Logo del sito Scienze Noetiche

Home “HOLOS” “SYNTHESIS” 240 Conferenze Raphael Percorso Online di Sviluppo Integrale Mailing-list Chi sono Disclaimer

METAFISICA DEI NUMERI (Parte 1)
«Scuola Pitagorica e Simbologia Numeri da 1 a 5»

Matematica deriva dal greco máthema, che significa scienza, conoscenza, apprendimento, da cui mathematikós (incline ad apprendere). La Matematica è considerata la scienza più pura; la sua particolarità è che non solo è connessa a tutto ciò che esiste (dalle relazioni tra corpi celesti ai processi di riproduzione animale, dal prezzo delle quotazioni in borsa alla struttura del linguaggio), ma anche a tutto ciò che possiamo immaginare che esista in ogni possibile realtà! Vi sono, infatti, dei concetti facilmente esprimibili matematicamente che non hanno una corrispondenza nella realtà ordinaria (dalle dimensioni superiori, alla reversibilità del tempo, ai numeri immaginari).

Nella visione esoterico-filosofica della Matematica la progressione dei numeri è l'espressione di un processo spirituale creativo o emanativo che va dallo Spirito alla materia; ogni numero, infatti, è emanazione del precedente e tutti i numeri derivano dall'Uno (con una radice occulta nello Zero). Il processo inverso è detto redentivo e va dall'esistenza materiale al ritorno all'Unità.

Da questa prospettiva i Numeri rappresentano i Principi Primi (Archetipi) dell'Universo, in essi è contenuta l'Essenza di tutte le cose e grazie alle loro proprietà e alle loro relazioni il Mondo Divino Noumenico viene riflesso sul mondo naturale fenomenico. E' dunque possibile affermare che nella Matematica Sacra sia custodito il segreto stesso dell'Universo e che il linguaggio dei Numeri, esprimibile anche sotto forma di Musica o di Geometria, sia per eccellenza il linguaggio universale.

Pitagora di samo

Pitagora per primo identificò nella Matematica la disciplina in grado di dare un ordine
all'apparente caos della realtà; sue sono le frasi: "Tutto è Numero!"
"I Numeri stanno all'origine delle cose e del tempo!"

LA SCUOLA PITAGORICA

Pitagora (ca 570 - ca 495 a.C.), figlio di un mercante di Tiro, nasce sull'isola di Samo ed ha come maestri Ferecide di Siro (tra i primi filosofi a citare la metempsicosi, cioè la dottrina della trasmigrazione delle anime) e probabilmente anche Anassimandro, il filosofo presocratico che poneva l'Infinito (ápeiron = senza perimetro) all'origine e alla fine di tutte le cose.

Pitagora subisce certamente l'influenza delle visioni filosofiche dei suoi maestri, ma la sua formazione avviene in particolare attraverso il contatto con le scuole iniziatiche egiziane, caldee, brahminiche, druidiche, orfiche ed eleusine. Attorno al 530 a.C. - fonda la sua scuola a Crotone, nella Magna Grecia; Giamblico ci elenca ben 218 uomini e 17 donne appartenenti alla Scuola.

Precetti e pratiche principali: • Amicizia Universale (Philìa - Φιλία);silenzio;musica; • insegnamenti orali;uso di incensi;purificazioni fisiche e morali;rispettare gli Dei;amicizia universale;igiene rigorosa; lealtà assoluta;segretezza; comunione dei beni;autoesame serale quotidiano;progettare la giornata al mattino;vestirsi di puro lino;rifuggire dal successo e dalla gloria;astinenza sessuale;vegetarianesimo; (*)rifuggire dal concetto di vittoria (poiché separa vincitore e vinti);evitare di girarsi indietro per raccogliere qualcosa che è caduto;non mangiare le fave;non indossare anelli;non spezzare il pane;non attizzare il fuoco con il metallo.

(*) Pitagora è tradizionalmente considerato l'iniziatore del vegetarianesimo in Occidente. Uccidere gli animali, per Pitagora, è del tutto inutile in quanto la terra tutto il necessario ("Finché gli uomini massacreranno gli animali, si uccideranno tra di loro").

Pitagorici al sorgere del sole

"Pitagorici celebrano il sorgere del Sole" di Fyodor Bronnikov

La Scuola era aperta a tutti, anche agli stranieri, erano però richieste delle pratiche di purificazione ed uno studio preliminare dei principi adottati dai Pitagorici. Ciò che veniva rivelato all'interno della Scuola non poteva essere trasmesso al di fuori di essa. Tra i discepoli si distinguevano due categorie: gli acusmatici (akusmatikoi), che potevano solo ascoltare e ai quali non era permesso parlare, ed i matematici (mathematikoi), la cerchia più interna che invece aveva la facoltà di parlare liberamente con il maestro, erano votati al celibato e avevano lasciato ogni possedimento materiale.
Pitagora impartiva i suoi insegnamenti nel Tempio delle Muse, un tempio circolare fatto costruire, secondo precise indicazioni, accanto alla sua dimora. All'interno del tempio vi erano le nove Muse di marmo, in piedi al centro si stagliava Vesta, avvolta da un velo, che con la mano sinistra proteggeva la fiamma di un focolare e con la mano destra indicava il cielo.

I Pitagorici abbracciavano le teorie orfiche dell'immortalità dell'anima, che consideravano caduta nei mondi materiali e che solo un cammino di verità come quello della Filosofia e della Matematica, abbinato a pratiche di preghiera, purificazione ed ascesi, poteva redimere. Il simbolo adottato dalla Scuola era quello di un pentagono con una stella iscritta, che a sua volta evidenziava un altro pentagono ed un'altra stella (idealmente all'infinito). Si ritiene che l'adozione di questa figura derivi dal fatto che al suo interno sono presenti le Divine Proporzioni della Sezione Aurea. (AB : AC = AC : CB = 1,618 = Φ).

pentagono e sezione aurea

Alla base della filosofia matematica dei Pitagorici esisteva la fondamentale distinzione tra numeri pari e dispari (impari). Tutto l'Universo era considerato fondato sulla dualità e, in particolare, venivano evidenziate 10 coppie di opposti ("opposti pitagorici"): 1) bene e male; 2) limite ed illimite, 3) dispari e pari; 4) rettangolo e quadrangolo; 5) retta e curva; 6) luce e tenebre; 7) maschio e femmina; 8) uno e molteplice; 9) movimento e stasi; 10) destra e sinistra.

Secondo Pitagora i numeri dispari sono perfetti, mentre i pari sono imperfetti, poiché nei primi c'è la vicinanza con l'Unità ed un senso di limitazione e compiutezza (ordine), mentre nei secondi - come dimostra l'immagine sottostante - c'è un'apertura nella progressione che porta ad un'assenza di limite (caos). Il numero Uno non è né pari, né dispari, viene definito parimpari.

Numeri pari e dispari

La necessità di ordine (in greco "kosmos") e di definizione sembra che fosse molto importante per i Pitagorici, la cui teoria dei numeri si sposava con la geometria (Aritmogeometria) e definiva precise relazioni tra numeri e forme.

La scoperta dei numeri irrazionali, che non possono essere definiti come rapporto tra numeri interi, mandò in crisi l'apparato concettuale pitagorico perché in essi non si poteva ritrovare l'ordine perfetto. Ippaso di Metaponto parlò di questa scoperta al di fuori della Scuola e per questo venne espulso e - secondo alcuni commentatori - ucciso.


SIMBOLOGIA DEI NUMERI NATURALI [da 1 a 5]

Sequenza numeri naturali

Ad ogni numero naturale corrisponde un Principio Universale della Creazione, che l'inconscio umano è in grado di percepire e riconoscere in chiave analogica. Ecco di seguito un breve excursus su tali principi!

Numero Uno

L'Uno in matematica è il primo numero della sequenza dei numeri naturali e, più specificatamente, dei numeri interi positivi (1,2,3,4,…). Simbolicamente l'Uno rappresenta l'origine manifesta di tutto ciò che è, mentre lo Zero ne è l'origine non manifesta. E' il punto di inizio che racchiude in sé tutto ciò che verrà dopo, in quanto ogni numero successivo viene creato aggiungendo l'unità. In questo senso rappresenta anche Dio Creatore e l'Assoluto, la Perfezione, l'Origine e la Fine (Alfa ed Omega).
Si considera l'Uno un numero maschile ed attivo, in tal senso associato al Sole, in quanto simbolo maschile per eccellenza e che ben rappresenta il concetto di Unità (tutta la vita sulla Terra, che si manifesta nei modi più svariati, deriva dalla luce solare, inoltre un raggio di luce solare può essere scomposto nell'intero spettro dei colori).


Numero Due

Il Due è il numero della Natura nel suo aspetto manifesto, in quanto tutto l'Universo si fonda sulla Dualità; a partire da quella sessuale a tutti gli opposti che sperimentiamo quotidianamente (Luce-Ombra, Veglia-Sonno, Caldo-Freddo, Pieno-Vuoto, Inspirazione-Espirazione, Bene-Male). La cultura orientale ha definito magistralmente il gioco della Dualità o Polarità con i concetti di Yin e Yang e nel simbolo del Tai Chi Tu (dove i due principi si rincorrono). Il Due rappresenta la prima suddivisione dell'Unità, a cui seguono tutte le altre, è per questo che si dice che la struttura della nostra realtà (molteplice) è duale.

Nel Due esiste sia il concetto di armonia, conciliazione, collaborazione e del "camminare assieme", sia il principio della lotta, del contrasto e della contrapposizione; di fatto la Danza degli Opposti si basa proprio su questo: attrazione e repulsione al tempo stesso. E' un concetto molto interessante su cui è utile meditare. Si considera il Due un numero femminile, connesso alla Grande Madre, alla Luna, alla notte, all'inconscio, alla passività.


Numero Tre

Il Tre segue l'Uno e il Due, nella serie dei numeri naturali, e li unisce. Nel Ternario la Dualità si riconcilia con l'Unità. E' considerato un numero di Perfezione, di interezza, di uscita dal conflitto dualistico e per questo spesso i Principi Divini sono organizzati in un Ternario. Il Tre è il numero del Figlio originato dall'1 (Padre) e dal 2 (Madre). Il 3 è anche il numero del Cielo in contrapposizione al 4, numero della Terra. E' il numero della realizzazione di un intero compiuto, è un principio onnicomprensivo e si ritrova quindi in molteplici contesti, di seguito elencati solo parzialmente …


Numero Quattro

Il Quattro è simbolo di rigore logico e, in negativo, di mancanza di fantasia e creatività, ma è anche simbolo di stabilizzazione e quindi di compiutezza e perfezione sul piano materiale. La misurazione della Terra avviene mediante i quattro orizzonti e risulta così suddivisa in quattro regioni (4 punti cardinali, 4 venti principali), per questo il Quattro è il numero di riferimento dello spazio e delle cose terrene. Nello spazio piano al Quattro è associato il Quadrato (che ne riprende i significati simbolici). Plutarco in "Iside e Osiride" afferma che per i Pitagorici il Quadrato riuniva le potenze di Rhea, Afrodite (Acqua), Demetra, (Terra), Estia (Fuoco) ed Era (Aria), forse con il significato che Rhea (Madre degli Dei e Madre Terra, intesa come il Cosmo nella sua interezza), si manifestava nei quattro elementi.


Numero Cinque

Il Cinque rappresenta l'essere umano come microcosmo, ben raffigurato dal Pentagramma (la stella a 5 punte, ved. immagine sotto). Questa correlazione la ritroviamo nei 5 sensi comuni (in medicina si prendono anche in considerazione la propriocezione e l'equilibrio) e nelle 5 dita della mano che hanno condizionato, probabilmente, le numerazione su base 10. Il 5 è un numero dinamico e la sua rappresentazione geometrica piana, il pentagono, contiene la proporzione aurea e quindi le sviluppo della spirale logaritmica (simbolo di vita e dinamicità, appunto). Essendo l'essere umano il mediatore tra Terra e Cielo il Cinque simboleggia la transizione tra le due realtà. Altri significati attribuitigli: vita universale, versatilità, volontà ed intelligenza, potere. E' un numero potente e dinamico, anche se può indicare sia evoluzione che involuzione e caduta (ved. la stella a cinque punte rovesciata). Il 5 rappresenta anche la centralità e la Quintessenza della Creazione, nella sintesi dei Quattro Elementi.


 


Clicca qui per leggere o scaricare il PDF
con la dispensa gratuita di "Matematica Sacra"

Dispensa gratuita



Elenco lezioni del percorso Synthesis - Scienze Noetiche

Dizionario dei Numeri - Storia, simbologia, allegoria
Leggendo questo dizionario, le cui "voci" vanno dall'1 al 10.000 e sono precedute da un'agile introduzione storica, il lettore potrà ripercorrere tutta la sapienza che si cela dietro ogni singolo numero, scoprire i sottili legami che una semplice cifra stabilisce tra la nostra quotidianità e il nostro passato più remoto, capire quale significato hanno avuto i numeri nel corso dei secoli e in tutte le civiltà.
Franz Carl Endres
Red Edizioni

 

 

I (Favolosi) Numeri Di Fibonacci
Uno studio sulla successione di Fibonacci, ricorrente in Natura ma anche nell'arte, nell'architettura, nell'andamento dei mercati azionario e in altre aree della società e della cultura.
Alfred S. Posamentier, Ingmar Lehmann
Emmebi Edizioni

 

 

Le carte dei numeri (Libro + 26 carte)
Questo libro è un valido strumento d'indagine per comprendere il significato e il potere dei numeri, attraverso una esposizione pratica e chiara e l'ausilio di 26 carte illustrate a colori. L'autore ci accompagna inoltre in un viaggio nella simbologia degli archetipi e nella psicologia transpersonale, due aspetti strettamente collegati alla numerologia.
Guido Rossetti, Anna Ogier
Il Punto d'Incontro Edizioni

 

 



Guarire con i Numeri
Semplice da utilizzare, efficace e senza effetti collaterali, la guarigione attraverso i numeri rappresenta una straordinaria opportunità per ritrovare il proprio benessere psicofisico. Noi possiamo rigenerare il nostro corpo attraverso le informazioni e le frequenze contenute all’interno di ogni numero.
Petra Neumayer
Macro Edizioni

 

 




Sequenze Numeriche per l'Armonizzazione Psicologica
Grigori Grabovi è in grado di fornirci migliaia di preziose sequenze numeriche per ri-armonizzare innumerevoli disturbi socio-psico-fisici e ogni singola parte del corpo. L’armonizzazione psicologica è di grande aiuto sia a coloro che utilizzano la psicologia come professione, sia a chi desidera aumentare il proprio benessere.
Grigorij Grabovoj
Anima Edizioni

 



Sequenze Numeriche per Rigenerare e Guarire il Tuo Corpo
Volume 1

Grigorij Grabovoj, dopo una brevissima introduzione, in questo libro raccoglie oltre mille sequenze numeriche, ciascuna associata a un determinato disturbo. Si va dai piu' banali mal di testa o di schiena a tumori, epatiti, malattie cardiocircolatorie, ecc.
Grigorij Grabovoj
Macro Edizioni

 

 



Previeni l'usura degli anni e guarisci organi, tessuti e muscoli Volume 2
Grabovoj ritorna con un nuovo volume di sequenze numeriche per la rigenerazione degli organi e della materia del corpo umano. Una vera e propria enciclopedia con tavole anatomiche e le sequenze numeriche da imparare e ripetere per guarire le varie parti del corpo, e ritrovare benessere e vitalità.
Grigorij Grabovoj
Macro Edizioni

 

 



Lasciati Guidare dai Numeri
La scienza spirituale della numerologia

Esiste un linguaggio comune dietro a tutti i sistemi di conoscenza mistica, esoterica e magica: quello dei numeri. Questa conoscenza è un segreto che è a tua disposizione ma, solo rimuovendo ostacoli quali orgoglio, vergogna, paura e dubbio, riuscirai ad accedervi. In questa opera l’Autore ti mostra come i numeri possano essere usati per scoprire quali sono i problemi che ti assillano e come trovarvi soluzioni.
Shiv Charan Singh
Bis Edizioni

 

 



I Segreti della Numerologia
La numerologia è una tecnica che consente di mettere a fuoco le capacità sensitive nascoste in ciascuno di noi. L'Autrice è una veggente; una di quelle persone che anticipano ciò che deve ancora realizzarsi, focalizzando e utilizzando meglio le visioni con l'ausilio dell'antica scienza dei numeri.
Anna Laura Ricci
Mediterranee Edizioni

 

 



Il Libro Completo della Numerologia
Il libro completo della numerologia svela il significato nascosto dietro ai numeri e ti permette di comprendere la correlazione tra i tuoi schemi numerologici ricorrenti e il tuo livello di abbondanza, salute e benessere. Conoscere il mondo dei numeri è un modo semplice e preciso per decodificare e interpretare le tue esperienze.
David A. Phillips
My Life Edizioni