Logo del sito Scienze Noetiche

Home “HOLOS” “SYNTHESIS” 240 Conferenze Raphael “SVILUPPO INTEGRALE” Mailing-list Chi sono Disclaimer

Libro: I Vampiri di Energia

SYNTHESIS 8
« Cosmogenesi» (Parte 2)


COSMOGONIE COMPARATE

Se prendiamo in considerazione i miti di tutte le culture del mondo, scopriamo che tramite uno studio comparato delle varie cosmogonie (indù, greche, nordiche, africane, egiziane, amerindie, celtiche, maori, polinesiane, ebraiche, cinesi, ecc.) è possibile rilevare un'intrinseca unità di fondo. Questa unità fondamentale porta a riflettere sul fatto che tutte, probabilmente, sono radicate nella Tradizione Universale o Philosophia Perennis. I punti comuni più importanti sono di seguito elencati:

Tiamat e Marduk

Tiamat e Marduk in battaglia - dalla tradizione cosmogonica sumero-babilonese

(*) Secondo i Veda un ciclo di Manifestazione dell'Assoluto si compie in 311.040.000.000.000 anni (Era di Brahma, Mahakalpa o Manvantara), che costituiscono 100 Anni di Brahma, composti ciascuno da 360 Giorni e 360 Notti di Brahma. Un Giorno di Brahma equivale a 1000 Maha-Yuga di 4.320.000 anni ciascuno, durante i quali si alternano 4 Yuga: Satya Yuga (1.728.000 anni), Treta Yuga (1.296.000 anni), Dwapara Yuga (864.000 anni) ed infine l'attuale Kali Yuga (432.000 anni).

La vacca Audhumla lecca il ghiaccio primordiale e fa emergere il primo uomo divino

UNO SCHEMA UNIVERSALE DELLA COSMOGENESI

Ecco di seguito uno schema generale che sintetizza i principi cosmogenetici fondamentali.

Il perché dallo Zero emerga l'Uno e dall'Uno il Due può anche essere semplicemente spiegato come l'attuazione di una delle infinite potenzialità contenute nel Vuoto, al di là di ogni finalismo creazionistico.

Le Matrici della Creazione
Matrice Zero   -   Matrice Uno   -   Matrice Due

Ad ogni movimentazione successiva si creano ulteriori differenze di densità che trasformano la Dualità in molteplicità ed è qui che possiamo parlare di Creazione o Manifestazione della realtà sensibile. All'interno dell'Unità, infatti, si vengono a creare sempre maggiori turbolenze, addensamenti e diluizioni della matrice che - di fatto - resta sempre se stessa. Poiché la matrice dell'Unità è la Pura Coscienza, ogni zona di differenziazione mantiene un'autocoscienza, che diventa sempre meno totalizzante mano a mano che le differenziazioni sono in numero maggiore, fino a sfociare nell'identificazione non più nel Tutto ma nella singola parte. Ogni zona differenziata entra nell'illusione di esistere di per sé e di avere una dimensione di individualità che, in realtà, è solo fittizia ed apparente.
Tutto ciò che costituisce l'Universo manifesto (le galassie, le stelle, i pianeti, gli esseri umani, gli animali, le piante, le cellule, gli atomi) non sono altro che porzioni di Unità disidentificatesi dall'insieme e illusoriamente identificate con un aspetto parziale del Tutto. Maggiore è la lontananza dalla percezione dell'Unità e maggiore è l'illusione, il velo di Maya calato su quell'aspetto frattalico dell'Uno.


Molteplicità

In quanto esseri umani partecipiamo a questo processo e la biotipologia che ci caratterizza (cioè la struttura corporea e psichica individuale) origina dalla specifica modulazione della polarità su cui ci siamo identificati. In sostanza essendo ogni cosa composta dalle due energie Yin e Yang, a seconda di come queste energie si sono miscelate in noi ecco che emerge il biotipo individuale.

Benché ogni frazione del Tutto identificata su di sé consideri di esistere come essere autonomo e individuale la separazione dall'Unità, quindi dalla Verità, si fa sentire sotto forma di disagio esistenziale. Un disagio che nessun "fare" al mondo potrà mai colmare (al più potrà soffocarlo temporaneamente), in quanto solo la dimensione dell'"essere" nel suo stato originario offre l'autentica risposta.

Tutti noi siamo delle modulazioni dell'Unità e interiormente esiste uno struggente richiamo ad Essa. Il risveglio alla Vera Coscienza è spesso soffocato dal tumulto emozionale e dal gioco all'identificazione con la materia, ma inconsciamente siamo tutti attirati da ciò che può renderci di nuovo completi... siamo sempre richiamati da ciò che sentiamo mancare in noi, che sia a livello conscio o inconscio (l'esempio più evidente è l'attrazione verso il sesso opposto o comunque verso l'opposta polarità energetica nel caso dell'omosessualità).

Semplificando possiamo ridurre ogni aspetto della nostra identità a una delle due polarità (ad es. un individuo può essere Yang biologicamente - uomo - ma con una predominanza di polarità Yin nella sfera sessuale - più passivo quindi - un predominanza Yin sul piano emozionale - sensibile e sentimentale - ed avere invece una predominanza Yang sul piano mentale - razionale - e la descrizione potrebbe continuare...). Gli aspetti dell'individualità che caratterizza ogni essere umano sono in effetti un numero incalcolabile e per questo non esistono due persone uguali, nemmeno due gemelli che abbiano lo stesso patrimonio genetico.

Ogni polarità chiama il suo opposto per riconciliarsi e tornare all'Unità. Se provassimo a definire i singoli aspetti della nostra individualità tramite un codice binario in cui 0 = Yin e 1 = Yang vedremmo emergere una sorta di codice identificativo di ogni essere una volta definiti a quali attributi volessimo far corrispondere la prima cifra binaria, la seconda cifra, la terza e così via. Ebbene sulla base degli aspetti non integrati in ciascuno di noi (le polarità mancanti) l'Universo ci mette in relazione con eventi, oggetti e persone che li rappresentano e che noi dovremmo integrare, cioè riconoscere come parti di noi stessi. Molto schematicamente (ipotizzando di valutare solo sei attributi), un individuo 010000 avrebbe bisogno di integrare le energie 101111 per poter percepire nuovamente il senso dell'Unità. L'integrazione è avvenuta quando una qualità non suscita più in noi uno slancio emozionale, positivo o negativo che sia. Essendo ciascuno di noi un frattale del Tutto ci appartengono sia tutte le qualità positive dell'essere umano che tutte le qualità negative, senza eccezione, nessuna esclusa!

Matrici delle individualità

Il difendere la propria identità (in quanto interiormente perderla equivarrebbe a morire) spesso ostacola questo processo e le persone sono costrette a vivere enormi sofferenze proprio perché si ostinano a rifiutare l'integrazione dei propri contropoli.

Un individuo arriva ad essere completo solo quando ha integrato TUTTE le parti in cui non si riconosceva, positive o negative che fossero. Le parti valutate come positive (ad es. bellezza, intelligenza, compassione, ecc...) suscitano una volontà di avvicinarle a sé, mentre le parti valutate come negative (ad es. bruttezza, maleducazione, cattiveria, ecc...) suscitano una volontà di repulsione; in tutte e due i casi è comunque attivo un meccanismo di attrazione, in quanto l'individuo è toccato emozionalemente sia da ciò che gli piace sia da ciò che non gli piace e non riesce a disinteressarsene.

Un esempio di quanto appena detto ci viene dalla "Legge di Attrazione" che afferma che, indipendentemente se noi desideriamo o meno una cosa, la attiriamo nel momento in cui ci portiamo sopra attenzione, quindi anche quando ci lamentiamo di una situazione la stiamo in realtà attirando.

Noi proviamo indifferenza solo quando ci confrontiamo con qualità che abbiamo integrato, che sappiamo che ci appartengono e con le quali siamo emozionalmente in pace (né ci esaltiamo per esse, né ci disturbano). Un Illuminato è in equilibrio con il Tutto perché sa che il Tutto è dentro di sé, nulla lo tocca più esteriormente e vive lo stato di Sat Chit Ananda (Essenza - Coscienza - Beatitudine).

Dal molteplice all'Unità

Una rappresentazione grafica del cammino dalla molteplicità frammentata del sé all'Unità


Cosmologia Taoista

Lo schema della manifestazione secondo la filosofia taoista

Nello stato di Wu Chi o WuJi >> Stato di Calma Assoluta
(Wu = Assenza, Negazione, Ji = Ultimo, Assoluto, Punto Massimo, Estremità) il Tao è immobile;
nello stato di Tai Chi o TaiJi >> Supremo Assoluto
(Tai = Grande, Supremo, Ji = Ultimo, Assoluto, Punto Massimo, Estremità) il Tao è in movimento.

 


Clicca qui per leggere o scaricare il PDF
con la dispensa gratuita"Cosmogenesi"

Dispensa gratuita






Elenco lezioni del percorso Synthesis - Scienze Noetiche



Copertina: L'Eroe dai Mille Volti

L'Eroe dai Mille Volti
Centinaia di miti, favole e leggende, una folla di uomini, eroi, mostri, spettri, fate e geni, un pantheon di dèi clementi e terribili, maestosi e beffardi, costituiscono la materia di un libro che dalla sua prima pubblicazione, nel 1949, si è imposto come un grande classico
Joseph Campbell
Lindau Edizioni

 

 

 

Copertina: Risveglio

Risveglio - Con gli esercizi delle Antiche Scuole Esoteriche
Questo libro è la sintesi del Corso di risveglio della Coscienza che Salvatore Brizzi propone in diverse città d'Italia e contiene tutti i relativi esercizi di « ricordo di sé » che settimanalmente vengono assegnati ai partecipanti del corso
Salvatore Brizzi
Edizioni Anima

 

 

 



Iniziazione: Memorie di un'Egizia
L'Autrice, molto celebre in Europa per i suoi insegnamenti, racconta come prese coscienza d'una vita precedente, svoltasi all'incirca 7000 anni fa, nell'Antico Egitto ove ancora regnava un Faraone appartenente al Popolo dal cranio allungato, depositario di tutte le conoscenze di Atlantide
Elisabeth Haich
Edizioni Amrita

 

 

 

Copertina: La Cabala Mistica

La Cabala Mistica
Il testo non è uno studio storico sulle fonti della Cabala ma piuttosto un'esposizione dei suoi usi per i moderni studiosi dei misteri e svela quella struttura sorta sulla Cabala tradizionale dei rabbini attraverso l'opera di generazioni di studiosi che hanno fatto dell'Albero della Vita il loro strumento di sviluppo spirituale e di lavoro magico
Dion Fortune
Edizioni Astrolabio

 

 

 

Copertina: Le Chiavi del Tempio

Le Chiavi del Tempio
I romanzi esoterici di Dion Fortune sono stati concepiti dalla grande occultista inglese quali guide accessibili al suo straordinario percorso magico e di sviluppo interiore; questo testo esplora i quattro romanzi dimostrando come le loro trame e personaggi possono aiutare a integrare gli elementi dell’Albero della Vita a quelle che Dion Fortune chiamava le “Chiavi del Tempio”
Ian Rees, Penny Billington
Venexia Edizioni

 

 

 



Kabbalah - Tutti i segreti del misticismo ebraico
Questo volume è scritto da una grande conoscitrice del misticismo ebraico ed offre a lettori e lettrici uno strumento compatto per comprendere, dalla A alla Z, tutti i termini e i concetti della Kabbalah
Gabriella Samuel
Oscar Mondadori

 

 

 



Cabala - La Chiave del Potere Interiore
La visione del mondo, della vita e di Dio nella tradizone della mistica ebraica; in questo libro l'Autrice ci indica come impegnare le straordinarie rivelazioni della Cabala per comprendere i misteri dell’universo, ricercare l'unione con Dio e liberare il nostro potere spirituale
Elizabeth Clare Prophet
Edizioni Armenia

 

 

 



Unità Trascendente delle Religioni
La Filosofia Perenne("Sophia Perennis") ci fa comprendere come tutte le religioni, in forme diverse, adorano lo stesso Principio Divino Universale
Frithjof Schuon
Edizioni Mediterranee

 

 

 

Copertina: La Gnosi

La Gnosi
L'avventura grottesca dell'archivista Doinel, rifondatore dela chiesa gnostica; le comunita' mandaiche, con la loro mitologia, la sapienza astrologica, i riti arcaici; gli argomenti di Plotino e le visioni dei trattati ermetici; i polemisti cristiani in lotta contro tutte le eresie e, finalmente, i codici di Nag Hammadi
Umberto Pace
Marco Valerio Editore

 

 

 

Gnosi e Iniziazione

Gnosi e Iniziazione
Attraverso lunghi studi di Alchimia, Cabala, Induismo e Buddismo, Kundalini-yoga, Taoismo e, soprattutto, Gnosticismo e Tradizione Esoterica Cristiana, Mauro Ardenghi è giunto alla realizzazione di questo studio imperniato sulla Gnosi e l’Iniziazione, cercando e trovando ciò che c’è in comune con le cosiddette scienze ortodosse, tra le quali l’Astrofisica e l’Antropologia, per individuare una “spiritualità del centro” tra le diverse tradizioni esoteriche ed essoteriche
Mauro Ardenghi
Edizioni Bastogi