  • Gruppo B: sono gli alieni analoghi all'essere umano. Ad. es. i cosiddetti "Nordici", che sono citati dai contattisti come Eugenio Siragusa, George Adamski e Billy Meier.
  • Gruppo C: sono tutti gli esseri che non rientrano nelle categorie precedenti. dai Rettiliani, agli Insettoidi, ai Ciclopi includendo anche i Bigfoots, Sasquatch, Yeti.

La classificazione di Jader Pereira (sempre degli anni '70) si basa sullo studio di 333 segnalazioni e divide gli alieni in dodici categorie; le categorie da 1 a 6 comprendono quegli esseri che non hanno uno scafandro e sono elencate secondo la maggiore o minore somiglianza all'essere umano (1 = antropomorfo, 6 = totalmente diverso dall'uomo), il tipo 7 usa una speciale apparecchiatura per la respirazione; i tipi da 8 a 12 sono stati visti indossare uno scafandro.

Razze aliene
Razze Aliene: Pleiadiani, Rettiliani, Grigio, Mantide

La classificazione di Brad Steiger (degli anni '80) divide, infine, gli alieni in 4 categorie di umanoidi:

  • il Tipo Alfa sono i Grigi (detti anche E.B.E. - Entità Biologiche Extraterrestri), per lo più hanno un altezza media di 120-140 cm, un colorito della cute grigio rossastro, il cranio è voluminoso di forma triangolare con bocca fessuriforme e narici appena abbozzate. Gli occhi sono lunghi, lateralizzati e neri, con una membrana protettiva che li copre (forse il loro ambiente originale è poco luminoso?) ed hanno lunghi arti sottili con 3 o 4 dita (talvolta 6). Vi è una presunta affinità con i cetacei terrestri. I grigi sono considerati i maggiori responsabili delle abductions (rapimenti) e una delle motivazioni riportate è che la loro razza sia in via di estinzione e cercano di farla sopravvivere tramite l'ingegneria genetica e l'ibridazione con la razza umana. Sono noti per la loro freddezza e impassibilità e le loro notevoli capacità telepatiche. In rari casi dei grigi particolarmente evoluti sembra siano all'origine di alcune canalizzazioni telepatiche di aiuto all'umanità.

    Grigi

    Secondo alcuni ufologi i Grigi proverrebbero dalla costellazione binaria di Zeta Reticoli; vari "rivelatori" (come colonnello Philip Corso, John Lear, Bob Lazar) affermano che il governo degli Stati Uniti avrebbe stipulato già negli anni '50 un patto segreto (definito "scellerato") con gli esponenti di tale razza, scambiando informazioni e tecnologia con il permesso di fare esperimenti sugli esseri umani.

  • Il Tipo Beta sono gli alieni visti dai contattisti e si distinguono in: Beta 1 (perfettamente umani, dai tratti tipicamente nordici, e potrebbero vivere tranquillamente in mezzo a noi senza essere riconosciuti), spesso portano tute argentee, con grandi cinture in vita; Beta 2, umanoidi dalla pelle scuro-olivastra e dall' atteggiamento ostile, spaventano i testimoni di avvistamenti UFO, minacciandoli a parole o anche telepaticamente o con armi futuristiche ("Men in Black"); Beta F, creature spirituali che appaiono ai sensitivi o a chi sostiene di avere assistito a visioni "mistiche", potrebbero essere entirà interdimensionali. I "Nordici" farebbero parte della cosiddetta "Coalizione Bianca" o "Fratellanza della Luce", in netto contrasto con le "Forze del Buio", alieni ostili e parassiti del genere umano.

  • Il Tipo Gamma include tutte le creature dall'aspetto selvaggio (es. Bigfoots, Sasquatch, Yeti) in apparenza biologiche ma più probabilmente automi creati dagli stessi alieni per raccogliere "campionature" sulla Terra (ved. il Chupacabras, associato all’uccisione e alla mutilazione di capre ed altri animali).

    Sasquatchù

  • Il Tipo Delta include gli esseri mostruosi, dai Mothmen (Uomini Falena) ai Rettiloidi (Omosauri) fino ai cosiddetti "Mostri di Palude". Data la stranezza di questi alieni, il ricercatore americano John Keel li ricollega ad una dimensione parafisica (come gli Jinn della tradizione islamica), mentre altri ufologi sospendono ogni giudizio in attesa di prove più convincenti.

    Secondo alcuni ricercatori i rettiliani (o draconiani) sarebbero presenti sulla Terra da tempo immemorabile e avrebbero influenzato molte mitologie. La loro è considerata una razza guerriera e conquistatrice proveniente da Alpha Draconis, molto avanzata dal punto di vista tecnologico ma non da quello spirituale. Si differenziano in DINOIDI (una sorta di élite guerriera), REPTOIDI (rettiliani classici), SAURIANI (quelli di tipo albino hanno la massima posizione sociale e grande conoscenza e saggezza, sono i "Draghi bianchi"), ANFIBIOIDI (vivono in acqua e sono meno bellicosi). Esistono, poi, anche gli INSETTOIDI, ed in particolare le "mantidi" descritte da vari rapiti che sarebbero incredibilmente interessate alle nostre reazioni emotive forti, quali paura e terrore (secondo Corrado Malanga, docente di fisica all'Università di Pisa e , gli insettoidi estrarrebbero le nostre endorfine e si nutrirebbero della nostra energia mentale di massa). I rettiliani sembrerebbero strettamente connessi con il governo occulto del pianeta e con la manipolazione psico-emozionale effettuata sul reticolato energetico della Terra.

Provenienza degli alieni secondo testimonianze famose di
Incontri Ravvicinati di Tipo 3 e 4

(da un articolo apparso su www.edicolaweb.net/ss000453.htm di Marco G. Toma)

Incontri ravvicinati

  • George Adamski. è il caso più famoso, con i venusiani biondi, i marziani scuri di pelle, i saturniani e i gioviani tutti simili all'uomo. Primo caso di apparizione di nordici e umanoidi associabili alle forme del pianeta Terra (queste razze vivrebbero nelle dimensioni astrali dei succitati pianeti).

  • Betty e Barney Hill. Appaiono per la prima volta i Grigi, con indicazione di provenienza dal sistema di Zeta Reticuli. Va ricordato come vi sia anche presenza di umanoidi a metà fra i grigi e il tipo umano evidenti nei capelli rossi dell'esaminatore di Barney.

  • Herbert V. Speer e Società Alaya. Appare il venusiano biondo Ashtar Sheran e la flotta extraplanetaria dei nordici.

  • Orfeo Angelucci. Caso contattistico in cui appare per la prima volta il pianeta nascosto tra Marte e Giove, possibile sede d'origine della razza umana.

  • Cynthia Appleton. IR-3 avvenuto nella casa della protagonista con presenza di umanoidi di tipo nordico proveniente da Venere.

  • Contattisti di tipo adamskiano. Sono sempre presenti umanoidi di tipo nordico o di forma umana, provenienti da vari pianeti del sistema solare.

  • Maurizio Cavallo, Truman Bethurum, Volpe Astuta (capo Sioux). Casi in cui appaiono il pianeta Clarion e i suoi comandanti femminili, con indicazione, in quanto dichiarato da Cavallo, di provenienza dalla costellazione Chioma di Berenice.

  • Eduard Meier, Fred Bell, Enrique Castillo Rincon. Appaiono i pleiadiani e gli andromediani, insieme ai loro mentori Semjase e Krishnamerk.

  • Albert Coe. Caso in cui il presunto nordico afferma di venire da Tau Ceti, con base su Venere.

  • Germana Grosso e Anna Federighi. Casi di contattismo telepatico in cui sono presenti entità spirituali dei pianeti del sistema solare di Algol e di Orione. Le entità umanoidi malvagie dei pianeti di questa costellazione sono ricollegate da Adamski e altri ai fantomatici uomini in nero.

  • Abductions contemporanee. Emergono le onnipresenti figure dei Grigi reticuliani che negli ultimi anni hanno arricchito la loro fisionomia descrittiva insieme a nuovi elementi come i loro superiori, le grandi mantidi evolutesi a livello umano e i misteriosi Zetas, a metà fra Grigi e umanoidi.

  • Elizabeth Klarer. Caso contattistico con alieni provenienti da Alpha Centauri, dai caratteri umanoidi a metà fra i nordici e l'uomo propriamente detto.

  • UFO crashes. Umanoidi recuperati in vari schianti al suolo, provenienti dalla costellazione Cani da Caccia e Aquila oltre che da Z Reticoli.

  • Casa Bianca. Presunto contatto con alieni di Aldebaran e Betelgeuse, avvenuto negli anni '50 con alieni di tipo umano chiusi in scafandri ermetici.

  • P. Corso, J. Lear, M. Wolf e altri. Presenza dei seguenti alieni: Draconiani rettiliani provenienti da Alpha Draconis; Semitici provenienti da Altair 4 e 5 ed Epsylon Eridani con caratteristiche tipiche delle razze mediterranee e mediorientali (importante l'affinità con l'ET contattistico Voltar del caso Brian Scott); Iadiani, umanoidi di tipo nordico, Orange e affini più o meno all'uomo provenienti da Vega, Arturo, Sirio e Pleiadi.

IL CONTATTISMO

Nella realtà italiana uno dei "contattati" più famosi è certamente Eugenio Siragusa (fondatore del Centro Studi Fratellanza Cosmica), che il 30 aprile 1962 ebbe, sulle pendici dell'Etna, il suo primo incontro con entità extraterrestri dall'aspetto angelico e che da allora ha continuato ad inviare all'umanità messaggi di fratellanza e di pace. Secondo Siragusa gli extraterrestri sarebbero molto preoccupati per la situazione umana, soprattutto per l'utilizzo indiscriminato dell'energia nucleare e per lo sviluppo di una "scienza senza coscienza" che danneggia tanto l'essere umano quanto la Terra che lo ospita. Come molti precursori del pensiero anche Siragusa è stato ingiustamente preso di mira da chi ha tutto l'interesse che l'umanità resti nell'ignoranza di ciò che lo circonda (ivi inclusa la realtà della presenza extraterrestre sulla Terra); nel 1978 fu addirittura arrestato con l'accusa di plagio, truffa e violenza carnale, per essere poi completamente prosciolto appena qualche anno dopo (da una sua intervista: "Ero diventato un personaggio di disturbo, pestavo i piedi ai potenti. Mi hanno tenuto in prigione parecchie settimane con l'intenzione di farmi morire. Mi hanno anche dato da bere del cianuro! Durante quel periodo, le manifestazioni nel cielo si sono moltiplicate dovunque, soprattutto in Sicilia, ed anche al di sopra della prigione!").

Eugenio SIragusa

Eugenio Siragusa (1919-2006)

E' interessante notare che il florilegio di avvistamenti, contatti e trasmissioni telepatiche che può vantare la storia del gruppo dei Viaggiatori Atemporali di IJP Appel Guéry (ampiamente descritto nel già citato: "Contatti con altre dimensioni") è iniziato proprio a seguito della conoscenza diretta con Eugenio Siragusa. Sentiamo ciò che riporta Appel Guéry al proposito:

"Una volta avevo sentito parlare di UFO molto vagamente, su di un giornale; la cosa mi colpì, mi parve strana. Aprii il Centro (N.d.R. il centro di Parigi chiamato ISO ZEN) nel 1970 ed incontrai Eugenio Siragusa nel 1972. E' lì che è cominciato tutto. Subito dopo la sua conferenza si sono scatenati dei fenomeni strani. Con alcuni amici abbiamo vissuto un collegamento cosmico straordinario. Eravamo sul piano degli Elohim, ed ognuno era investito di un ruolo cosmico. Questo ci ha consentito di vivere dall'interno la creazione dell'uomo. l'atmosfera era intensissima".

Il contattismo però non nasce in Europa, bensì in America con George Adamski, immigrato di origine polacca, che il 20 novembre del 1952, nel deserto dell'Arizona, incontra un venusiano alto, biondo e dagli occhi chiari con cui inizia una comunicazione telepatica. Adamski vive svariati contatti nel corso degli anni e viene addirittura portato sul loro mondo a bordo di un'astronave; nei messaggi degli alieni viene spiegata la discendenza umana da progenitori extraterrestri e la presenza di esseri viventi sui pianeti del sistema solare, inoltre viene espressa grande preoccupazione per le armi nucleari da poco scoperte dall'umanità. Adamski, morto nel 1965, afferma nei suoi libri di avere orbitato intorno alla Terra e viaggiato nello spazio, molto significativo è il fatto che descrive con precisione il fenomeno delle lucciole spaziali, del tutto sconosciuto allora ma evidenziato in seguito dagli astronauti americani e sovietici.

George Adamski

George Adamski ed una sua foto di UFO molto nitida

Un caso di contattismo che ha fatto il giro del mondo e che ha stupito per la quantità di materiale probatorio che è stato in grado di fornire (oltre 1000 foto straordinarie di ufo ed alieni, leghe di metallo sconosciute, la stupefacente registrazione del suono di un'astronave) è quello dello svizzero Eduard Billy Meier (sito italiano: http://it.figu.org). Meier incontra, nel gennaio 1975, Semjase, una stupenda ragazza di aspetto nordico che dice di avere 400 anni di età e di provenire da Erra, un pianeta della costellazione delle Pleiadi. I messaggi di Semjase e di altri pleiadiani che Meier contatta (Ptah, Asket, Quetzel), sia telepaticamente sia fisicamente, sono di natura filosofica, spirituale ed anche scientifica, inoltre ammoniscono severamente l'essere umano sull'utilizzo distruttivo della scienza e della tecnica.

Il caso billy Meier

Billy Meier, Semjase e una foto di UFO fatta da Meier

Sempre dai Pleiadiani sono molto interessanti le canalizzazioni di Barbara Marciniak (ved. "Tu hai scelto di essere qua", Ed. Futura - I Nuovi Delfini), i cui contatti sono iniziati alla fine di un viaggio in "luoghi di potere", in Egitto e in Grecia, il 18 maggio 1988. Barbara trasmette un messaggio semplice e diretto per aiutare nella transizione di coscienza attuale che riguarda l'intera umanità e il pianeta.

Degno di nota è anche il caso del fotografo messicano Carlos Diaz, autore di alcune tra le più belle foto al mondo sugli UFO giudicate autentiche da accurate perizie fotografiche. Diaz incontra nel 1981 degli "esseri di luce" la cui padronanza dell'energia gli permette di assumere diverse forme, compresa quella umana; anche secondo il contattista messicano gli alieni sarebbero molto preoccupati per la situazione ecologica della Terra ma a differenza dei casi precedentemente descritti, i messaggi non sono mai di dimensione mistica.

Ufo di carlos Diaz

Alla fine di questo excursus possiamo affermare che l'Ufologia e il Contattismo restano delle discipline molto scomode in cui è difficilissimo, se non impossibile (almeno al momento), verificare cosa sia vero e cosa no, cosa sia intenzionalmente manipolato e cosa emerga da esperienze genuine. Ritengo sia saggio mantenersi un po' scettici di fronte a tante informazioni sensazionalistiche che arrivano dal mondo ufologico e contattistico e, allo stesso tempo, rendersi conto che qualcosa di vero deve comunque esserci.

Potremmo chiederci in che modo può toccarci e trasformarci la piena consapevolezza di non essere soli nell’Universo!?


Clicca qui per leggere o scaricare il PDF
con la dispensa gratuita di "Ufologia"

Dispensa gratuita

 

 

Torna in cima

Scienze Noetiche Synthesis - Percorso di Risveglio


Cibi crudi Giardino dei Libri


Clicca qui per leggere o scaricare il PDF con la dispensa gratuita di "Ufologia"
Dispensa gratuita




L'Alba di una Nuova Era
I segreti alieni nascosti dal Pentagono
Philip J. Corso - a cura di Maurizio Baiata
Edizioni Pendragon


 

 



Ufo Contatto Cosmico
Messaggeri e messaggi dal cosmo
Roberto Pinotti
Edizioni Mediterranee

 

 



Ufo i Dossier Top Secret
Questo libro tratta delle ricerche segrete condotte dalle aeronautiche europee tra il 1933 ed il 1946; del Gabinetto segreto commissionato da Mussolini; degli esperimenti del Terzo Reich per contattare gli extraterrestri e molto alytro ancora
Alfredo Lissoni
Edizioni Anima

 

 



Non È Terrestre
Uno studio sui ritrovamenti tipo OOPArt sparsi nel mondo e raccolti da Peter Kolosimo come studio di Clipeologia
Peter Kolosimo
Edizioni Mediterranee

 

 



Ufo Progetto Genesi
Gli extraterrestri hanno creato l'uomo?

Al vaglio centinaia di vangeli apocrifi, antichissimi testi ebraici, le tradizioni epiche e religiose mediorientali, indiane, australiane e amerinde alla ricerca delle prove di visite aliene nel passato remoto dell'umanità. E le prove esistono!
Alfredo Lissoni
Edizioni M.I.R.

 

 



Il Mistero Svelato
La presenza extraterrestre sulla terra - Nuova edizione rivista dall'autrice
Paola Leopizzi Harris
Edizioni Verdechiaro


 

 




Vai al percorso Synthesis Online


Corso sulla Comunicazione

Esoterismo e Iniziazione
31 Agosto 2014