Logo del sito Scienze Noetiche

Home Mappa Chi sono Synthesis Online Arte del Manifesting Mailing-list Disclaimer

NOETICA
«Uno sguardo ai Sogni Lucidi: l'Onironautica»

Questo articolo articolo fa parte del percorso di crescita transpersonale e spirituale "Synthesis", creato dal dott. Nicola Saltarelli per conoscere sé stessi e andare oltre il velo della realtà ordinaria. Se volessi sostenere questo sito e cogliere un'opportunità straordinaria di trasformare la tua vita, iscriviti al percorso premium:"Synthesis Online".


"Chi controlla i sogni, controlla la morte!" (Dalai Lama)

Come detto anche in altri articoli, la base concettuale da cui procede la visione di questo sito è che l'Essenza di tutto ciò che esiste è la Coscienza, il Nous, e che ogni aspetto dell'Universo non sia altro che un movimento o una sfumatura di tale Coscienza Assoluta. La progressiva identificazione nella separazione (la "Caduta") genera una sorta di oblio progressivo che dà origine alla molteplicità che conosciamo. Seguendo questo punto di vista ( in antitesi con la visione strettamente materialista dell'esistenza, ancora ben radicata nella nostra società), la materia, ogni sostanza biologica, la dimensione psichica e il piano spirituale sono tutti livelli vibratori del Nous. Come affermava Meister Eckhart, teologo e mistico del XIV secolo, "Anche una pietra è Dio, solo che essa non sa di esserlo!"

Qual'è allora la differenza tra la materia propriamente detta e la materia onirica? Semplicemente una differenza di vibrazione! Così come è illusoria la materia che incontriamo nei nostri sogni (e che al mattino svanisce), allo stesso modo è illusoria la materia fisica che percepiamo in stato di veglia (che svanisce nel momento della Realizzazione della Realtà che risiede al di là del Velo di Maya, cioè il Nous stesso, la Coscienza Assoluta).

Immagine di un sogno

Flusso della coscienza

Il sogno lucido è un particolare sogno in cui siamo perfettamente coscienti di sognare, questa presa di coscienza permette di manipolare il sogno a nostro piacimento, in quanto possiamo modificare lo scenario onirico, rendere inoffensiva qualsiasi minaccia, visitare altri universi, volare e fare un sacco di cose considerate impossibili. Ciò che rende estremamente interessante il sogno lucido è che educa la mente a considerare la realtà non più oggettiva ma soggettiva e mette quindi in condizione di guidare la propria esistenza anche quando saremo nello stato di veglia ordinaria.

E' interessante a questo proposito l'esperienza di Alejandro Jodorowsky, che vanta un'esperienza molto approfondita sui sogni lucidi (riportata in parte nel libro "Psicomagia"), attraverso la quale ha imparato a conoscersi sempre di più e fondersi con la propria divinità interiore, a modificare con l'intenzione le situazioni della vita reale ed anche a gestire le paure ("Nella vita come nel sogno, per rimanere lucidi bisogna prendere le distanze, agire senza identificarsi con l'azione" - "Ciò che ci intimorisce perde qualsiasi potere nel momento in cui smettiamo di combatterlo").

I monaci tibetani utilizzano il sogno lucido per un traguardo ancora più importante: comprendere la natura illusoria di ciò che sperimentiamo sul piano terreno al fine di trascendere il relativo e ricongiungersi con l'Assoluto.


La nascita dell'Universo

Sogno lucido = essere consapevole di sognare! - Immagine reperita qui


Sebbene la lucidità in stato onirico fosse già conosciuta dagli antichi greci, il termine "Sogno Lucido" è stato utilizzato per la prima volta nel 1898 dallo psichiatra olandese Frederick van Eedn.

Di seguito un breve excursus storico.

Nel 415 sant’Agostino citò in una lettera il racconto di un "sogno lucido" sperimentato da Gennadius, un fisico cartaginese, e ne discusse le possibilità.
Nel tredicesimo secolo san Tommaso d’Aquino menzionò i sogni lucidi citando Aristotele e aggiungendo che questi hanno luogo in special modo "verso la fine del periodo del sonno, negli uomini sobri e in quelli che sono dotati di grande immaginazione".
Gli insegnamenti , attribuiti a Naropa, il maestro indiano di Buddismo tantrico del decimo e undicesimo secolo dopo Cristo parlano anche dei sogni lucidi. Naropa trasmise i sei yoga, incluso quello riguardante il sogno lucido a Marpa, un tibetano che introdusse questa conoscenza in Tibet. Attraverso l’esercizio gli adepti divengono capaci di controllare i propri sogni a piacimento, decidendo quando cambiare sogno e cosa visualizzare in sogno. Tale pratica avrebbe lo scopo di far sperimentare l’illusorietà dei propri contenuti onirici al fine di portare tale sensazione di illusorietà anche nello stato di veglia.
Parte del sistema religioso-filosofico del Buddismo tibetano, che sostiene l’illusorietà di ogni aspetto della vita terrena, si avvale della pratica del sognare lucido.

Tratto da www.psicolife.com/riflessioni-sui-sogni-lucidi.html

La prima condizione necessaria per intraprendere l'avventura dei sogni lucidi è quella di ricordarsi i sogni, quindi generalmente si inizia con il tenere un diario dei sogni accanto al letto in modo da poter ritrascrivere le esperienze oniriche subito al risveglio. Successivamente dobbiamo indurre la lucidità ed imparare ad effettuare delle verifiche sul fatto di star davvero sognando, detti "test di realtà". Ecco alcuni esempi tratti da Wikipedia:

  • Saltare - Nel mondo dei sogni spesso la forza di gravità non agisce come nella realtà: saltare corrisponde il più delle volte a prendere il volo o rimanere sospesi a mezz'aria.

  • Leggere - Un test efficace consiste nel leggere una scritta qualsiasi, distogliere lo sguardo e poi provare a rileggerla. Nei sogni spesso le parole cambiano, non restano le stesse.

  • Guardare l'orologio - Nei sogni l'ora su un orologio digitale non rimane la stessa se la si legge più volte di seguito. Stranamente questo fenomeno non si ha con gli orologi analogici (a lancette). Una spiegazione potrebbe essere che per leggere dei numerali lo sforzo mentale è maggiore (si devono mettere in serie dei simboli, come per la lettura), mentre per interpretare la posizione delle lancette è sufficiente riconoscere una forma geometrica, attività maggiormente legata alla vista.

  • Respirare - Se si riesce a respirare chiaramente con il naso pur essendoselo tappato o se si respira sott'acqua si sta sognando.

  • Guardarsi allo specchio - Spesso nei sogni la propria immagine riflessa allo specchio è deformata o sostituita con qualcosa d'altro o, anche, può non apparire. Talvolta lo specchio è molto sporco e non specchia affatto.

  • Spegnere la luce - Se in un sogno si prova a spegnere la luce, anche forzatamente (distruggendo la fonte), la luce non si spegne.

  • Aprire la vista su nuovi spazi - Accendere la luce in una stanza buia, aprire una porta, usare un cannocchiale, sbirciare oltre un muro e via dicendo, può avere il sorprendente effetto di... mostrare uno spazio indistinto senza contorni o contenuti discernibili (molto simile alla nebbia o al fumo).

  • Se il test di realtà dà esito favorevole si è nel mondo dei sogni. A tal punto il sognatore, pur essendo ancora addormentato, acquisisce l'acutezza dei sensi e la lucidità proprie della vita nel mondo reale e può quindi interagire con il proprio mondo onirico come se fosse sveglio, forte dei propri ricordi e della propria volontà.



La grande aspirazione umana a volare può "materializzarsi" nei nostri sogni lucidi!

Abituandosi a fare dei test periodici di realtà durante il giorno sarà più semplice indurci a rifarli di notte, in quanto nei sogni tendiamo a riprodurre i comportamenti che abbiamo abitualmente durante la veglia. Jodoroswky suggeriva un altro test e cioè quello di appoggiarsi con le mani ad una parete immaginaria e di darsi una spinta: se voliamo allora siamo in un sogno (questo test l'ho sperimentato personalmente con efficacia, così come quello della luce!).

Se ci riflettete attentamente è incredibile che si debbano fare dei "Test di realtà" e che addirittura talvolta diano dei falsi negativi (in pratica sembra di aver accertato di non essere in un sogno e invece si sta proprio sognando), questo significa che la realtà di un sogno è del tutto uguale a quella fisica alla nostra percezione e ci aiuta a comprendere come entrambe siano un prodotto della Coscienza!

Alejandro Jodorosky riporta in Psicomagia (Ed. Feltrinelli) la sua esperienza di anni di studi sui sogni lucidi per influenzare la realtà, considerandola come un sogno.Ecco un’esperienza molto significativa:

"Aspetta, lascia che ti racconti un’altra storia [riferendosi all’intervistatore che mantiene una posizione di dubbio sulle sue esperienze]: nel 1957, ancor prima di formulare una vera e propria teoria su tutte queste cose. Ho domandato a mia moglie: "Dove ti piacerebbe andare in vacanza?" - "Vorrei andare in Grecia" ha risposto. "Molto bene" ho detto. "Andremo in Grecia!" - "Ma come? Non abbiamo una lira" - "Andremo in Grecia!". In quel momento suonarono alla porta della mansarda dove vivevamo. Era un amico, membro di un gruppo di musica latinoamericana molto in voga in quel momento, "I Guaranìs di Francisco Marìn", che mi disse: "Fra tre giorni andremo in tournée in Grecia, con uno spettacolo folkoristico e uno dei nostri ballerini si è ammalato. Vuoi sostituirlo?" "Non conosco le vostre danze" - "Non importa, te le insegnerà mia moglie." Ne ho imparate subito due, bailecito e carnavalito e siamo partiti per la Grecia. Dopo una simile esperienza, come si fa a non considerare la realtà un sogno che possiamo creare noi stessi?"


Alcune Tecniche di Induzione di un Sogno Lucido

  • DILD (Dream Induced Lucid Dream - Sogno Lucido Iniziato dal Sogno) - Da un sogno ordinario il sognatore prende coscienza di stare sognando. Avviene pe rlo più casualmente.
  • WILD - (Wake Initiated Lucid Dream - Sogno Lucido Iniziato da Sveglio) - Si rilassa il corpo e la mente e si entra in uno stato mentale onirico direttamente senza perdere coscienza. Si cerca di stare immobili per indurre una "paralisi da sonno" ed entrare cos' in fase REM.
  • MILD(Mnemonic Induction of Lucid Dreams - Induzione Mnemonica del Sogno Lucido) - ci si addormenta con l'intenzione di ricordare di accorgersi di stare sognando. Si cercherà di fare dei test di realtà, dopo averli  fatti abitualmente e ripetutamente anche in stato di veglia, così che la mente li ripeta meccanicamente anche in sogno.
  • WBTB (Wake Back to Bed - Svegliarsi e Tornare a Letto) - Ci si sveglia nella notte per poi riaddormentarsi cercando di indurre la lucidità. Sembra che possa aumentare i risultati fino ad un 60%.
  • EILD (Externally Induced Lucid Dream - Sogno Lucido Indotto dall'Esterno) - Si utilizza un macchianrio, ad es. degli occhiali che inviano dei segnali rossi quando siamo in fase REM - per indurre la lucidità.


A questo link trovate le tecniche già elencate ed altre ancora.

Per approfondire l'argomento suggeriamo di visitare:

 

 

Torna in cima

Scienze Noetiche Synthesis - Percorso di Risveglio


Cibi crudi Giardino dei Libri


PER APPROFONDIRE:

Sogni Lucidi
Scopri come ricordare i tuoi sogni e sognare consapevolmente
Matk McElroy
Edizioni Macro


 

 



Lo Yoga tibetano del
sogno e del sonno

Usare i sogni lucidi come mezzo per raggiungere la liberazione
Tenzin Wangyal Rinpoche
Edizioni Astrolabio


 

 

Teoria e Pratica del Sogno da Svegli Guidato
Il metodo del "Réve éveillé dirigé" esposto dal terapeuta che lo ha ideato e sperimentato con successo
Robert Desoille
Edizioni Astrolabio


 

 

Sogni Lucidi
Tecniche pratiche per esplorare il mondo dei sogni addentrandoci nelle dimensioni della coscienza
Fabrizio Speciale
Il Punto d'Incontro Edizioni

 

 

 

Essere nel Sogno
"Per uno stregone i sogni sono qualcosa di reale, perché in essi può agire deliberatamente e ha il potere di cambiare la natura delle cose o il corso degli eventi. Sognare o tendere l'agguato significa espandere il campo di Quello che si può percepire fino ad un punto inconcepibile per la mente umana". Don Juan Matus Florinda Donner
Il Punto d'Incontro Edizioni

 

 

 

Psicomagia
Una terapia panica - Nuova edizione ampliata
Alejandro Jodorowsky
Feltrinelli Edizioni




Vai al percorso Synthesis Online


Corso sulla Comunicazione

Esoterismo e Iniziazione
31 Agosto 2014