Logo del sito Scienze Noetiche

   Valuta l'opportunità di ricevere il videocorso sul Manifesting - Clicca qui


Home “HOLOS” “SYNTHESIS” 240 Conferenze Raphael "Synthesis Online" "Arte del Manifesting" Mailing-list Chi sono Disclaimer

NOETICA
«Uno sguardo ai Sogni Lucidi: l'Onironautica»

"Chi controlla i sogni, controlla la morte!" (Dalai Lama)

Come detto anche in altri articoli, la base concettuale da cui procede la visione di questo sito è che l'Essenza di tutto ciò che esiste è la Coscienza, il Nous, e che ogni aspetto dell'Universo non sia altro che un movimento o una sfumatura di tale Coscienza Assoluta. La progressiva identificazione nella separazione (la "Caduta") genera una sorta di oblio progressivo che dà origine alla molteplicità che conosciamo. Seguendo questo punto di vista ( in antitesi con la visione strettamente materialista dell'esistenza, ancora ben radicata nella nostra società), la materia, ogni sostanza biologica, la dimensione psichica e il piano spirituale sono tutti livelli vibratori del Nous. Come affermava Meister Eckhart, teologo e mistico del XIV secolo, "Anche una pietra è Dio, solo che essa non sa di esserlo!"

Qual'è allora la differenza tra la materia propriamente detta e la materia onirica? Semplicemente una differenza di vibrazione! Così come è illusoria la materia che incontriamo nei nostri sogni (e che al mattino svanisce), allo stesso modo è illusoria la materia fisica che percepiamo in stato di veglia (che svanisce nel momento della Realizzazione della Realtà che risiede al di là del Velo di Maya, cioè il Nous stesso, la Coscienza Assoluta).

Immagine di un sogno

Flusso della coscienza

Il sogno lucido è un particolare sogno in cui siamo perfettamente coscienti di sognare, questa presa di coscienza permette di manipolare il sogno a nostro piacimento, in quanto possiamo modificare lo scenario onirico, rendere inoffensiva qualsiasi minaccia, visitare altri universi, volare e fare un sacco di cose considerate impossibili. Ciò che rende estremamente interessante il sogno lucido è che educa la mente a considerare la realtà non più oggettiva ma soggettiva e mette quindi in condizione di guidare la propria esistenza anche quando saremo nello stato di veglia ordinaria.

E' interessante a questo proposito l'esperienza di Alejandro Jodorowsky, che vanta un'esperienza molto approfondita sui sogni lucidi (riportata in parte nel libro "Psicomagia"), attraverso la quale ha imparato a conoscersi sempre di più e fondersi con la propria divinità interiore, a modificare con l'intenzione le situazioni della vita reale ed anche a gestire le paure ("Nella vita come nel sogno, per rimanere lucidi bisogna prendere le distanze, agire senza identificarsi con l'azione" - "Ciò che ci intimorisce perde qualsiasi potere nel momento in cui smettiamo di combatterlo").

I monaci tibetani utilizzano il sogno lucido per un traguardo ancora più importante: comprendere la natura illusoria di ciò che sperimentiamo sul piano terreno al fine di trascendere il relativo e ricongiungersi con l'Assoluto.


La nascita dell'Universo

Sogno lucido = essere consapevole di sognare! - Immagine reperita qui


Sebbene la lucidità in stato onirico fosse già conosciuta dagli antichi greci, il termine "Sogno Lucido" è stato utilizzato per la prima volta nel 1898 dallo psichiatra olandese Frederick van Eedn.

Di seguito un breve excursus storico.

Nel 415 sant’Agostino citò in una lettera il racconto di un "sogno lucido" sperimentato da Gennadius, un fisico cartaginese, e ne discusse le possibilità.
Nel tredicesimo secolo san Tommaso d’Aquino menzionò i sogni lucidi citando Aristotele e aggiungendo che questi hanno luogo in special modo "verso la fine del periodo del sonno, negli uomini sobri e in quelli che sono dotati di grande immaginazione".
Gli insegnamenti , attribuiti a Naropa, il maestro indiano di Buddismo tantrico del decimo e undicesimo secolo dopo Cristo parlano anche dei sogni lucidi. Naropa trasmise i sei yoga, incluso quello riguardante il sogno lucido a Marpa, un tibetano che introdusse questa conoscenza in Tibet. Attraverso l’esercizio gli adepti divengono capaci di controllare i propri sogni a piacimento, decidendo quando cambiare sogno e cosa visualizzare in sogno. Tale pratica avrebbe lo scopo di far sperimentare l’illusorietà dei propri contenuti onirici al fine di portare tale sensazione di illusorietà anche nello stato di veglia.
Parte del sistema religioso-filosofico del Buddismo tibetano, che sostiene l’illusorietà di ogni aspetto della vita terrena, si avvale della pratica del sognare lucido.

Tratto da www.psicolife.com/riflessioni-sui-sogni-lucidi.html

La prima condizione necessaria per intraprendere l'avventura dei sogni lucidi è quella di ricordarsi i sogni, quindi generalmente si inizia con il tenere un diario dei sogni accanto al letto in modo da poter ritrascrivere le esperienze oniriche subito al risveglio. Successivamente dobbiamo indurre la lucidità ed imparare ad effettuare delle verifiche sul fatto di star davvero sognando, detti "test di realtà". Ecco alcuni esempi tratti da Wikipedia:

La grande aspirazione umana a volare può "materializzarsi" nei nostri sogni lucidi!

Abituandosi a fare dei test periodici di realtà durante il giorno sarà più semplice indurci a rifarli di notte, in quanto nei sogni tendiamo a riprodurre i comportamenti che abbiamo abitualmente durante la veglia. Jodoroswky suggeriva un altro test e cioè quello di appoggiarsi con le mani ad una parete immaginaria e di darsi una spinta: se voliamo allora siamo in un sogno (questo test l'ho sperimentato personalmente con efficacia, così come quello della luce!).

Se ci riflettete attentamente è incredibile che si debbano fare dei "Test di realtà" e che addirittura talvolta diano dei falsi negativi (in pratica sembra di aver accertato di non essere in un sogno e invece si sta proprio sognando), questo significa che la realtà di un sogno è del tutto uguale a quella fisica alla nostra percezione e ci aiuta a comprendere come entrambe siano un prodotto della Coscienza!

Alejandro Jodorosky riporta in Psicomagia (Ed. Feltrinelli) la sua esperienza di anni di studi sui sogni lucidi per influenzare la realtà, considerandola come un sogno.Ecco un’esperienza molto significativa:

"Aspetta, lascia che ti racconti un’altra storia [riferendosi all’intervistatore che mantiene una posizione di dubbio sulle sue esperienze]: nel 1957, ancor prima di formulare una vera e propria teoria su tutte queste cose. Ho domandato a mia moglie: "Dove ti piacerebbe andare in vacanza?" - "Vorrei andare in Grecia" ha risposto. "Molto bene" ho detto. "Andremo in Grecia!" - "Ma come? Non abbiamo una lira" - "Andremo in Grecia!". In quel momento suonarono alla porta della mansarda dove vivevamo. Era un amico, membro di un gruppo di musica latinoamericana molto in voga in quel momento, "I Guaranìs di Francisco Marìn", che mi disse: "Fra tre giorni andremo in tournée in Grecia, con uno spettacolo folkoristico e uno dei nostri ballerini si è ammalato. Vuoi sostituirlo?" "Non conosco le vostre danze" - "Non importa, te le insegnerà mia moglie." Ne ho imparate subito due, bailecito e carnavalito e siamo partiti per la Grecia. Dopo una simile esperienza, come si fa a non considerare la realtà un sogno che possiamo creare noi stessi?"


Alcune Tecniche di Induzione di un Sogno Lucido


A questo link trovate le tecniche già elencate ed altre ancora.

Per approfondire l'argomento suggeriamo di visitare:


 

Elenco lezioni del percorso Synthesis - Scienze Noetiche

Iscriviti alla newsletter e ricevi dei contenuti gratuiti in esclusiva!


Sogni Lucidi
Scopri come ricordare i tuoi sogni e sognare consapevolmente. Grazie alle semplici tecniche illustrate in questo libro, ben presto sognare diventerà per voi un'esperienza piacevole, creativa e gratificante, e soprattutto guidata dai vostri desideri.
Matk McElroy
Edizioni Macro


 

 



Lo Yoga tibetano del
sogno e del sonno

Questo libro tratta estesamente due importanti pratiche di meditazione tibetane: lo yoga del sogno, cioè la capacità di fare sogni lucidi durante la veglia e lo yoga del sonno, che consiste nel rimaner consapevoli durante il sonno, quando le operazioni della mente concettuale e dei sensi sono sospese.
Tenzin Wangyal Rinpoche
Edizioni Astrolabio


 

 

Teoria e Pratica del Sogno da Svegli Guidato
Il metodo del "Réve éveillé dirigé" esposto dal terapeuta che lo ha ideato e sperimentato con successo: il sogno da svegli guidato, stato intermedio e sfumatura tra la veglia e il sogno.
Robert Desoille
Edizioni Astrolabio


 

 

L'Avventura del Sogno Lucido
In questo eccezionale manuale introduttivo, Charlie Morley ci insegna a diventare coscienti all’interno del proprio sogno e imparare a dirigerlo e a trarne il meglio.
Charlie Morley
Amrita Edizioni

 

 

Essere nel Sogno
Secondo gli insegnamenti di don Juan, gli stregoni dell'antico Messico praticavano l'arte di sognare e l'arte dell'agguato. La scelta di una o dell'altra veniva determinata dall'attitudine di ogni praticante. Coloro che possedevano l'abilità di fissare l'attenzione di sogno, un aspetto particolare della coscienza, negli elementi dei sogni normali, diventavano sognatori. Per loro, i sogni erano stati unici di coscienza, varchi verso altri mondi, reali, ma estranei alla mente razionale dell'uomo moderno".
Florinda Donner
Il Punto d'Incontro Edizioni

 

 

Psicomagia
Jodorowsky ascolta, interroga, esplora il labirinto emotivo dei suoi interlocutori e propone il semplice abbandono all"'atto psicomagico", la confidenza tra la profondità dell'esperienza e la complice, quasi omeopatica, adesione alle forme del proprio male.
Alejandro Jodorowsky
Feltrinelli Edizioni

 

 

L'Arte di Vivere i Sogni
Come diventare un sognatore lucido

Un libro che rivela tutti i segreti dell’arte del sogno lucido per: ricordare i sogni, manipolarli e vincere gli incubi aprire le porte della creatività e dell’intuizione volare, cambiare forma, ricongiungersi con la persona amata, superare le paure e fare tutto quello che la vostra mente potrà immaginare (e che è impossibile nella limitata realtà normale),
Dylan Tuccillo, Jared Zeizel, Thomas Peisel
Sperling & Kupfer Edizioni