Logo del sito Scienze Noetiche

Home “HOLOS” “SYNTHESIS” 240 Conferenze Raphael “SVILUPPO INTEGRALE” Apri una pagina a caso Mailing-list Chi sono Disclaimer

Libro: Le Carte Medicina

SIMBOLOGIA
«Schemi vibrazionali e correlazioni simboliche»



Abbiamo visto che il simbolo non parla alla mente analitica (razionale) ma a quella analogica (intuitiva), non subisce quindi i limiti che la mente razionale possiede e non è strettamente racchiuso in interpretazioni dogmatiche. Ciò che mantiene in correlazione un significato con il suo significante è il modello (pattern) vibrazionale che li caratterizza entrambi, che è analogo se non proprio identico.

Il pattern vibrazionale può essere intrinsecamente presente nella struttura di un oggetto o essere vivente (come evidenziato nella dottrina delle segnature di Paracelso) ma può anche ricevere tale modello in virtù di una impressione emozionale (individuale o collettiva) nata a seguito di un vissuto esperienziale particolarmente significativo, o perché forte o perché ripetuto nel tempo.



Il senso di un simbolo è riconosciuto dalla mente analogica sulla base del suo schema vibrazionale; entità appartenenti a campi del tutto diversi (oggetti, posture, biotipi, ecc...) sono correlati proprio dallo stesso pattern vibratorio.


Esistono, quindi, almeno tre livelli interpretativi diversi dei simboli: 1) universale: significato generale appartenente all'inconscio collettivo dell'intera umanità, la sua natura è atemporale; locale: significato presente in uno specifico ambiente micro o macro culturale (ad es. connesso ad una etnia specifica o caratteristico di un'area geografica); 3) personale: significato limitato all' esperienza soggettiva di un singolo individuo (connesso alla memoria esperienziale emozionale del soggetto). Gli ultimi due livelli derivano da un vissuto di natura temporale.

La reale natura costitutiva dei simboli è quindi uno schema vibratorio, che può variamente manifestarsi sotto forma di immagine, colore, suono, forma, sensazione, funzione a seconda dell'apparato di decodificazione (la vista, l'udito, la propriocezione, la sensibilità animica, l'intellezione). Tenendo questo a mente si può comprendere come mai enti apparentemente dissimili tra loro (ad es. un sentimento, un organo del corpo, un metallo) siano accomunati sul piano simbolico: quello che li caratterizza è che possiedono lo stesso modello vibrazionale, il medesimo schema di risonanza.

E' interessante notare che la stessa fisica sta avanzando l'idea che tutto ciò che esiste in Natura nasca dalla vibrazione di filamenti infinitesimali, le stringhe, che a seconda del modo in cui vibrano producono tutti i fermioni e i bosoni esistenti (cioè le particelle elementari costitutive della materia e dell'energia). Anche in questo caso tutto è riconducibile ad uno schema vibratorio.

A puro titolo di esempio, e con una notevole semplificazione, vediamo delle correlazioni tra pianeti astrologici, metalli alchemici, organi e caratteristiche di personalità .

Antichi simboli alchemici rappresentanti l'Argento e l'Oro


 

Elenco lezioni del percorso Synthesis - Scienze Noetiche



Il Sistema dei Simboli
Un viaggio tra simboli, numeri e archetipi alla scoperta del significato profondo dei tarocchi, utilizzando una tecnica basata su numerologia e simbologia vedica
Toni Allen
Spazio Interiore Edizioni

 

 

Dizionario dei Simboli,
dei Miti e delle Credenze

Da Abracadabra a Zeus 1000 simboli e concetti spiegati attraverso la mitologia, l'esoterismo, la religione e la psicologia
Corinne Morel
Giunti Edizioni

 

 

Dizionario dei Simboli
Storia delle religioni, mitologia, antropologia, psicologia offrono le diverse chiavi interpretative dei simboli, degli emblemi, delle allegorie, degli archetipi di ogni paese e di ogni epoca, attraverso 1600 voci
Jean Chevalier - Alain Gheerbrant
Bur Rizzoli